Bernardo Schiaffino

Bernardo Schiaffino (16786 maggio 1725) è stato uno scultore e pittore italiano del periodo barocco, attivo principalmente a Genova, sua città natale.

Castore e Polluce, Galleria di Palazzo Rosso (Genova)

Fu uno dei due scultori della sua famiglia, insieme al fratello minore Francesco Maria Schiaffino, fu allievo di Anton Domenico Parodi e amico della famiglia di artisti Piola. Domenico Piola gli fornì alcuni disegni, Bernardo era amico intimo del figlio Paolo Gerolamo Piola.

Fra le commissioni più impegnative alle quali lavorò vi fu il gruppo marmoreo raffigurante La Madonna con i santi Agostino e Monica per Cappella della Torre, progettata da Paolo Gerolamo Piola, nella Chiesa della Consolazione (Genova)[1].

Altre sue opere sono il gruppo di Castore e Polluce, Galleria di Palazzo Rosso (Genova), l'altare maggiore del Santuario di Nostra Signora delle Grazie al Molo, L'Assunta della facciata della basilica di Santa Maria Assunta di Carignano.

Nella sua biografia dice di essere morto di malinconia dopo il decesso del suo inseparabile amico. Tra i suoi allievi c'era Francesco Queirolo.

NoteModifica

  1. ^ F. Franchini Guelfi, Il Settecento. Theatrum sacrum e magnifico apparato, in La scultura a Genova e in Liguria dal Seicento al primo Novecento, Genova 1988, pp. 282 e seg.

BibliografiaModifica

  • Soprani, Raffaello (1769). Carlo Giuseppe Ratti (ed.). Delle vite de' pittori, scultori, ed architetti genovesi; Tomo secundo scritto da Carlo Giuseppe Ratti, Stamperia Casamara in Genoa, dalle Cinque Lampadi, con licenza de Superiori; digitalizzato da Googlebooks il 2 febbraio 2007, dalla copia detenuta dall'Università di Oxford. pagg. 259–262.
  • F. Franchini Guelfi, Il Settecento. Theatrum sacrum e magnifico apparato, in La scultura a Genova e in Liguria dal Seicento al primo Novecento, Genova 1988, pp. 215–254

Altri progettiModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN30727681 · ISNI (EN0000 0000 2277 5633 · Europeana agent/base/99890 · GND (DE13345522X · ULAN (EN500330342 · CERL cnp01127593 · WorldCat Identities (ENviaf-30727681