Bernd Rosemeyer

pilota automobilistico tedesco
Bernd Rosemeyer
Bundesarchiv Bild 183-2007-1205-500, Bernd Rosemeyer, Elly Beinhorn, Ferdinand Porsche.jpg
Bernd Rosemeyer (sin.) con Elly Beinhorn e Ferdinand Porsche
Nazionalità Germania Germania
Automobilismo Casco Kubica BMW.svg
Categoria Campionato europeo di automobilismo, Coppa Acerbo
Ruolo Pilota
Termine carriera 28 gennaio 1938
Carriera
Carriera nella Formula Grand Prix
Esordio 23 giugno 1935
Stagioni 1935-1937
Scuderie Germania Auto Union 1935-1937
Mondiali vinti 1 (1936)
GP disputati 13
GP vinti 3
Podi 6
Punti ottenuti 77
Pole position 2
Giri veloci 5
 

Bernd Rosemeyer (Lingen, 14 ottobre 1909Bundesautobahn 5, 28 gennaio 1938) è stato un pilota automobilistico tedesco.

BiografiaModifica

Dopo una breve carriera da motociclista, nel 1934 Bernd partecipò a un test che l'Auto Union (grande rivale della Mercedes in quegli anni) aveva organizzato per saggiare nuovi talenti. L'Auto Union era inoltre la prima ad utilizzare la rivoluzionaria architettura del motore posteriore centrale, che richiedeva grandissima sensibilità e fulminei tempi di reazione per evitare improvvisi testacoda. Rosemeyer si adattò immediatamente, tanto da arrivare secondo dietro alla Mercedes di Rudolf Caracciola già al suo secondo Gran Premio, la gara dell'Eifel al Nürburgring del 1935, suscitando sensazione.

 
Bernd Rosemeyer nel 1937 al Nürburgring

Dopo altre buone prove, Bernd vinse il primo Gran Premio alla fine del 1935, sul circuito cecoslovacco di Brno. In quell'occasione egli conobbe la famosa aviatrice Elly Beinhorn, che fu sua moglie l'anno dopo, fino alla morte.

Nel 1936 Rosemeyer sulla Auto Union Type C dominò la stagione, vincendo i Gran Premi di Germania, di Svizzera, d'Italia, dell'Eifel e di Pescara, aggiudicandosi il Campionato Europeo Grand Prix. Vinse inoltre le corse in salita (allora molto prestigiose) di Friburgo e di Feldberg, diventando Campione Tedesco della Montagna.

Nel 1937 la lotta contro lo squadrone Mercedes divenne più dura, ma Rosemeyer riuscì a vincere all'Eifel, poi la prestigiosa Coppa Vanderbilt a New York, e infine i Gran Premi di Pescara e di Donington Park.

La morte in provaModifica

All'inizio del 1938 le autorità sportive indussero un nuovo confronto tra Mercedes e Auto Union per stabilire il record di velocità su strada, all'epoca di grande prestigio. Da diversi anni le case automobilistiche tedesche si cimentavano in questo tipo di record ma da quell'anno i tentativi di record divennero più frequenti. Prima del 28 gennaio, il primato apparteneva a Rosemeyer e alla Auto Union. Quel giorno il primo a cimentarsi fu Rudolf Caracciola, che gli strappò i record sia sul chilometro che sul miglio lanciati (ancora oggi imbattuti su strade ordinarie). Quando fu la volta di Rosemeyer, poco dopo la linea del traguardo del km, un'improvvisa sbandata lo fece uscire di pista quando viaggiava a circa 432 km all'ora e, sbalzato fuori dall'abitacolo, morì sul colpo. La sua auto proseguì per diverse centinaia di metri, andandosi a fermare proprio in corrispondenza del traguardo del miglio. Le cause dell'incidente non furono mai del tutto chiarite. Di certo ci fu l'effetto di una raffica laterale di vento che investì l'auto in corrispondenza di una radura a bordo strada ma non è da escludersi anche il cedimento di speciali paratie laterali montate proprio quella mattina sulla vettura con lo scopo di sigillare il flusso d'aria che passava sotto l'auto (le prime "minigonne" della storia dell'automobilismo); essendo fatte di sottile lamiera metallica infatti, non è da escludersi che la grossa depressione sul fondo vettura le abbia fatte collassare, provocando la sbandata.[1]

Oggi, nel luogo dell'incidente, sull'autostrada A5, da Francoforte a Darmstadt (verso sud), nella prima area di sosta subito dopo l'uscita Langen-Morfelden è possibile vedere il monumento dedicato al pilota, sepolto nel cimitero di Dahlem am Hüttenweg, a Berlino.

Risultati Campionato EuropeoModifica

Anno Squadra Costruttore 1 2 3 4 5 6 7 Posizione Punti
1935 Auto Union Auto Union MON FRA
Ret
BEL GER
4
SUI
3
ITA
Ret
ESP
5
39
1936 Auto Union Auto Union MON
Rit
GER
1
SUI
1
ITA
1
10
1937 Auto Union Auto Union BEL
GER
3
MON
Ret
SUI
Ret
ITA
3
28
Colore Risultato Punti
Oro Vincitore 1
Argento 2º posto 2
Bronzo 3º posto 3
Verde Completato più del 75% dei giri 4
Blu Completato tra il 50% e il 75% dei giri 5
Viola Completato tra il 25% e il 50% dei giri 6
Rosso Completato meno del 25% dei giri 7
Nero Squalificato (SQ) 8
Bianco Non partito (NP) 8

N.B. Le gare in grassetto indicano una pole position mentre quelle in corsivo indicano il giro più veloce in gara.

NoteModifica

  1. ^ (EN) Bernd Rosemeyer, su kolumbus.fi.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN25397904 · ISNI (EN0000 0000 6317 7584 · LCCN (ENno2009102500 · GND (DE118749722 · WorldCat Identities (ENlccn-no2009102500