Berta degli Obertenghi (regina d'Italia)

Berta degli Obertenghi (... – 1014 circa) è stata una nobile italiana.

BiografiaModifica

Berta era la moglie di Arduino d'Ivrea. Fu così margravia di Ivrea e regina d'Italia (1002-1014).

La sua genitorialità è sconosciuta, ma si dice che sia identica a Berta di Milano,[1] che era un membro della dinastia degli Obertenghi. Altri studiosi suggeriscono che Berta potrebbe essere stata la figlia di Uberto di Toscana[2] o di Amedeo (figlio di Anscario II).[3]

Berta intervenne in otto diplomi reali di Arduino,[4] in cui veniva spesso chiamata consors regni (consorte reale).[5]

DiscendenzaModifica

Con Arduino Berta ebbe tre figli:[6]

NoteModifica

  1. ^ Arnaldi, ‘Arduino’; Bertolini, ‘Alberto Azzo,’ p. 751; Medieval Lands Project: Northern Italy, 900–1100.
  2. ^ Carutti, Conte Umberto, pp. 227f.
  3. ^ Dionisotti, Le famiglie celebri, p. 24
  4. ^ (DE) Die Urkunden Arduins, nos. 3-10
  5. ^ (DE) Die Urkunden Arduins, nos. 3,6,8 and 9
  6. ^ Arnaldi, ‘Arduino’

FontiModifica

  • (DE) Die Urkunden Arduins, ed. H. Bresslau and R. Holtzmann, MGH Diplomata III (Hannover, 1900-1903), accessible online at: Monumenta Germaniae Historica
  • M. G. Bertolini, ‘Alberto Azzo,’ in Dizionario Biografico degli Italiani - Volume 1 (1960)
  • G. Arnaldi, ‘Arduino, re d’Italia’ in Dizionario Biografico degli Italiani – Volume 4 (1962)
  • C. Dionisotti, Le famiglie celebri medioevali dell' Italia superiore (Turin, 1887), accessible online at archive.org
  • D. Carutti, Il conte Umberto (Biancamano) e il re Ardoino. Ricerche e documenti (Rome, 1884, 2nd ed., first published 1878), accessible online at: archive.org

Collegamenti esterniModifica