Bertoldo I di Svevia

Bertoldo I, noto anche come Bertoldo di Rheinfelden, (1060 circa ... – 18 maggio 1090) fu duca di Svevia dal 1079 fino alla sua morte.

Bertoldo I di Svevia
Duca di Svevia
(titolo contestato da Federico I di Svevia)
In carica 1079 –
18 maggio 1090
Predecessore Rodolfo
Successore Bertoldo II
Sepoltura Monastero di San Biagio
Padre Rodolfo di Svevia

BiografiaModifica

Era il figlio maggiore di Rodolfo di Rheinfelden, duca di Svevia e anti-re tedesco in opposizione a Enrico IV di Germania. L'identità della madre di Bertoldo è invece oggetto di disputa tra gli studiosi: una parte di questi sostiene che sia figlio della prima moglie di Rodolfo, Matilde di Franconia, sorella di Enrico IV,[1] mentre un'altra parte sostiene che sia la seconda moglie di Rodolfo, Adelaide di Savoia (se così fosse, Bertoldo deve essere nato dopo il 1062),[2] mentre altri sostengono che fosse il figlio di una madre sconosciuta.[3]

Dopo la morte di Adelaide di Savoia nel 1079, Rodolfo aveva bisogno di un nuovo comandante della resistenza nella Germania meridionale poiché era confinato in Sassonia e tagliato fuori dai suoi alleati in Svevia. Rodolfo allora conferì suo figlio Bertoldo il ducato di Svevia. Enrico, tuttavia, nominò in contrapposizione alla sua decisione Federico per lo stesso titolo, il quale aveva terre strategicamente posizionate vicino al ducato.[4]

Durante la guerra civile contro Enrico IV, la Svevia fu sottoposta al caos. Nel 1084, Bertoldo fu assediato dai sostenitori di Enrico IV. Alla fine lasciò la il comando a suo cognato Bertoldo di Zähringen e a Guelfo IV. Quando Bertoldo morì senza discendenti nel 1090 e fu sepolto nel monastero di San Biagio, Bertoldo II, che era sposato con sua sorella, Agnese di Rheinfelden, gli successe come duca di Svevia. [5]

NoteModifica

  1. ^ Thiele, Genealogische Stammtafeln, table 21; Frommer, Die Salier und das Herzogtum Schwaben, p. 114.
  2. ^ Zettler, Geschichte des Herzogtums Schwaben, p. 177; Herding, 'Berthold von Rheinfelden,' p. 157.
  3. ^ Wunder, 'Beiträge zur Genealogie schwäbischer Herzogshäuser', pp. 11-15.
  4. ^ Boshof, Die Salier, p. 239.
  5. ^ Schmid, Die Zähringer, p. 60; Boshof, Die Salier, p. 259.

BibliografiaModifica

  • (DE) Otto Herding, Berthold von Rheinfelden, in Neue Deutsche Biographie, vol. 2, Berlino, Duncker & Humblot, 1955, ISBN 3-428-00183-4, p. 157 s. (online).
  • G. Wunder, 'Beiträge zur Genealogie schwäbischer Herzogshäuser,' Zeitschrift für Württembergische Landesgeschichte 31 (1972), pp. 11-15
  • A. Zettler, Geschichte des Herzogtums Schwaben (Stuttgart, 2003)
  • A. Thiele, Genealogische Stammtafeln zur europäischen Geschichte Band I, Teilband 1 (Frankfurt am Main, 1993).
  • K. Schmid, ed., Die Zähringer (Sigmaringen, 1990)
  • H. Frommer, Die Salier und das Herzogtum Schwaben (Karlsruhe, 1992)
  • E. Boshof, Die Salier (Stuttgart, 1987).
Controllo di autoritàVIAF (EN25826884 · GND (DE135667771 · CERL cnp01143962