Apri il menu principale

BiografiaModifica

L'infanzia e gli esordiModifica

Betty Hutton nacque a Battle Creek (Michigan). Due anni dopo la sua nascita, suo padre lascerà la famiglia (togliendosi la vita sedici anni dopo). Quale unico sostegno della famiglia, la madre di Betty decise di cercare lavoro in una fabbrica d'auto, a Detroit. Qui, per diverse difficoltà economiche, scelse di aprire una più semplice taverna. Erano gli anni del proibizionismo e, a causa dei controlli da parte della polizia, la signora Thornburg non farà che trasferirsi da un luogo ad un altro.

All'età di nove anni, Betty cantò per la prima volta in pubblico, durante una recita scolastica. Intuendo il talento della figlia, la signora Thornburg la fece sottoporre a varie audizioni cercando di racimolare un po' di denaro per la famiglia. A 13 anni Betty venne ingaggiata da alcuni gruppi canori della zona. Solamente due anni dopo decise di fare il grande passo, trasferendosi a New York per tentare una carriera professionale, ma il viaggio non andò come sperato e la giovane Betty tornò a Detroit. Nel 1937 Vincent Lopez, anima di una band abbastanza popolare, decise d'assumere Betty che, con i guadagni così ottenuti, tornò a New York e scoprì Broadway, ponendo le premesse per il decollo della sua carriera. Un anno dopo lasciò la Grande Mela per Hollywood.

HollywoodModifica

 
Betty Hutton in Anna prendi il fucile (1950)

Betty firmò un contratto con la Paramount e, a 21 anni, debuttò nel film musicale La fortezza s'arrende (1942) con William Holden e Dorothy Lamour. Le favorevoli recensioni la spinsero a cimentarsi anche in altri generi. Del 1944 è Il miracolo del villaggio, dove ella poté dimostrare tutta la sua bravura e la sua verve. Nel 1945 si sposò con Ted Briskin (dal quale divorzierà, dopo la nascita di due figlie).

Nel 1946 con il disco Doctor, Lawyer, Indian Chief raggiunse la prima posizione nella Billboard Hot 100.

Nel 1948 apparve in una grossa produzione, L'uomo che vorrei, che non venne accolta bene dalla critica e che sarà, successivamente, un disastro al botteghino. Tenacemente affrontò le critiche e subito dopo recitò in tre fortunati film, Ho sposato un demonio (1949), Anna prendi il fucile (1950), in cui interpretò il ruolo di Annie Oakley e per il quale ottenne una nomination ai Golden Globe, e Il più grande spettacolo del mondo (1952). La sua carriera riprese totalmente lustro nel 1952 con il film Qualcuno mi ama, e nello stesso anno si sposò con Charles O'Curran (divorzieranno nel 1955). Betty Hutton avrebbe voluto che fosse lui a dirigerla nel suo nuovo film, ma la casa di produzione si oppose. L'attrice allora rescisse il contratto.

Il declino e gli ultimi anniModifica

Betty Hutton concentrò in seguito il suo lavoro soprattutto alla televisione, con il suo The Betty Hutton Show, che tuttavia non ottenne il successo sperato. Nel 1955 si risposò con Alan Livingstone, da cui divorzierà nel 1960. Partecipò da qui in poi unicamente a film minori, come Spring Reunion (1957). Dall'ultimo matrimonio con Pete Candoli (durato dal 1960 al 1967) avrà un'altra figlia.

Una volta ritiratasi dal cinema, Hutton visse a Palm Springs, lavorando come perpetua sino alla morte (si era convertita al cattolicesimo negli anni settanta). Scomparve all'età di 86 anni per un cancro al colon e venne sepolta nel Desert Memorial Park di Cathedral City, California.

L'attrice ha una stella nella Hollywood Walk of Fame di Los Angeles.

Filmografia parzialeModifica

CanzoniModifica

Anno Titolo Posizione in
classifica
1939 Old Man Mose
Igloo 15
The Jitterbug
1942 Arthur Murray Taught Me Dancing in a Hurry
I'm Doin' It For Defense
1943 Murder, He Says
The Fuddy Duddy Watchmaker
1944 Bluebirds in my Belfry
It Had To Be You 5
His Rocking Horse Ran Away 7
1945 Stuff Like That There 4
What Do You Want to Make Those Eyes at Me For? 15
(Doin' It) The Hard Way
Doctor, Lawyer, Indian Chief 1
A Square in the Social Circle
1946 My Fickle Eye 21
1947 Poppa, Don't Preach To Me
I Wish I Didn't Love You So 5
1949 (Where Are You?) Now That I Need You
1950 Orange Colored Sky 24
Can't Stop Talking
A Bushel and a Peck (duetto con Perry Como) 3
1951 It's Oh So Quiet
The Musicians (con Dinah Shore, Tony Martin e Phil Harris) 24
1953 Goin' Steady 21
1954 The Honeymoon's Over (duetto con Tennessee Ernie Ford) 16
1956 Hit the Road to Dreamland

Doppiatrici italianeModifica

  • Lydia Simoneschi in L'uomo che vorrei, Anna prendi il fucile, Ho sposato un demonio, Il più grande spettacolo del mondo, Signorine, non guardate i marinai, Il miracolo del villaggio e nel doppiaggio originale de La storia di Pearl White
  • Rosetta Calavetta in Attente ai marinai

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN34645624 · ISNI (EN0000 0003 6840 2404 · LCCN (ENn80151126 · GND (DE132748150 · BNF (FRcb139261279 (data) · WorldCat Identities (ENn80-151126