Betty Love

film del 2000 diretto da Neil LaBute
Betty Love
Titolo originaleNurse Betty
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno2000
Durata120 min
Generecommedia
RegiaNeil LaBute
SoggettoJohn C. Richards
SceneggiaturaJohn C. Richards, James Flamberg
FotografiaJean-Yves Escoffier
MontaggioJoel Plotch e Steven Weisberg
MusicheRolfe Kent
ScenografiaCharles Breen, Gary Diamond e Jeffrey Kushon
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Betty Love è un film del 2000 diretto da Neil LaBute.

Presentato in concorso al 53º Festival di Cannes, ha vinto il premio per la miglior sceneggiatura.[1]

TramaModifica

Betty è una dolce cameriera del Kansas, fanatica appassionata di una soap opera dal titolo Una ragione per amare, ed è innamorata di uno dei personaggi, il dottor David Ravell. Betty è sposata con Del Sizemore, un uomo dal carattere severo, che possiede una concessionaria d'auto usate, la Sizemore Motors.

Del purtroppo, tra molti altri difetti, la tradisce addirittura con la sua segretaria. Una mattina come tante Betty, chiama Del per chiedergli in prestito una Buick LeSabre, perché vuole festeggiare il suo compleanno con la sua amica Sue Ann. Ma quest'ultimo risponde che non può cedergliela, e di prenderne un'altra.

Betty però, riesce in qualche modo a recarsi nella concessionaria del marito, a prendere la Buick LeSabre e a portarla nel garage di casa sua. La sera stessa, mentre è chiusa nella sua stanza a guardare la soap opera, assiste all'involontario omicidio del marito da parte di un sicario, durante un affare di droga.

L'uomo, secondo quanto è stato riferito ai malviventi, avrebbe rubato tre chili di eroina e li avrebbe nascosti nel bagagliaio di una Buick LeSabre, quella sottratta da Betty. Tuttavia la ragazza, per dimenticare l'accaduto, decide di chiudersi sempre di più nel suo mondo fittizio, facendosi come amico immaginario il dottor David Ravell, personaggio della sua adorata soap opera.

Per tale ragione la donna decide di fuggire dal Kansas partendo per Los Angeles, a bordo della Buick di Del, sperando così di incontrare George McCord. Ma non si accorge che con sé trasporta i tre chili di eroina celati nel vano bagagli dell'autovettura. Nonostante molti intrighi, trova lavoro come infermiera in un ospedale di Los Angeles, pur non avendo nessuna conoscenza nel settore, e rischiando così di far morire un paziente.

La direttrice dell'ospedale, pur non essendo molto contenta della situazione, decide di far continuare Betty nel proprio lavoro. Nel frattempo i killer continuano a inseguire la ragazza per cercare di recuperare la droga, che si trova all'interno dell'auto, e riportarla a Detroit, per restituirla ai loro superiori, e di finire il lavoro per cui erano stati pagati.

Ma tutto non va come previsto, dal momento che Betty è difesa dall'amica Rose, conosciuta nel pronto soccorso dove lavora. Alla fine, la giovane trentenne riesce a conoscere George, e a realizzare il suo sogno, entrando così nel mondo del cinema dove recita una parte come infermiera, il film si chiude con la protagonista seduta in un bar a Trastevere (Roma) facendo colazione mentre assieme al cameriere (che non la riconosce) rivede se stessa all'interno della sit comedy. Il viaggio a Roma corona il sogno emozionale della sua amica barista conosciuta durante la sua fuga alla ricerca del suo amore "George alias dottor Ravell"

RiconoscimentiModifica

NoteModifica

  1. ^ (EN) Awards 2000, festival-cannes.fr. URL consultato il 6 luglio 2011.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema