Betty von Rothschild

(Reindirizzamento da Betty de Rothschild)

Betty von Rothschild (Vienna, 5 giugno 1805Parigi, 1º settembre 1886) è stata una filantropa austriaca.

BiografiaModifica

Era la figlia di Salomon Mayer von Rothschild, e di sua moglie, Caroline Stern[1].

MatrimonioModifica

Sposò, l'11 luglio 1824 a Francoforte sul Meno, lo zio James Mayer de Rothschild (1792-1868), figlio di Mayer Amschel Rothschild, il fondatore della famiglia Rothschild[2][3]. Ebbero cinque figli[4]:

A Parigi era nota per il suo salone e per il suo patrocinio delle arti. Si assicurò i servizi di Fryderyk Chopin come insegnante di pianoforte alla sua famiglia subito dopo il suo arrivo a Parigi[6], e commissionò un ritratto a Jean-Auguste-Dominique Ingres nel 1841, anche se non fu completato fino al 1848[7]. Divenne anche amica di Maria Amalia[8], moglie di Luigi Filippo. Altri che frequentavano il suo salone a Rue Laffitte nel 9º arrondissement di Parigi comprendeva Heinrich Heine, Honoré de Balzac, Gioacchino Rossini e i fratelli Goncourt. Dal 1850 lei e James trascorsero del tempo al castello di Ferrières fuori Parigi, che James commissionò a Joseph Paxton, dove venivano spesso organizzati spettacoli spettacolari, tra cui il coro dell'Opéra di Parigi diretto da Rossini[9].

Pierre Assouline nel suo libro The Portrait, scrive che Betty, che era una protetta dalla regina Maria Amalia[8], era un'anti-rivoluzionaria, anti-democratica, anti-repubblicana e aveva nostalgia dell'Ancien Régime; odiava Napoleone III e aprì a suo marito le porte di Faubourg Saint-Germain.

Nel 1847 Chopin in senso di riconoscenza dedicò il Valzer Op. 64, N° 2 in do minore alla loro figlia Charlotte.

MorteModifica

Dopo la morte del marito, trascorreva diversi mesi all'anno a Cannes, dove nel 1881 acquistò e ricostruì la Villa Marie-Thèrese. Insieme al marito creò l'Hôpital Rothschild, a Parigi[1], aperto nel 1852, originariamente per servire la comunità ebraica. Altre attività includevano la fornitura di alloggi sociali, orfanotrofi, assistenza ai malati di tubercolosi e lo sviluppo dell'Assistance Publique. Ha anche sostenuto iniziative simili a Cannes

Morì il 1 settembre 1886 a château de Boulogne e fu sepolta al Cimitero di Père-Lachaise.

OnorificenzeModifica

Onorificenze francesiModifica

  Ufficiali della Legion d'onore
— 1919

NoteModifica

  1. ^ a b (EN) Betty von Rothschild (1805-1886), su family.rothschildarchive.org. URL consultato il 27 maggio 2017.
  2. ^ Betty von Rothschild (1805-1886), su The Rothschild Archive, Rothschild Research Forum. URL consultato il 2 dicembre 2020.
  3. ^ Genealogy 3:2, su The Rothschild Archive, Rothschild Research Forum. URL consultato il 2 dicembre 2020.
  4. ^ http://www.bnf.fr/documents/dp_rothschild.pdf (PDF), su bnf.fr.
  5. ^ Genealogy 3:15, su The Rothschild Archive, Rothschild Research Forum. URL consultato il 2 dicembre 2020.
  6. ^ Conway (2012), p. 208
  7. ^ http://www.akadem.org/medias/documents/Judaisme-Rothschild_4.pdf (PDF), su akadem.org.
  8. ^ a b L'entourage de Betty de Rothschild, su bettyderothschild.blogspot.fr. URL consultato il 26 maggio 2017.
  9. ^ (FR) Françoise Robert, Betty de Rothschild 1805-1886, su 9e Histoire, Association 9ème Histoire, 2020. URL consultato il 2 dicembre 2020.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN49982118 · ISNI (EN0000 0000 6677 3533 · CERL cnp00819800 · LCCN (ENn2005027942 · GND (DE116641630 · BNF (FRcb16620382f (data) · J9U (ENHE987007297600305171 · WorldCat Identities (ENlccn-n2005027942