Biancheria per la casa

La biancheria per la casa si compone di svariati pezzi, in alcuni casi raccolti in set, e si può suddividere in diverse categorie.

Biancheria da bagnoModifica

La biancheria da bagno è composta da asciugamani e accappatoi, che possono essere in spugna, in tela o in tessuto con una armatura particolare detta a nido d'ape.

  • Il set di asciugamani si compone di tre pezzi: asciugamano per il corpo, per il viso e l'”ospite”, asciugamano per il bidet. Il corredo tradizionale della sposa, in Italia, prevede 8 asciugamani in spugna, 8 asciugamani in lino, 12 in spugna per il bidet, 6 asciugamani medi per eventuali ospiti, 2 accappatoi e 2 tappetini da bagno.

La biancheria da spa può essere definita come una sottocategoria della biancheria da bagno, in quanto è composta da asciugamani e accappatoi, ma ha determinate caratteristiche che la definiscono adatta a un luogo dove gli sbalzi di temperatura e di umidità dovuti alle saune e agli hammam non interferiscono con la freschezza del tessuto. Già anticamente nelle zone dell'Asia Minore, dove il bagno turco è nato, si usavano teli di lino, che era abbondantemente coltivato nelle zone e manteneva la stessa temperatura con qualsiasi clima venisse a contatto. A questo la tecnologia moderna ha fornito continue migliorie proponendo per esempi tessuti profumati o addirittura curativi come per esempio quelli contenenti aloe che rilasciano gradualmente sulla pelle tutte le proprietà benefiche della pianta.

Biancheria da tavolaModifica

La biancheria da tavola comprende sia tutti i pezzi che servono per apparecchiare la tavola stessa, sia gli accessori per la cucina.

TavolaModifica

  • Tovaglia può avere diverse forme e dimensioni, si spazia dalle più tradizionali rettangolari alle quadrate, poi ovali e tonde, per adattarle alla forma del tavolo. Ogni tavolino e situazione ha la sua specifica tovaglia: c'è la tovaglia da the, la tovaglietta da carrello
  • Tovaglietta americana per la colazione,
  • Runner che sono strisce di tessuto, e i centrotavola. Inoltre i tovaglioli di stoffa, che non possono mancare nelle situazioni più formali. La fiandra di lino è sicuramente il tessuto più pregiato ed elegante con cui apparecchiare la tavola, mentre per le soluzioni più informali sono usate comunemente tovaglie in cotone.

CucinaModifica

La biancheria per cucina comprende asciugamani in lino e cotone, per l'asciugatura delle stoviglie, grembiuli per pulizia e cucina, strofinacci per la polvere, presine e guanti da forno.

Biancheria da lettoModifica

La biancheria da letto è composta dal set con federe e lenzuola o con sacco copripiumino, molto diffuso nelle regioni nordiche. La biancheria per il letto deve essere di tessuto naturale al cento per cento per evitare allergie o difficoltà nella respirazione durante il sonno, nonché il deposito di acari tra le lenzuola. A questo set va aggiunto un piumino pesante per l'inverno, meglio se imbottito di piume, una coperta di lana, un copriletto per la stagione primaverile ed estiva. Grande fantasia è da sempre dedicata alla decorazione della biancheria da letto: ricami, inserti, pizzi e volant per rendere più prezioso il proprio corredo da letto, con tessuti che spaziano dalla seta, al lino, al cotone più o meno pregiato.

Biancheria nauticaModifica

La biancheria nautica è ideata esclusivamente per l'arredamento delle imbarcazioni. Ha misure particolari, adatte agli spazi spesso ristretti delle cabine, e solitamente è fatta su misura, adattandola alle forme dei letti che essendo ricavate spesso in spazi limitati possono essere anche ovali o trapezoidali. Essendo adatta alla vita di mare, è indicato il tessuto di lino, in quanto non trattiene umidità e rimane sempre fresco, facendo traspirare la pelle.