Bianchi
Ciclismo Cycling (road) pictogram.svg
Bianchi-Campagnolo jersey.jpg
Maglia della Bianchi-Campagnolo (1973-1977)
Informazioni
Nazione Italia Italia
Debutto 1973
Scioglimento 1984
Specialità Strada
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Divisa

La Bianchi-Piaggio fu una squadra maschile di ciclismo su strada italiana, attiva tra i professionisti fra il 1973 ed il 1984.

La squadra nacque grazie all'impegno di Angelo Trapletti, già proprietario dell'azienda di biciclette seriana Chiorda e sponsor della formazione parmense Salvarani: Trapletti acquistò e rilanciò infatti lo storico marchio Bianchi, riportandolo in pochi anni nel mondo del professionismo con una propria squadra dopo sei stagioni di assenza[1][2]. Diretta inizialmente da Vittorio Adorni, nelle seguenti undici stagioni di attività la nuova Bianchi (co-sponsorizzata Campagnolo, Faema e Piaggio) fu guidata in ammiraglia da Giancarlo Ferretti[3].

La Bianchi di quegli anni, come già la Salvarani, ebbe come principale leader e uomo immagine, fino al 1979, il campione bergamasco Felice Gimondi, capace di portare al successo la formazione al Giro d'Italia 1976 e in numerose classiche come la Milano-Sanremo e il Giro di Lombardia. Altri campioni che in quegli anni vestirono i colori della Bianchi furono i belgi Rik Van Linden e Johan De Muynck, quest'ultimo capace di imporsi al Giro d'Italia 1978, e gli italiani Silvano Contini e Gianbattista Baronchelli.

Indice

CronistoriaModifica

AnnuarioModifica

Anno Codice Nome Cat. Biciclette Dirigenza
1973 BIA   Bianchi-Campagnolo Pro Bianchi Dir. sportivi: Vittorio Adorni, Giancarlo Ferretti
1974 BIA   Bianchi-Campagnolo Pro Bianchi Dir. sportivi: Giancarlo Ferretti
1975 BIA   Bianchi-Campagnolo Pro Bianchi Dir. sportivi: Giancarlo Ferretti
1976 BIA   Bianchi-Campagnolo Pro Bianchi Dir. sportivi: Giancarlo Ferretti
1977 BIA   Bianchi-Campagnolo Pro Bianchi Dir. sportivi: Giancarlo Ferretti
1978 BIA   Bianchi-Faema Pro Bianchi Dir. sportivi: Giancarlo Ferretti
1979 BIA   Bianchi-Faema Pro Bianchi Dir. sportivi: Giancarlo Ferretti
1980 BIA   Bianchi-Piaggio Pro Bianchi Dir. sportivi: Giancarlo Ferretti
1981 BIA   Bianchi-Piaggio Pro Bianchi Dir. sportivi: Giancarlo Ferretti
1982 BIA   Bianchi-Piaggio Pro Bianchi Dir. sportivi: Giancarlo Ferretti
1983 BIA   Bianchi-Piaggio Pro Bianchi Dir. sportivi: Giancarlo Ferretti
1984 BIA   Bianchi-Piaggio Pro Bianchi Dir. sportivi: Giancarlo Ferretti

PalmarèsModifica

Grandi GiriModifica

3 nel 1973: Martín Emilio Rodríguez, Felice Gimondi, Marino Basso
1 nel 1974: Marino Basso
3 nel 1975: Rik Van Linden, Felice Gimondi, Martín Emilio Rodríguez
4 nel 1976: Rik Van Linden (2), Fabrizio Fabbri, Felice Gimondi
2 nel 1977: Rik Van Linden, Giacinto Santambrogio
4 nel 1978: Rik Van Linden (3), Johan De Muynck
1 nel 1979: Knut Knudsen
3 nel 1980: Silvano Contini, Gianbattista Baronchelli, Tommy Prim
5 nel 1981: Knut Knudsen (3), Serge Parsani, Gianbattista Baronchelli
3 nel 1982: Silvano Contini (3)
3 nel 1983: Alf Segersäll, Alessandro Paganessi, cronometro a squadre
1 nel 1984: Paolo Rosola
    • Vittorie finali: 2
1976: Felice Gimondi
1978: Johan De Muynck
    • Altre classifiche: 7
Classifica a squadre: 1978, 1980, 1981, 1982
Classifica giovani: Silvano Contini (1979), Tommy Prim (1980), Alberto Volpi (1985)
5 nel 1975: Rik Van Linden (3), Felice Gimondi, Giacinto Santambrogio
1 nel 1977: Giacinto Santambrogio
1 nel 1979: Serge Parsani
    • Vittorie finali: 0
    • Altre classifiche: 1
Classifica a punti: 1975 (Rik Van Linden)

Classiche monumentoModifica

1974 (Felice Gimondi)
1973 (Felice Gimondi)
1982 (Silvano Contini)

Campionati mondialiModifica

1973 (Felice Gimondi, Nazionale italiana)

NoteModifica

  1. ^ LE STORIE DEL FIGLIO. Le mani del Piero, su Tuttobicitech.it. URL consultato il 18 settembre 2016.
  2. ^ SI È SPENTO ANGELO TRAPLETTI, su Tuttobiciweb.it, 22 maggio 2016. URL consultato il 18 settembre 2016.
  3. ^ (FR) FERRETTI Giancarlo, su Memoire-du-cyclisme.fr. URL consultato il 18 settembre 2016.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Ciclismo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di ciclismo