Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati di "bianco", vedi Bianco (disambigua).
Bianco
Coordinate del colore
HEX #FFFFFF
RGB1 (r; g; b) (255; 255; 255)
CMYK2 (c; m; y; k) (0; 0; 0; 0)
HSV (h; s; v) (0°; 0%; 100%)
1: normalizzato a [0-255] (byte)
2: normalizzato a [0-100] (%)

Il bianco è un colore con alta luminosità, ma senza tinta. Più precisamente contiene tutti i colori dello spettro elettromagnetico ed è chiamato anche colore acromatico. È l'opposto del nero, che rappresenta l'assenza di colori.

L'impressione della luce bianca è creata dall'unione di certe intensità dei colori primari dello spettro: rosso, verde e blu. Bisogna notare che l'illuminazione prodotta con questa tecnica è diversa da quella prodotta dall'incandescenza (vedi sotto).

EtimologiaModifica

Il termine deriva etimologicamente dal germanico blank,[1] essendo venuto meno in italiano il latino albus.

Indice

Luce biancaModifica

Prima che venisse accettata la teoria di Newton, la maggior parte degli scienziati riteneva che il bianco fosse il colore fondamentale della luce, e che gli altri colori si formassero solamente con l'aggiunta di qualcosa alla luce. Newton invece dimostrò che il bianco era formato dalla combinazione di altri colori.

La luce bianca, al passaggio attraverso un prisma di cristallo, crea un arcobaleno con la gamma completa dei colori, suddividendosi infatti in tutti i colori da cui è composta.

Temperatura di coloreModifica

  Lo stesso argomento in dettaglio: Temperatura di colore.

Nella scienza della luce c'è un continuum di colori della luce che possono esser chiamati "bianco". Alcuni di questi colori sono quelli emessi tramite l'incandescenza da un corpo a temperatura molto elevata (v. Radiazione di corpo nero): per esempio, il colore della radiazione emessa da un corpo nero riscaldato alla temperatura di 2848 kelvin è grosso modo equivalente alla luce della lampadina a incandescenza per uso domestico. Si dice pertanto che quest'ultima ha una temperatura di colore di 2848 kelvin. La luce bianca emessa dalle lampade di teatro ha invece una temperatura di colore superiore: circa 3200 K; la luce del giorno ha una temperatura di colore di 5400 K, ma può variare da un rosso freddo fino a un blu a 25000 K. Non tutte le radiazioni di un corpo possono essere considerate luce bianca: la temperatura della radiazione dell'universo, ad esempio, è solo di pochi kelvin ed è quasi invisibile.

Bianchi standardModifica

I bianchi standard sono definiti in relazione al diagramma cromatico della Commissione Internazionale per l'Illuminazione. Questi appartengono alla serie D degli illuminanti standard. L'illuminante D65 corrisponde originariamente alla temperatura di colore di 6500 K e rappresenta la luce del giorno standard.

ComputerModifica

I monitor solitamente hanno un controllo della temperatura di colore, e permettono all'utente di selezionare la temperatura (solitamente tra alcuni valori fissi) della luce emessa quando il computer produce il segnale elettrico corrispondente al "bianco". Le coordinate RGB del bianco sono 255 255 255.

Uso, simbolismo, espressioni colloquialiModifica

  • Nel linguaggio comune, il termine "bianco" si riferisce a quella parte della popolazione mondiale che è originaria del continente europeo. La loro pelle, infatti, ha solitamente una carnagione chiara, dal rosa al marrone chiaro. Negli Stati Uniti d'America questo fenotipo viene chiamato anche caucasico.
  • Il rumore bianco, in acustica, è un suono contenente tutte le frequenze udibili, e viene chiamato "bianco" per analogia con il colore bianco che contiene tutte le frequenze visibili.
  • Nella tradizione cinese e indiana, il bianco è il colore del lutto, della morte e dei fantasmi.
  • Il bianco è il colore tradizionale della sposa nei matrimoni occidentali e in Giappone.
  • Nella liturgia cattolica il bianco è il colore gioioso e festivo usato per i paramenti liturgici nelle solennità del Signore e della Madonna, nel tempo di Natale e nel tempo di Pasqua, nella celebrazione dei santi non martiri, nei battesimi e nei matrimoni.
  • Secondo l'Apocalisse di Giovanni 7, 13-14, il bianco è il colore della purezza ottenuta col sacrificio fino al martirio: «Poi uno degli anziani mi rivolse la parola, dicendomi: "Chi sono queste persone vestite di bianco e da dove sono venute?" Io gli risposi: "Signor mio, tu lo sai". Ed egli mi disse: "Sono quelli che vengono dalla grande tribolazione. Essi hanno lavato le loro vesti, e le hanno imbiancate nel sangue dell'Agnello."»
  • Il bianco è spesso associato al Conservatorismo (come opposizione al Comunismo), dagli anni che seguirono la prima guerra mondiale, con gli scontri tra "rossi" e "bianchi", per esempio nella guerra civile russa e nella guerra civile finlandese.
  • La bandiera bianca è un segno internazionale di arresa o armistizio, cioè simbolo di intenti pacifici in tempo di guerra.
  • Il nastro bianco è vestito dai movimenti che denunciano le violenze contro le donne. È anche il segno delle femministe ed è stato il simbolo della pace in Québec, all'inizio del 2003, come opposizione popolare alla guerra in Iraq.
  • "Mostrare la penna bianca" è segno di codardia. Nelle lotte di galli, una penna bianca sulla coda è considerata segno di un incrocio inferiore. All'inizio della Prima Guerra Mondiale, le donne del Regno Unito venivano incoraggiate a regalare una penna bianca agli uomini che non si erano arruolati come volontari.
  • Il bianco è anche il colore di uno dei due giocatori in vari giochi da tavolo di strategia, come il go, gli scacchi, e la dama.
  • In politica il bianco è il colore ufficiale dei partiti con ideali che si rifanno alla Democrazia Cristiana, tant'è che questa veniva soprannominata "La Balena bianca".
  • Al pronto soccorso il codice di accesso bianco significa nessuna urgenza, tempo di attesa indefinito.
  • Il bianco è il colore sociale della squadra di calcio del Real Madrid.
  • Il bianco è il colore della neve e di alcune nuvole perché certi tipi di nuvole sono, invece, di colore grigio.
  • In Cromoterapia è utilizzato per attenuare la sensazione di solitudine, chiarire le idee, trasmettere sensazioni di libertà e alleviare la tensione emotiva.
  • Nell'arte africana, il bianco sta a significare la vita eterna.

Bianco nell'araldicaModifica

Arthur Charles Fox-Davies ha insistito sul fatto che il bianco possa essere considerato come smalto separato dal suo uso a rappresentare l'argento. Infatti molti lambelli portati sulle braccia tra i sostenitori dei membri della famiglia reale inglese, diversi da quelli per il monarca, sono di colore bianco.

NoteModifica

  1. ^ bianco, in Treccani.it – Vocabolario Treccani on line, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 15 marzo 2011.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica