Biandrate

comune italiano
Disambiguazione – Se stai cercando la famiglia comitale, vedi Conti di Biandrate.

Biandrate (Biandraa in dialetto locale e Biandrà in piemontese) è un comune italiano di 1 341 abitanti della provincia di Novara in Piemonte.

Biandrate
comune
Biandrate – Stemma
Biandrate – Bandiera
Biandrate – Veduta
Biandrate – Veduta
Veduta
Localizzazione
StatoBandiera dell'Italia Italia
Regione Piemonte
Provincia Novara
Amministrazione
SindacoLuciano Pigat (lista civica) dall'8-5-2012
Territorio
Coordinate45°27′N 8°28′E
Altitudine160 m s.l.m.
Superficie12,45 km²
Abitanti1 341[1] (31-1-2024)
Densità107,71 ab./km²
FrazioniMarangana
Comuni confinantiCasalbeltrame, Casalino, Recetto, San Nazzaro Sesia, San Pietro Mosezzo, Vicolungo
Altre informazioni
Cod. postale28061
Prefisso0321
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT003018
Cod. catastaleA844
TargaNO
Cl. sismicazona 4 (sismicità molto bassa)[2]
Cl. climaticazona E, 2 628 GG[3]
Nome abitantiBiandratesi
Patronosan Sereno di Marsiglia
Giorno festivoprima domenica di agosto
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Biandrate
Biandrate
Biandrate – Mappa
Biandrate – Mappa
Posizione di Biandrate nel territorio della provincia di Novara
Sito istituzionale

Simboli

modifica

Lo stemma è stato riconosciuto con decreto del Capo del Governo del 18 agosto 1928.[4] Nello stemma è raffigurato, in campo di rosso, un cavaliere armato di tutto punto d'argento al galoppo, accompagnato in capo da tre stelle di cinque raggi d'oro, ordinate in fascia. Il gonfalone è un drappo di rosso.

Monumenti e luoghi d'interesse

modifica
 
La chiesa parrocchiale di San Colombano

Architetture religiose

modifica
  • Chiesa parrocchiale di San Colombano, dedicata al santo missionario irlandese[5].
  • Chiesa di Santa Caterina (XVIII secolo)
  • Santuario della Madonna della Preiera (XVIII secolo)

Architetture civili

modifica
  • Palazzo Comunale (XVIII secolo)
  • Resti del Castello di Biandrate (XI secolo)[6]

Società

modifica

Polo logistico Esselunga. A Biandrate è presente anche una delle 10 sedi regionali della società Lidl Italia.

Evoluzione demografica

modifica

Abitanti censiti[7]

Infrastrutture e trasporti

modifica

Fra il 1884 e il 1933 Biandate era servita da una stazione tranviaria che fungeva da località di diramazione fra la tranvia Vercelli-Biandrate-Fara e la linea per Novara.

Amministrazione

modifica

Di seguito è presentata una tabella relativa alle amministrazioni che si sono succedute in questo comune.

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
18 gennaio 1988 24 maggio 1990 Luciano Pigat Democrazia Cristiana Sindaco [8]
24 maggio 1990 24 aprile 1995 Luciano Pigat Democrazia Cristiana Sindaco [8]
24 aprile 1995 14 giugno 1999 Luca Fabrizio De Feo centro-destra Sindaco [8]
14 giugno 1999 14 giugno 2004 Luca Fabrizio De Feo centro-destra Sindaco [8]
14 giugno 2004 8 giugno 2009 Alessandra Zanaria lista civica Sindaco [8]
8 giugno 2009 10 giugno 2011 Edoarda Trevisan lista civica Sindaco [8]
10 giugno 2011 7 maggio 2012 Patrizia Bianchetto Comm. straordinario [8]
7 maggio 2012 in carica Luciano Pigat lista civica Sindaco [8]
  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 gennaio 2024 (dato provvisorio).
  2. ^ Classificazione sismica (XLS), su rischi.protezionecivile.gov.it.
  3. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1º marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 1º gennaio 2017).
  4. ^ Biandrate, su Archivio Centrale dello Stato. URL consultato il 10 febbraio 2024.
  5. ^ Storia della parrocchia di Biandrate sul portale Saintcolumban.eu
  6. ^ Andenna, 1982.
  7. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  8. ^ a b c d e f g h http://amministratori.interno.it/

Bibliografia

modifica
Approfondimenti

Voci correlate

modifica

Altri progetti

modifica

Collegamenti esterni

modifica
Controllo di autoritàVIAF (EN237433187
  Portale Piemonte: accedi alle voci di Wikipedia che parlano del Piemonte