Apri il menu principale

Biblioteconomia

Disciplina che studia l'organizzazione e il funzionamento delle biblioteche nelle sue diverse articolazioni

La biblioteconomia /bibljotɛkonoˈmia, -te-/[1][2] è la disciplina che studia l'organizzazione delle biblioteche. Il suo campo di indagine va dallo studio dell'acquisizione dei beni librari o di risorse informative alla loro catalogazione, indicizzazione e conservazione, dalla localizzazione delle biblioteche alle procedure di accessibilità ai servizi da esse offerte.

Indice

EtimologiaModifica

Il termine deriva dalle parole greche: βιβλίον (biblíon, "libro", "opera"), θήκη (théke, "scrigno", "ripostiglio") e νόμoς ("nomos", "legge").

Tipi di bibliotecaModifica

In biblioteconomia si distinguono alcuni tipi di biblioteca:

  • Biblioteca nazionale, di proprietà statale, il cui scopo è quello di preservare e documentare il patrimonio librario e documentario di una comunità nazionale;
  • Biblioteca pubblica, che può essere di proprietà statale, regionale o locale, è accessibile a tutti (senza limiti di età) e vede prevalere l'aspetto della fruizione su quello della conservazione; In Italia sono tali le biblioteche dipendenti dai Comuni.
  • Biblioteca specializzata, che presenta cioè un corpus di documenti limitato a un determinato ambito (es. biblioteca musicale, biblioteca di storia locale ecc.)
  • Biblioteca specialistica, l'accesso alla quale è limitato a determinate categorie di persone (es. biblioteca di dipartimento universitario, biblioteca di centro di ricerca ecc.)

NoteModifica

BibliografiaModifica

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàLCCN (ENsh85076723 · GND (DE4006465-7 · BNF (FRcb119316669 (data)
  Portale Storia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di storia