Biglia (famiglia)

Crown of italian marquess (corona normale).svg
Biglia
Stato
Flag of Milan.svg
Ducato di Milano
Titoli
  • Marchesi del Sacro Romano Impero (1628)
  • Conti feudatari di Saronno (1525)
  • Feudatari di Mezzana, Balossa e Pagazzano
Data di fondazioneXVI secolo
Etniaitaliana

I Biglia (o Bigli nella forma antica) furono una famiglia della nobiltà milanese, che per secoli ebbe forte influenza sulla città.

Origini e storiaModifica

La famiglia fece fortuna nell'ultima parte della dominazione sforzesca del milanese quando, nel 1525, il duca Francesco II Sforza concesse loro il feudo di Saronno col titolo di conte. Ancora oggi nello stemma comunale di Saronno campeggia sopra il castello ammattonato di rosso, una biglia di nero a ricordo di questa famiglia.

Diversi suoi esponenti ricoprirono poi cariche importanti in magistrature e uffici governativi del periodo del dominio spagnolo sul ducato di Milano, contraendo matrimoni con casate di rilievo come i Borromeo ed i Confalonieri. La famiglia ottenne il titolo di marchese del Sacro Romano Impero nel 1623. Fulvia (1742 - 1828?), dama dell'Ordine della croce stellata e ultima discendente della sua illustre casata, nel 1759 sposò il marchese Tiberio Crivelli, alla cui famiglia vennero trasferiti i possedimenti familiari di Balossa e Pagazzano, già di proprietà del suocero Vitaliano Bigli (1731 - 1804). Il feudo di Paganazzano nello specifico era pervenuto ai Biglia dai Visconti.

Tra le altre residenze, i Biglia furono proprietari di Palazzo Bigli e di Palazzo Bigli Samoyloff a Milano, del Castello di Pagazzano e di quello di Corneliano Bertario, nonché Villa Gaia a Robecco sul Naviglio per tre generazioni nel XVIII secolo.

NoteModifica


Collegamenti esterniModifica