Apri il menu principale

Biglietto di stato

Il biglietto di stato, o nota di stato, è una cartamoneta emessa direttamente dallo Stato tramite la propria zecca e non fatta stampare da una banca centrale come oggi avviene per le banconote: per gli euro la Banca centrale europea, per i dollari USA la Federal Reserve.

Indice

Esempi di biglietti di statoModifica

 
Biglietto di Stato da 500 lire firmate dal Direttore generale del Tesoro e non dal governatore della Banca d'Italia

Esempi di biglietto di stato sono le 500 lire del 1966, stampate direttamente dall'Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato o i dollari fatti stampare dal presidente Lincoln durante la guerra di secessione (il cosiddetto greenback, o più propriamente Demand Note) e, un secolo più tardi, dal presidente Kennedy tramite l'ordine esecutivo 11110, stampati senza l'ausilio della Federal Reserve.

Le monete e le note di stato oggiModifica

 
Biglietto di stato da 5 lire

Oggi lo Stato italiano non emette note di stato, ma emette monete metalliche di stato in quanto le monete metalliche degli euro non sono emesse dalla Banca Centrale Europea bensì coniate dagli stati membri.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Economia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di economia