Bigorio
frazione
Bigorio – Veduta
Localizzazione
StatoSvizzera Svizzera
CantoneFlag of Canton of Tessin.svg Ticino
DistrettoLugano
ComuneCapriasca
Territorio
Coordinate46°04′31″N 8°57′00″E / 46.075278°N 8.95°E46.075278; 8.95 (Bigorio)Coordinate: 46°04′31″N 8°57′00″E / 46.075278°N 8.95°E46.075278; 8.95 (Bigorio)
Altitudine548 m s.l.m.
Abitanti
Altre informazioni
Fuso orarioUTC+1
TargaTI
Cartografia
Mappa di localizzazione: Svizzera
Bigorio
Bigorio

Bigorio è una frazione del comune svizzero di Capriasca, nel Canton Ticino (distretto di Lugano).

Geografia fisicaModifica

StoriaModifica

È stato frazione del comune di Sala Capriasca fino al 2001, quando il comune è stato accorpato agli altri comuni soppressi di Cagiallo, Lopagno, Roveredo, Tesserete e Vaglio per formare il nuovo comune di Capriasca.

Monumenti e luoghi d'interesseModifica

Architetture religioseModifica

 
Via Crucis

Architetture civiliModifica

  • Abitazione unifamiliare costruita in calcestruzzo armato da Francesco A. van Kuik nel 1972[senza fonte];
  • Casa eredi di Giorgio Torricella, primo esempio di casa di vacanza sui monti[2], eretta prima del 1900 e ampliata nel 1926[senza fonte];
  • Casa Emilio Bianchi, edificio parallelepipedo in pietra a vista, ulteriore esempio di casa di vacanza estiva sui monti[2];
  • Casa di Alma Chiesa in località Monti di Bigorio, esempio di casa di vacanza borghese costruita nel 1930[3].

NoteModifica

  1. ^ a b c Antonio Gili, Bigorio, in Dizionario storico della Svizzera, 13 novembre 2002. URL consultato il 15 ottobre 2017.
  2. ^ a b Kocherhans, 2011, p. 48.
  3. ^ Kocherhans, 2011, p. 50.

BibliografiaModifica

  • Edoardo Agustoni, Ivano Proserpi, Il Santuario di Santa Maria dei Miracoli e il suo apparato decorativo, in Santa Maria dei Miracoli, Morbio Inferiore: arte, storia, messaggio, Morbio Inferiore 2003, 45-84.
  • Edoardo Villata, Magatti ticinese, vecchio e nuovo, in «Arte&Storia», anno 8, numero 43, Edizioni Ticino Management, Lugano 2009; Idem, La tela dell'Assunta al Bigorio. Precisazioni e meditazioni sulle opere del convento ticinese, in «Arte&Storia», anno 8, numero 47, Edizioni Ticino Management, Lugano 2010; Idem, Petrini inedito e seriale. Un nuovo Cristo crocifisso al Bigorio, in Arte&Storia, anno 11, anno 49, Edizioni Ticino Management, Lugano 2010.
  • Yvonne Kocherhans, Die Enteckung der Tessiner Maiensässe als Ferienlandschaft in frühen 20.Jahrhundert, in «Arte e Architettura in Svizzera», anno 62, numero 2, SSAS, Berna 2011.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN233884579
  Portale Ticino: accedi alle voci di Wikipedia che parlano del Ticino