Bill Curry

Bill Curry
Bill Curry 2013.jpg
Curry nel 2013
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Football americano American football pictogram.svg
Ruolo centro, capo-allenatore
Termine carriera 1974 - giocatore
Carriera
Giovanili
Georgia Tech Yellow Jackets
Squadre di club
1964-1966Green Bay Packers
1967-1972Baltimore Colts
1973Houston Oilers
1974Los Angeles Rams
Carriera da allenatore
1980-1986Georgia Tech Yellow Jackets
1987-1989Alabama Crimson Tide
1990-1996Kentucky Wildcats
2008-2012Speed blue White.svg Georgia State Panthers
Statistiche
Partite 123
Partite da titolare 87
Palmarès
Super Bowl 2
Per maggiori dettagli vedi qui
 

William Alexander Curry (College Park, 21 ottobre 1943) è un ex giocatore di football americano e allenatore di football americano statunitense che ha militato nel ruolo di centro nella National Football League (NFL).

CarrieraModifica

Curry fu scelto dai Green Bay Packers nel 20º giro del Draft NFL 1965.[1] Nella sua prima stagione vinse il campionato NFL, ripetendosi l'anno successivo nel Super Bowl I dove partì come centro titolare nella vittoria per 35-10 sui Kansas City Chiefs al Los Angeles Memorial Coliseum. Nell'Expansion Draft NFL 1967 fu selezionato dai neonati New Orleans Saints ma fu scambiato un mese dopo con i Baltimore Colts. Anche con essi divenne il centro titolare, vincendo il campionato NFL 1968 ma perdendo a sorpresa il Super Bowl III contro i New York Jets dell'American Football League. Due anni dopo i Colts si rifecero vincendo il Super Bowl V battendo per 16-13 i Dallas Cowboys. Nel 1973 passò agli Houston Oilers dove subì un gravissimo infortunio in uno scontro con Merlin Olsen. Anche se non si ritirò fino all'agosto 1975, quell'infortunio alla gamba pose di fatto fine alla sua carriera. In seguito divenne un allenatore nella NCAA.

PalmarèsModifica

Green Bay Packers: 1965, 1966
Baltimore Colts: 1968
Green Bay Packers: I
Baltimore Colts: V
Baltimore Colts: 1970

NoteModifica

  1. ^ (EN) Pro Football Draft History: 1965, Pro Football Hall of Fame. URL consultato il 6 aprile 2013.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN11979038 · ISNI (EN0000 0000 8357 0068 · LCCN (ENno2002079047 · GND (DE142059226 · WorldCat Identities (ENlccn-no2002079047