Apri il menu principale
Hjalmar Riiser-Larsen (a sinistra) e Birger Fredrik Motzfeldt.

Birger Fredrik Motzfeldt (Nesna, 22 febbraio 18983 settembre 1987) è stato un generale norvegese.

BiografiaModifica

Era il figlio di ufficiale giudiziario Birger Fredrik Motzfeldt, e di sua moglie, Augusta Marie Andersen. È stato sposato due volte, la sua seconda moglie era la scultrice di vetro Benny Anette Berg-Nilsen[1].

CarrieraModifica

Motzfeldt divenne un ufficiale nel 1920 e poi servì nel reggimento della Guardia di Sua Maestà il Re e nella Fortezza di Akershus. Insegnò presso la scuola di formazione dell'aviazione dell'esercito (1924-1925 e 1932-1935). Fu aiutante di campo di Haakon VII (1935-1938)[1][2].

Quando i tedeschi invasero la Norvegia nel mese di aprile 1940, Motzfeldt era negli Stati Uniti al fine di acquisire più aeromobili per la Norwegian Army Air Service. Successivamente è stato nominato assistente addetto all'aria negli Stati Uniti. Tra le sue iniziative vi era la costituzione del campo di addestramento dei piloti Little Norway. Tornò a Londra nel 1941 e prese parte allo sviluppo della Royal Norwegian Air Force in esilio in Gran Bretagna.

Durante la Guerra Fredda contribuì allo sviluppo di una forza aerea moderna in Norvegia. È stato promosso al grado di maggiore generale nel 1953 e a tenente generale nel 1955[1]. Fu nominato capo della Royal Norwegian Air Force (1955-1960)[1][3].

OnorificenzeModifica

NoteModifica

  1. ^ a b c d (NO) Ulf Larsstuvold, B F Motzfeldt, in Helle, Knut (a cura di), Norsk biografisk leksikon, Oslo, Kunnskapsforlaget. URL consultato il 18 luglio 2014.
  2. ^ (NO) Steenstrup, Bjørn (a cura di), Motzfeldt, Birger Fredrik, in Hvem er hvem?, Oslo, Aschehoug, 1973, pp. 394. URL consultato il 18 luglio 2014.
  3. ^ (NO) Asbjørn Jaklin, Isfront. Den kalde krigen i nord, Oslo, Gyldendal, 2009, p. 135, ISBN 978-82-05-37809-4.