Apri il menu principale
Björn Runge nel 2013.

Björn Lennart Runge (Lysekil, 26 giugno 1961) è un regista e sceneggiatore svedese.

Indice

BiografiaModifica

Nato nel 1961 a Lysekil, Runge ha iniziato a lavorare come regista all'età di vent'anni. Dal 1986 al 1989 ha studiato al Dramatiska Institutet di Stoccolma, laureandosi in regia.[1]

Nel 1991 ha diretto il cortometraggio Greger Olsson köper en bil, mentre nel 1996 ha girato il suo primo lungometraggio, Harry och Sonja.

Nel 2004 Runge ha vinto due Guldbagge Award, come miglior regista e miglior sceneggiatore, per il film Alle prime luci dell'alba (2003).[2] Nello stesso anno il lungometraggio è stato anche candidato come miglior film agli stessi Guldbagge Award e ha vinto il Premio l'angelo azzurro al Festival internazionale del cinema di Berlino.[2][3]

Nel 2005 ha diretto e sceneggiato il film Mun mot mun, che è stato candidato per il Nordic Council Film Prize e ai Guldbagge Award come miglior film, miglior regia e miglior sceneggiatura.[4][5]

Nel 2017 ha diretto The Wife - Vivere nell'ombra, lungometraggio sceneggiato da Jane Anderson, adattando l'omonimo romanzo di Meg Wolitzer, e interpretato da Glenn Close. Per il suo ruolo nel film, quest'ultima ha vinto il Golden Globe per la migliore attrice in un film drammatico ed è stata candidata all'Oscar alla miglior attrice.[6][7]

FilmografiaModifica

RegistaModifica

SceneggiatoreModifica

NoteModifica

  1. ^ (SV) Björn Runge, Svenska Filminstitutet, 23 settembre 2017. URL consultato il 25 gennaio 2019.
  2. ^ a b (SV) Arkiv - Guldbaggen 2003, guldbaggen.se. URL consultato il 25 gennaio 2019.
  3. ^ (DE) Berlinale 2004: Alle Preisträger im Überblick, Der Spiegel, 16 febbraio 2004. URL consultato il 25 gennaio 2019.
  4. ^ (EN) Pia Lundberg, Bier, Boe and Fares vie for Nordic prize, Variety, 14 settembre 2006. URL consultato il 25 gennaio 2019.
  5. ^ (SV) Arkiv - Guldbaggen 2005, guldbaggen.se. URL consultato il 25 gennaio 2019.
  6. ^ (EN) Winners & Nominees - Wife, The, goldenglobes.com. URL consultato il 25 gennaio 2019.
  7. ^ (EN) Kimberly Nordyke, Oscars: 'Roma,' 'Favourite' Top Nominations With 10 Apiece, The Hollywood Reporter, 22 gennaio 2019. URL consultato il 25 gennaio 2019.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN51671814 · ISNI (EN0000 0000 5172 2944 · LCCN (ENn2017059965 · GND (DE1069795798