Blackbear

Blackbear
NazionalitàStati Uniti Stati Uniti
GenereHip hop[1]
Contemporary R&B[2]
Periodo di attività musicale2006 – in attività
StrumentoVoce, chitarra, pianoforte
EtichettaInterscope, Beartrap, Island
Album pubblicati4
Studio4
Logo ufficiale
Sito ufficiale

Blackbear, pseudonimo di Matthew Tyler Musto (Daytona Beach, 27 novembre 1990), è un cantante, rapper e produttore discografico statunitense.

È famoso per aver collaborato con artisti come Gnash, Justin Bieber, G-Eazy, Mike Posner, i Palisades, Machine Gun Kelly, Rivers Cuomo, Childish Gambino, Billie Eilish, Pharrell Williams, e Miley Cyrus.[3]

Ha inoltre co-scritto la canzone di Justin Bieber, Boyfriend, che raggiunse la seconda posizione della Billboard Hot 100.[4]

BiografiaModifica

Originario di Daytona Beach, si è trasferito inizialmente a Palm Coast[5][6][7], poi ad Atlanta e successivamente a Los Angeles.

Inizi (2006-2014)Modifica

Al liceo, Musto era il cantante del gruppo rock Polaroid, con cui ha pubblicato l'album, Paint the Town, l'EP, Inside and Out e il demo The Cure Demo. Tutti e tre i dischi uscirono sotto la Leakmob Records.

Dopo aver lasciato i Polaroid, Musto ha iniziato la sua carriera da solista quando si è trasferito ad Atlanta per lavorare con Ne-Yo.[8] Tra il 2008 e il 2010, pubblica tre EP, Brightness, Contrast ed Exposure, mentre nel 2011, ne pubblica un altro dal titolo, Year of the Blackbear. Nell'autunno 2011, ha deciso di prendere il soprannome di Blackbear e usarlo come pseudonimo per fare musica. La prima canzone ad essere pubblicata con questo pseudonimo è "Marauder Music" di Mike Posner, pubblicata nel novembre dello stesso anno.[9]

Nel 2012 co-scrive Boyfriend di Justin Bieber che ha venduto oltre 3.126.000 copie ed ha raggiunto la seconda posizione nella Billboard Hot 100.[10] Sempre nel 2012, pubblica gli EP, Foreplay e Sex.[11] Successivamente appare nell'album Lace Up di Machine Gun Kelly, nella canzone End of the Road. Nell'aprile del 2014, pubblica l'EP, The Afterglow.[12]

Nel 2014 Blackbear è diventato uno dei primi artisti indipendenti a monetizzare lo streaming su SoundCloud.[13]

Deadroses e Help (2015)Modifica

Il 14 febbraio 2015 esce il primo album in studio, Deadroses.[14]

Il secondo album, Help, è stato pubblicato il 27 novembre 2015.[15] Anche se Help non ha eguagliato il successo di Deadroses, il brano "Different Hos" è apparso diverse volte sul profilo Snapchat di Kylie Jenner.

Drink Bleach e Cashmere Noose (2016)Modifica

Il 20 aprile 2016 esce l'EP Brink Bleach[16], seguito il 2 agosto da Cashmere Noose.

Lo stesso anno collabora con Olivia O'Brien per il singolo "Root Beer Float"[17] e pubblica il freestyle "If I Could I Would Feel Nothing", che alla fine è diventato un singolo promozionale del secondo album in studio.[18]

Mansionz, Digital Druglord, e Cybersex (2016-presente)Modifica

Alla fine del 2016 forma insieme a Mike Posner il duo Mansionz. Il singolo di debutto "STFU" è stato pubblicato il 9 dicembre 2016, seguito da "Rich White Girls" e "Dennis Rodman".[19]

Sempre nel 2016, Musto andò in ospedale per quello che pensava fosse un reflusso acido, invece gli venne diagnosticata una pancreatite necrotica che lo ha costretto a rimanere in ospedale. Mentre era in ospedale ha scritto Digital Druglord, sulla base delle sue esperienze con alcol e droghe. In un'intervista a Noisey afferma che la copertina del suo album non vuole esaltare l'uso di farmaci, ma è dovuta al fatto che ora deve prendere i farmaci per sopravvivere a causa della sua malattia.[7]

Il primo singolo dell'album, Do Re Mi, è stato pubblicato il 17 marzo 2017.[20] Il 2 aprile 2017, poco prima dell'uscita di Digital Druglord, ha pubblicato l'EP acustico Salt. Digital Druglord è stato rilasciato il 20 dello stesso mese.

Tra il 2016 e il 2017 ha collaborato con i Linkin Park al brano Sorry for Now e con Jacob Sartorius e Phoebe Ryan.[21] Firmò, inoltre, un contratto di distribuzione da 10 milioni di dollari con la Interscope il 22 giugno 2017.[22]

Il secondo album in studio, Cybersex, è stato pubblicato il 27 novembre 2017.[23]

Nel 2018 ha collaborato con Mike Shinoda al brano About You, contenuto nell'album Post Traumatic e per il quale è stato realizzato un videoclip.[24]

DiscografiaModifica

Album in studioModifica

  • 2015 – Deadroses
  • 2015 – Help
  • 2017 – Digital Druglord
  • 2017 – Cybersex
  • 2019 – Anonymous

Album collaborativiModifica

  • 2016 – Hotel Motel (con Mod Sun)
  • 2017 – Mansionz (con Mike Posner)
  • 2018 – 24bears (con 24hrs)

MixtapeModifica

  • 2012 – Sex
  • 2015 – "Black Friday 2"

EPModifica

  • 2008 – Brightness
  • 2009 – Contrast
  • 2010 – Exposure
  • 2011 – Year of the Blackbear
  • 2012 – Foreplay
  • 2014 – The Afterglow
  • 2015 – Dead
  • 2016 – Drink Bleach
  • 2016 – Cashmere Noose
  • 2017 – Salt

SingoliModifica

NoteModifica

  1. ^ (EN) Jon Caramanica, Blackbear Is Not Quite the Sum of His Parts on 'Cybersex', The New York Times, 22 novembre 2017. URL consultato il 16 febbraio 2019.
  2. ^ (EN) Macklin Stern, Rapper and R&B Singer Blackbear is Reinvention, Personified, Complex, 17 aprile 2018. URL consultato il 16 febbraio 2019.
  3. ^ (EN) Who Is Blackbear And Why Do Your Faves Love Him?, in PopBuzz. URL consultato il 2 agosto 2018.
  4. ^ Justin Bieber's 'Boyfriend' Debuts at No. 2 on Hot 100, in Billboard. URL consultato il 2 agosto 2018.
  5. ^ (EN) Olivia Deiter, Blackbear, in the Torch. URL consultato il 2 agosto 2018.
  6. ^ (EN) eMinor, Mat Musto | Rock from Atlanta, GA, su ReverbNation. URL consultato il 2 agosto 2018.
  7. ^ a b (EN) blackbear Is Extremely Famous, Even If You Don't Know Who He Is, in Noisey, 14 novembre 2017. URL consultato il 2 agosto 2018.
  8. ^ (EN) The Pop Star Who Never Wanted To Be Famous: An Interview With Blackbear, in PigeonsandPlanes. URL consultato il 2 agosto 2018.
  9. ^ (EN) Internet Archive Search: creator:"Matthew Tyler Musto", su archive.org. URL consultato il 2 agosto 2018.
  10. ^ (EN) Justin Bieber Releases New Single, ‘Boyfriend’ [Audio], in The Inquisitr, 26 marzo 2012. URL consultato il 2 agosto 2018.
  11. ^ (EN) Blackbear's 'Sex The Mixtape' Features Collabs With Mike Posner, T. Mills, And Other Really Famous People, in MTV News. URL consultato il 2 agosto 2018.
  12. ^ The Afterglow - EP di blackbear, 20 aprile 2014. URL consultato il 2 agosto 2018.
  13. ^ SoundCloud Debuts Monetization Play With 'On SoundCloud', Announces $100 Million In Funding, in Billboard. URL consultato il 2 agosto 2018.
  14. ^ (EN) Did Blackbear Discretely Drop The Album Of The Year?, in redleafgoldteeth., 29 luglio 2015. URL consultato il 2 agosto 2018.
  15. ^ (EN) Help by blackbear, 27 novembre 2015. URL consultato il 2 agosto 2018.
  16. ^ (EN) Drink Bleach - EP by blackbear, 20 aprile 2016. URL consultato il 2 agosto 2018.
  17. ^ Olivia O'Brien Releases Sugary 'Root Beer Float,' Feat. blackbear: Exclusive Premiere, in Billboard. URL consultato il 2 agosto 2018.
  18. ^ (EN) blackbear on Twitter, in Twitter. URL consultato il 2 agosto 2018.
  19. ^ (EN) G-Eazy and CyHi The Prynce Show Up on Mansionz’s New Album - XXL, su XXL Mag. URL consultato il 2 agosto 2018.
  20. ^ (EN) blackbear – do re mi. URL consultato il 2 agosto 2018.
  21. ^ (EN) Linkin Park in the studio with Blackbear, in LP Association Forums. URL consultato il 2 agosto 2018.
  22. ^ blackbear su Instagram: "rly big day for me i leased the rights to digital druglord & my next album to interscope records for over 10 million dollars :) no 360 s/o…", su Instagram. URL consultato il 2 agosto 2018.
  23. ^ (EN) cybersex by blackbear, 27 novembre 2017. URL consultato il 2 agosto 2018.
  24. ^ (EN) Jon Blistein, Mike Shinoda Gets Brutally Honest on New Song 'About You', Rolling Stone, 26 aprile 2018. URL consultato il 26 aprile 2018.

Collegamenti esterniModifica