Blandfordia

(Reindirizzamento da Blandfordiaceae)
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Blandfordia
Blandfordia grandiflora-Minchen.jpg
Blandfordia grandiflora[1]
Classificazione APG IV
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
(clade) Angiosperme
(clade) Mesangiosperme
(clade) Monocotiledoni
Ordine Asparagales
Famiglia Blanfordiaceae
R.Dahlgren & Clifford
Genere Blandfordia
Sm., 1804
Classificazione Cronquist
Deletion icon.svg taxon non contemplato
Specie
Areale
Map-Blandfordiaceae.PNG

Blandfordia Sm., 1804[2] è un genere di angiosperme monocotiledoni endemico dell'Australia. È l'unico genere della famiglia Blandfordiaceae.[3][4]

Le piante di questo genere sono comunemente chiamate Christmas Bells ("campane di Natale") per la forma dei loro fiori e per il fatto che in Australia fioriscono in tale periodo.

Il genere Blandfordia è stato così nominato dal botanico inglese James Edward Smith nel 1804 in onore di George Spencer-Churchill, V duca di Marlborough, Marchese di Blandford.

Distribuzione e habitatModifica

Il genere è presente in Australia orientale (Nuovo Galles del Sud, Queensland e Tasmania).[4]

TassonomiaModifica

Il genere comprende le seguenti specie:[4]

NoteModifica

  1. ^ Illustrata da Edward Minchen (Large Christmas Bells), da: J.H. Maiden, The Flowering Plants and Ferns of New South Wales - Parte 5, New South Wales Government Printing Office, 1896.
  2. ^ James Edward Smith, Exotic Botany. Consisting of Coloured Figures, and Scientific Descriptions of such New, Beautiful, or Rare Plants as are Worthy of Cultivation in the Gardens of Britain; with Remarks on Their Qualities, History, and Requisite Modes of Treatment, London, 1: 5. 1804 (01-12-1804).
  3. ^ (EN) The Angiosperm Phylogeny Group, An update of the Angiosperm Phylogeny Group classification for the ordines and families of flowering plants: APG IV, in Botanical Journal of the Linnean Society, vol. 181, n. 1, 2016, pp. 1–20.
  4. ^ a b c (EN) Blandfordia, su Plants of the World Online, Royal Botanic Gardens, Kew. URL consultato il 26 febbraio 2021.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica