Bloody Sunday (1920)

Bloody Sunday (in italiano Domenica di sangue) è un'espressione che indica la rappresaglia armata messa in atto dall'esercito britannico il 21 novembre 1920 a Dublino sulla folla di Croke Park durante l'incontro di calcio gaelico fra le contee di Dublino e Tipperary, a seguito dell'uccisione di 14 agenti segreti britannici dai membri della squadra di Michael Collins.

Morirono 14 spettatori (di cui due schiacciati dalla folla in preda al panico) e un giocatore del Tipperary, Michael Hogan, a cui ora è dedicata una tribuna. Nello stesso giorno, tre uomini, due membri dell'organizzazione di Collins (Dick McKee, comandante della Dublin Brigade dell'IRA e Peadar Clancy), e un terzo creduto inizialmente anch'esso membro dell'organizzazione, furono uccisi (come riferirono le autorità "mentre cercavano di scappare") nella caserma in cui erano stati rinchiusi in stato di arresto la sera precedente: questo portò a un totale di 36 le vittime della giornata.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàLCCN (ENsh2006005276 · J9U (ENHE987007566397805171