Apri il menu principale
Blu Basket 1971
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Segni distintivi
Uniformi di gara
Kit body.png
Kit body basketball.png
Kit shorts.png
Kit shorts.svg
Casa
Kit body.png
Kit body basketball.png
Kit shorts.png
Kit shorts.svg
Trasferta
Colori sociali Bianco e Blu.svg Bianco e blu
Dati societari
Città Treviglio
Paese Italia Italia
Confederazione FIBA Europe
Federazione FIP
Campionato Serie A2
Fondazione 1971
Denominazione Or.Sa.
(1971-1986)
Bergamasca Country Basket Treviglio
(1986-1999)
Treviglio Basket
(1999-2006)
Blu Basket 1971
(dal 2006)
Presidente Gianfranco Testa
General manager Euclide Insogna
Allenatore Adriano Vertemati
Impianto PalaFacchetti
(2,880 posti)
Sito web www.blubasket.it

La Blu Basket 1971 è la principale società di pallacanestro maschile di Treviglio, in provincia di Bergamo. Milita nel campionato di Serie A2.

Indice

StoriaModifica

La nascita della squadra cestistica di Treviglio va fatta risalire al 1971, anno in cui viene creata la P.G.S. Or.Sa. Treviglio; l'acronimo Or.Sa. fa riferimento all'Oratorio Salesiano di Treviglio, al cui interno venne costituita la squadra. La richiesta di affiliazione alla FIP avvenne ufficialmente il 6 settembre 1971. Allenatore era Gianfranco Rubini, Antonio Carminati il presidente. L'Or.Sa. si iscrisse al campionato Juniores.

Il 15 novembre 1975 è la data della prima partita casalinga ufficiale disputata al Palazzetto Zanovello, nel campionato di Promozione (all'epoca settimo livello). Sponsor dell'epoca era Cremascoli. Pietro Colombo era l'allenatore, don Francesco Viganò il presidente. La prima promozione è datata aprile 1980: l'Or.Sa. conquista la Serie C2. Nella stagione 1980-81 viene ingaggiato lo statunitense Bob Lienhard, in passato per otto stagioni alla Pallacanestro Cantù.

Nel 1986 l'Or.Sa. si fonde con la squadra di Osio Sotto, e la nuova denominazione societaria diviene "Bergamasca Country Basket Treviglio". Al termine della stagione 1993-94 viene centrata la prima storica promozione in Serie B d'Eccellenza. Lo sponsor è Acqua di Gaverina, il coach è Silvio Devicenzi e il presidente Massimo Monzani.

Nel 1994 la squadra viene trasferita al palazzetto Sansona di Cassano d'Adda. Lo sponsor è Mauri Formaggi, l'allenatore Massimo Meneguzzo e il presidente Massimo Monzani. Il 6 ottobre 1996 viene inaugurato il PalaTreviglio, che in seguito verrà rinominato PalaFacchetti. Il nuovo presidente è Antonio Pelucchi.

Nel 1999 la società cambia ancora denominazione, assumendo più semplicemente quella di "Treviglio Basket"; allenatore è Guido Saibene. Nel 2006 la società diviene una Società Dilettantistica a Responsabilità Limitata, con la nuova denominazione "Blu Basket 1971"

Nel 2009 si chiude la triennale sponsorizzazione dell'Intertrasport, dalla stagione 2009-10 il nuovo sponsor è Co.mark.

Dal 2011 la società trevigliese partecipa al campionato di Divisione Nazionale A, terzo campionato nazionale per importanza.

Nella stagione 2012-13 la Blubasket Treviglio conquista il diritto di partecipare al campionato di Divisione Nazionale A Silver per l'anno successivo; contestualmente cambia anche lo sponsor principale, Co.Mark lascia e al suo posto subentra Remer Rubinetterie.

Con la riforma dei campionati attuata nel 2015, dalla stagione 2015-16 la società trevigliese disputa la Serie A2.

Nel 2016-2017, guidata da Adriano Vertemati, conclude la stagione regolare al sesto posto del girone Ovest, compiendo la grande impresa di qualificarsi per la prima volta ai play-off per la Serie A, dove viene eliminata al primo turno per 3 a 2 da Trieste[1]

Nella stagione 2018-2019 conclude la regular season al terzo posto nel girone ovest del campionato di Serie A2, accedendo ai playoffs e battendo Roseto agli ottavi di finale per 3-2, guadagnando per la prima volta nella sua storia i quarti di finale dei playoffs di Serie A2. Nei quarti di finale elimina la Scaligera Verona con il punteggio di 3-2 raggiungendo il punto più alto della sua storia accedendo alle semifinali per la promozione in Serie A dove affronta Treviso Basket. La semifinale si conclude con il punteggio di 3-1 in favore di Treviso.

TifoseriaModifica

La tifoseria è principalmente composta e riunita sotto il nome di Rangers Treì, nati nel 1994 per organizzare il tifo trevigliese. Nel 2015 sono nati i Rangers Boys Treì, un gruppo che unisce la maggior parte dei giovani tifosi.

Roster 2019-2020Modifica

Aggiornato al 25 giugno 2019

Naz. Ruolo Sportivo Anno Alt. Peso
7   A Mitja Nikolić 1991 200 97
8   G Davide Reati 1988 193 92
9   P Lorenzo Caroti 1997 185 75
12   G Mattia Palumbo 2000 195 92
13   A Ursulo D'Almeida 2001 200 87
18   A Soma Abati Tourè 2002 195 82
20   C Edoardo Tiberti 1997 205 100
23   G Chris Roberts 1988 193 92
30   P Andrea Siciliano 2002 184 79
32   G Andrea Belotti 2002 188 85
99   C Jacopo Borra 1990 215 100

Staff tecnicoModifica

  • Allenatore: Adriano Vertemati
  • Vice allenatore: Mauro Zambelli
  • Assistente allenatore: Gian Marco Petitto
  • Preparatore atletico: Sebastian Guzzetti
  • Medico: Dr. Roberto Gatti

Staff organizzativoModifica

  • Direttore generale: Euclide Insogna
  • Direttore sportivo: Massimo Gritti
  • Team Manager: Moreno Restori

NoteModifica

  1. ^ Ottavi Playoff A2 Citroën - Trieste e Tortona ultime qualificate ai quarti di finale, in legapallacanestro.com, LNP, 12 maggio 2017. URL consultato il 12 maggio 2017.

Collegamenti esterniModifica