Alexis Korner

musicista inglese
(Reindirizzamento da Blues Incorporated)
Alexis Korner
Alexis-Korner.jpg
Alexis Korner nel 1972
NazionalitàInghilterra Inghilterra
GenereBritish blues
Skiffle
Periodo di attività musicale1957 – 1984
Strumentochitarra
Album pubblicati22

Alexis Korner, all'anagrafe Alexis Andrew Nicholas Koerne (Parigi, 19 aprile 1928Londra, 1º gennaio 1984), è stato un musicista inglese. Costituisce una figura centrale per la nascita e sviluppo di quel genere musicale in Inghilterra conosciuto come British Blues.[1][2] Fu anche produttore e conduttore di programmi radiofonici e televisivi.

IniziModifica

Nato a Parigi da genitori austriaci, nel 1940 si trasferisce a Londra per cercare di scampare dalla Guerra. A Londra impara la musica sia dai dischi che i soldati americani portano con loro, sia nei piccoli club ove si suona jazz, dixieland e blues. Impara a suonare piano e chitarra. Nel 1949 ascolta un altro pioniere della musica americana in Inghilterra, Chris Barber, che con la sua Jazz Band suona la musica dei neri afro-americani, un misto tra jazz e blues con uso di strumenti acustici che prende il nome di skiffle. Questa formazione comprende anche Cyril Davies, voce e armonica. Alexis e Cyril cominciano a suonare in duo, sullo stile di Sonny Terry e Brownie McGhee, riuscendo anche ad incidere alcuni brani.

Anni sessanta - Blues Incorporated e New ChurchModifica

Negli anni sessanta Alexis alterna la sua attività di conduttore televisivo e radiofonico a concerti nei pub, nei piccoli club e nei festival. Nel 1961 Korner and Davies formano la loro band, denominata Blues Incorporated, con musica influenzata dal blues e dal R&B. La Blues Incorporated fu una scuola e una fucina dove si formano (o anche solo suonano), in tempi e modi diversi, quasi tutti i musicisti inglesi che in origine si richiamano al blues: da Charlie Watts a Jack Bruce e Ginger Baker dei Cream, da Long John Baldry a Graham Bond, Ronnie Jones, da Danny Thompson a Dick Heckstall-Smith . Anche altri giovanissimi musicisti partecipano alle sue incisioni, tra gli altri Mick Jagger, Keith Richards e Brian Jones dei futuri Rolling Stones, Robert Plant e Jimmy Page dei futuri Led Zeppelin, Rod Stewart, John Mayall. Nonostante l'abbandono di Cyril Davies nel 1963, la Blues Incorporated continua a suonare e ad incidere dischi, spaziando da una rilettura in chiave elettrica della musica blues fino a proporre anche musica jazz, inserendo nella formazione dei fiatisti, come Dick Heckstall-Smith, Dick Morrissey, John Surman e Mike Zwerin. Parallelamente, Korner si esibisce in duo con il cantante e chitarrista danese Peter Thorup, a nome New Church, incidendo anche dischi.

 
Korner e Thorup

Anni settanta - C.C.S. e SnapeModifica

Nel 1970, Alexis Korner con Peter Thorup decide di ampliare il gruppo, formando una Big Band definita C. C. S., acronimo del "Collective Consciousness Society". Incide quattro dischi e si esibisce in apparizioni televisive. Ha una rubrica di musica fissa alla radio BBC che tiene dal 1976 in poi. Questo è il periodo di maggior successo commerciale per Alexis Korner. Whole Lotta Love e Brother sono le sigle di trasmissioni di successo della BBC. Nel 1973, Korner forma un nuovo gruppo, Snape, con alcuni ex componenti dei King Crimson: Boz Burrell al basso, Mel Collins al sax e Ian Wallace alla batteria. Partecipa a In London di B. B. King e incide Get Off My Cloud con Keith Richards e Nicky Hopkins dei Rolling Stones e con Peter Frampton. Il bassista Colin Hodgkinson collabora con Korner alla registrazione di alcuni brani in Germania. Nel 1978, per i suoi 50 anni, riunisce tanti dei suoi ex-musicisti - amici, per una grande reunion che viene documentata nel doppio LP Birthday Party. Vi partecipano Eric Clapton, Paul Jones, Chris Farlowe, Zoot Money.

Anni ottantaModifica

Nel 1980 fa alcune tournée in Europa e giunge anche in Italia, suonando a Milano, Roma, Venezia e Udine. A supporto di Alexis è la Guido Toffoletti's Blues Society e Paul Jones.

Nel 1981 crea con Ian Stewart, Jack Bruce e Charlie Watts un 'supergruppo' chiamato Rocket 88, con un LP al loro attivo.

FineModifica

Alexis Korner muore a Londra di tumore il 1º gennaio 1984, all'età di 55 anni. Sappho Gillett Korner, sua figlia, è musicista, come pure i figli Nicholas Korner e Damian Korner.

DiscografiaModifica

  • dopo il titolo tra parentesi l'anno di uscita, a seguire i dettagli della registrazione.
  • Sono stati tralasciati i 78 giri e i 45 giri pubblicati.

Gli iniziModifica

  • Ken Coeler's Skiffle Group - Back to the Delta (1954) brani del 1954 su LP da 10"
  • Ken Coeler's Skiffle Group - Ken Coeler's Skiffle Group (1955) brani del 1955 su EP
  • Chris Barber ...in the beginning .... (1997) brani dal 1949 al 1970 - senza Alexis Korner - con Sonny Terry, Brownie McGhee e Sonny Boy Williamson
  • Cyril Davis Blues from The Roundhouse (1957) su LP da 10" ristampato come The Legendary Cyril Davis (1970) e come Alexis Korner & Cyril Davis (1984)
  • Skiffle (2000) antologia di registrazioni storiche 1956-59 - 2 CD con Chris Barber Group e Lonnie Donegan Group
  • Skiffle vol. 2 (2000) 2 CD di registrazioni storiche 1956-57 - con Chris Barber Group e Lonnie Donegan Group

Alexis KornerModifica

  • The BBC Sessions (2003) CD - registrazioni alla BBC dal 1962 al 1983
  • Bootleg Him (1972) 2 LP - CD - dal 1961 al 1971 - inediti con il meglio dei musicisti rock-blues inglesi
  • I Wonder Who? (1966) - CD (1992) - registrazioni del 1966 e del 1967
  • Musically Rich ... and Famous - Anthology 1967-1982 (2003) CD Antologia dal 1967 al 1982 senza inediti
  • A New Generation of Blues (1968) con Steve Miller
  • On the Move (1996) CD - registrazioni del 1968 al 1983 inedite in U.K.
  • Get Off My Cloud (1990) - LP e CD - registrazioni del 1975 con tanti musicisti inglesi
  • ... Meets Jack Daniels (1976) LP - dal vivo in Germania nel 1969 e 1975
  • Alexis Korner and .... 1964-1971 (1992) antologia senza inediti
  • Alexis Korner and .... 1972-1983 (1992) antologia senza inediti
  • Mr. Blues (1974)
  • The Lost Album (1995) registrazioni del 1977 in Galles
  • Just Easy (1978) - registrato a Londra nel 1976 e 1977
  • Me (1979) primo album totalmente da solo - registrato in Germania
  • Alexis Korner and Friends The Party Album (1979) festa-concerto di compleanno per i 50 anni - 1978
  • Testament (2000) CD - dal vivo a Parigi nel marzo 1980 con Colin Hodgkinson
  • Live in Paris (1994) CD - dal vivo a Parigi nel marzo 1980 con Colin Hodgkinson - differente da 'Testament'
  • Profile (1981) antologia con inediti
  • Juvenile Delinquent (1983) - LP e CD - ultime incisioni, uscito postumo
  • Korner Stoned - The Alexis Korner Anthology 1954-1983 - importante antologia con inediti anche dal primo periodo skiffle e della Blues Incorporated
  • The Best of Alexis Korner and Friends - Blues Unlimited (1996) - antologia senza inediti
  • Alexis Korner the Masters (1998) - antologia senza inediti

Blues IncorporatedModifica

  • R&B from the Marquee (1962) - LP e CD - Londra 1962 nel locale Marquee
  • R&B from the Marquee ... plus (1962) - CD - Londra 1962 con 5 bonus tracks
  • Alexis Korner's Blues Incorporated LP - 1963
  • Alexis Korner's Blues Incorporated (2004) CD - 1963 con 6 bonus tracks
  • At the Cavern (1965) registrazioni del 1964 nel locale The Cavern
  • Red Hot from Alex (1964) LP e CD - registrato a Londra marzo 1964
  • Sky High (1994) LP 1965 - CD (1994) con 2 bonus tracks
 
Peter Thorup, novembre 1972

Con Peter Thorup - New Church - SnapeModifica

  • New Church Both Side (1970) LP con Peter Thorup 1970
  • New Church Both Side Live & Studio recordings (2006) - CD con LP 1970 e 9 bonus tracks
  • Snape Accidentally Born in New Orleans (1973) LP 1972 - Peter Thorup, Mel Collins, Ian Wallace, Boz
  • Snape The Accidentall Band (1973) LP con Peter Thorup
  • Snape Live in Tour in Germany (1973) - 1973 LP tedesco con Peter Thorup
  • Snape Live on Tour (1974)

Rocket88Modifica

C.C.S.Modifica

  • C.C.S. (1970) LP - CD (con 3 bonus tracks)
  • C.C.S. II (1972) LP - CD (con 2 bonus tracks)
  • C.C.S. The Bet Band in the Land (1973) LP - CD (con 3 bonus tracks)
  • C.C.S. The Best of (1977)
  • C.C.S. A's, B's & Rarities (2004) CD - 1970 - 1974 (con bonus tracks e inediti)

CollaborazioniModifica

  • Cuby + Blizzards Live (1969) gruppo olandese - Korner chitarra e voce - dal vivo Rheinhalle Dusseldorf 1968
  • Curtis Jones - in London 1968 con Alexis Korner alla chitarra (2002 su etichetta Beat Goes On)
  • Beefeaters Meet you there (1969) Korner e Thorup suonano in questo gruppo danese - data sconosciuta
  • Jack Grunsky Toronto (1969 Amadeo) Korner e Mick Taylor suonano nel disco di questo cantautore Canadese ; Produzione di Alexis Korner
  • B.B.King In London (1975)
  • Eric Burdon Survivor (1977)
  • Opera teatrale Tell (1977) Korner partecipa all'opera rock Guglielmo Tell in Germania

Formazioni di Alexis KornerModifica

Le formazioni di Alexis Korner sono sempre state formazioni aperte; in particolare la Blues Incorporated è sempre stata una formazione molto elastica, che si formava intorno alla figura di Alexis Korner. Questa è una sintesi (sicuramente non completa) dei musicisti del nucleo centrale che si sono succeduti, prendendo le informazioni principalmente dai dischi usciti.

  • Alexis Korner - chitarre, voce, armonica, piano
(1948-50)
  • The Chris Barber Band
(1950-54)
(1952-54)
(1954-61) Alexis Korner DUO
  • Alexis Korner - chitarre, voce, armonica
  • Cyril Davies - armonica, voce
(1954-61) Alexis Korner / bluesmen
(1954-61) A. Korner - Ospiti
(1961-67) A. Korner - Ospiti
(1967) FREE AT LAST
(1967) Duo Korner - Brox
(1968) A. Korner - Robert Plant
(1969-70) New Church
(1969-70) New Church con
(1967-72) Korner session con
(1967-72) Korner partecipa a incisioni dei dischi di
(1967-72) Korner solo / tour con
(1970-72) C.C.S.
(1970-72) Duo Korner Thorup
  • Alexis Korner - chitarre, voce, armonica, piano
  • Peter Thorup

NoteModifica

  1. ^ (EN) Terry Rawling, British Beat: Then, Now and Rare, 1960-1969, Ingram Pub Services, 2002, p. 115, ISBN 978-0-7119-9094-4.
  2. ^ Alexis Korner | Biography | AllMusic

BibliografiaModifica

  • Bob Brunning (1986) Blues: The British Connection, Londra 2002 - Helter Skelter ISBN 1-900924-41-2
  • Bob Brunning, The Fleetwood Mac Story: Rumours and Lies (Omnibus Press, 2004)
  • Eric Burdon con J.Marshall Craig: Don't let me be misunderstood New York 2001 - Thunder's Mouth Press
  • Peter Green : Peter Green - Founder of Fleetwood Mac' Martin Celmins - Londra 1995 Prefazione di B.B.King
  • Dick Heckstall-Smith (2004) The safest place in the world: A personal history of British Rhythm and blues, Clear Books ISBN 0-7043-2696-5
  • Christopher Hjort (con prefazione di John Mayall) Strange brew: Eric Clapton and the British Blues Boom 1965-1970, Jawbone, 2007 ISBN 1-906002-00-2
  • Paul Myers, Long John Baldry and the birth of the British Blues' Vancouver Canada 2007 - GreyStone Books
  • Harry Shapiro Alexis Korner: The Biography, Bloomsbury Publishing PLC, Londra 1997 con discografia di Mark Troster

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN17308413 · ISNI (EN0000 0000 5511 2481 · Europeana agent/base/59858 · LCCN (ENn78054818 · GND (DE118835386 · BNF (FRcb12401706c (data) · WorldCat Identities (ENlccn-n78054818
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie