Bob Hope

attore e cantante statunitense
Bob Hope nella sua casa in California, fotografato da Allan Warren, 1986.
Statuetta dell'Oscar Oscar onorario 1941
Statuetta dell'Oscar Oscar onorario 1945
Statuetta dell'Oscar Oscar onorario 1953
Statuetta dell'Oscar Oscar Premio umanitario Jean Hersholt 1960
Statuetta dell'Oscar Oscar onorario 1966

Bob Hope, nato Leslie Townes Hope (Londra, 29 maggio 1903Los Angeles, 27 luglio 2003), è stato un comico, cantante e attore britannico naturalizzato statunitense.

BiografiaModifica

Quinto di sette figli, nacque a Eltham in una famiglia modesta; il padre, William Henry Hope, inglese, operaio e muratore, e la madre, Avis Townes, gallese, ex cantante di operetta, donna delle pulizie. Alla ricerca di una migliore condizione sociale, la famiglia Hope si trasferì nel 1908 negli Stati Uniti, e Bob volle ottenere la cittadinanza nel 1920. Da giovane intraprese vari lavori e attività sportive, tra cui il pugilato in cui si cimentò assumendo il nome di Packy East. La passione per la recitazione accompagnò sempre la vita del giovane Bob, che negli anni venti fu uno degli animatori del vaudeville newyorchese.

Negli anni trenta esordì al cinema con la commedia musicale Going Spanish, diretto da Al Christie. Contemporaneamente fu uno dei pionieri delle trasmissioni televisive statunitensi, partecipando ai test sperimentali della CBS, con cui collaborò per oltre sessant'anni. Grande amico di Bing Crosby duettò spesso con il cantante in svariate pellicole degli anni quaranta e cinquanta.

È molto conosciuto in America anche come barzellettiere e battutista.

Bob Hope fu un continuo sostenitore delle missioni militari statunitensi, e a partire dalla Seconda guerra mondiale, non fece mai mancare il suo apporto artistico alle truppe inviate all'estero. Fu insignito di quattro Oscar alla carriera e speciali per meriti umanitari. Il 20 gennaio 1969 il Presidente Lyndon B. Johnson gli concesse la Medaglia presidenziale della libertà[1]. È morto all'età di 100 anni nella sua casa californiana.

FilmografiaModifica

 
Hope e Dorothy Lamour in La principessa di Bali

Spettacoli teatrali (parziale)Modifica

OnorificenzeModifica

Onorificenze statunitensiModifica

  Medal for Merit
— 24 ottobre 1946
  Department of Defense Distinguished Public Service Award
— 31 gennaio 1971
  Medaglia d'oro del Congresso
— 8 giugno 1962
  Medaglia Presidenziale della Libertà
— 20 gennaio 1969
  Kennedy Center Honors
— 1985
  National Medal of Arts
— 1995
  Ellis Island Medal of Honor

Onorificenze straniereModifica

  Cavaliere Commendatore Onorario dell'Ordine dell'Impero Britannico (Regno Unito)
— 1998
  Cavaliere dell'Ordine di San Gregorio Magno (Santa Sede)
  Cavaliere dell'Ordine di San Silvestro Papa (Santa Sede)

RiconoscimentiModifica

 
Stella di Bob Hope nella Hollywood Walk of Fame

OscarModifica

Golden GlobeModifica

Doppiatori italianiModifica

  • Carlo Romano in Avventura al Marocco (solo nella parte di Orville), Avventura in Brasile, I cercatori d'oro, Come divenni padre, La congiura di Barovia, La danzatrice di Singapore, La donna e lo spettro, Il fantasma di mezzanotte, Il grande amante, Ho salvato l'America, La mia brunetta preferita, Monsieur Beaucaire, Un pazzo va alla guerra, Il re della Louisiana, Rivista di stelle, Lo scorpione d'oro, Signorine non guardate i marinai, Viso Pallido, Ai vostri ordini signora, Arriva Jesse James, Eravamo sette fratelli, Il figlio di Viso Pallido, Giacomo il bello, La grande notte di Casanova, Paris Holiday, Polizia militare, La principessa di Bali, Quel certo non so che, Il ratto delle zitelle, Uno scapolo in paradiso, Astronauti per forza, Mia moglie ci prova, La sottana di ferro
  • Stefano Sibaldi in Avventura a Zanzibar
  • Giovanna Scotto in Avventura al Marocco (solo nella parte di zia Lucia)
  • Oreste Lionello in Il pirata e la principessa (ridoppiaggio), Mash - La guerra privata del sergente O'Farrell
  • Gianni Giuliano in La mia brunetta preferita (ridoppiaggio)

Da doppiatore è stato sostituito da:

NoteModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN10033427 · ISNI (EN0000 0001 1020 9850 · Europeana agent/base/147546 · LCCN (ENn50028460 · GND (DE118639706 · BNF (FRcb13895312v (data) · BNE (ESXX1168048 (data) · NLA (EN35205483 · BAV (EN495/337153 · NDL (ENJA00468538 · WorldCat Identities (ENlccn-n50028460