Boeing 737 Classic

Boeing 737 Classic
Boeing 737-300/400/500
Boeing 737-46M, UTair Aviation AN1880572.jpg
Un Boeing 737-400 di UTair Aviation
Descrizione
TipoAereo di linea
Aereo cargo
Equipaggio2 piloti +
gli assistenti di volo
ProgettistaStati Uniti Boeing
CostruttoreStati Uniti Boeing
Data primo volo
  • 737-300: 24 febbraio 1984
  • 737-400: 19 febbraio 1988
  • 737-500: 30 giugno 1989
Anni di produzione1981-2000
Data entrata in servizio
Utilizzatori principali
(Giugno 2020)
Russia UTair Aviation
36 esemplari
Stati Uniti iAero Airways
28 esemplari
Cina China Postal Airlines
18 esemplari
Utilizzatori storiciStati Uniti Southwest Airlines
220 esemplari assoluti (1984-2020)
Stati Uniti United Airlines
195 esemplari assoluti (1986-2019)
Esemplari1 988[1]
Sviluppato dalBoeing 737
Altre variantiBoeing 737 Next Generation
Dimensioni e pesi
B733v1.0.png
Tavole prospettiche
Lunghezza33,40 m
Apertura alare28,88 m
Diametro fusoliera3,76 m
Freccia alare25°
Altezza11,15 m
Superficie alare91,0
Peso a vuoto32 904 kg
Peso carico63 503 kg
Peso max al decollo63 276 kg
PasseggeriFino a 149
Capacità combustibile23 827 L
Propulsione
Motore2 turboventola CFM56-3B-2
Spinta91-98 kN
Prestazioni
Velocità max0,82 Mach (1 012,54 km/h)
Velocità di crociera0,75 Mach (926,10 km/h)
Autonomia4 175 km (2 255 nmi)
Tangenza11 275 m (37 000 ft)
NoteDati tecnici riferiti alla versione -300

Dati estratti da 737C-boeing.com

voci di aerei civili presenti su Wikipedia

Il Boeing 737 Classic è la serie -300/-400/-500 del Boeing 737, così chiamata dopo l'introduzione della serie -600/-700/-800/-900. È a breve-medio raggio, a fusoliera stretta, prodotto da Boeing Commercial Airplanes. La serie Classic è stata introdotta come la nuova generazione del 737. Prodotto dal 1984 al 2000, ne sono stati costruiti 1.988 esemplari.

Storia del progettoModifica

Dopo il successo del Boeing 737-200 Advanced, la Boeing ha puntato ad aumentare la capacità e la gamma di modelli, introducendo miglioramenti per aggiornare l'aereo alle specifiche moderne, mantenendo al tempo stesso alcune peculiarità delle precedenti versioni. Lo sviluppo è iniziato nel 1979 e nel 1980 le specifiche preliminari sono state presentate al Farnborough Airshow.[2] Nel marzo 1981, US Airways e Southwest Airlines hanno ordinato 10 aerei ciascuna, con un'opzione per altri 20.

 
Il turboventola CFM56 nella caratteristica gondola adottata sul 737 Classic.

La nuova serie è caratterizzata dai motori turboventola CFM56 che offrono vantaggi significativi in termini di consumo di carburante e riduzione del rumore, ma presentavano qualche problema data la ridotta altezza da terra del Boeing 737. La Boeing e la CFM hanno risolto il problema mettendo il motore davanti e non sotto l'ala, e spostando le parti accessorie ai lati della gondola del motore invece che in basso, dando così il caratteristico aspetto non circolare alla presa d'aria di aspirazione.[3]

Sono state apportate significative modifiche alle ali tese a migliorare l'aerodinamica. La punta delle ali è stata allungata di 23 cm con adeguamento di flap e ipersostentatori di bordo d'attacco. In cabina di pilotaggio è stata prevista la possibilità di adozione dell'Electronic Flight Instrument System e dell'Elettronic Flight Bag, mentre la cabina passeggeri ha ottenuto miglioramenti simili a quelli introdotti nei Boeing 757.

VersioniModifica

Boeing 737-300Modifica

 
Dniproavia 737-300

Il prototipo del 737-300 volò per la prima volta il 24 febbraio 1984[4]. Dopo aver ricevuto la certificazione al volo il 14 novembre 1984, la USAir ricevette il primo aereo il 28 novembre. Boeing ricevette ben 252 ordini nel 1985 per un totale di 1000[5] su tutto l'arco produttivo. La serie -300 rimase in produzione fino al 1999 quando l'ultimo aereo (registrato ZK-NGJ) fu consegnato alla Air New Zeland. Nel 2008, la Southwest Airline ha aggiornato i suoi 737-300 con nuovi strumenti al fine di arrivare allo stesso livello del Boeing 737-700.Esiste anche un versione chiamata -300SP (Special Performance) che introduce le winglets alle estremità alari. Il Boeing 737-300 è ora sostituito dalla Next Generation serie -700

Boeing 737-400Modifica

Il progetto del 737-400 fu lanciato nel 1985 per competere con l'Airbus A320 e il McDonnell Douglas MD-80. L'aereo risulta allungato di 3,45 m (10 piedi) ed è in grado di trasportare fino a 168 passeggeri. È stato aggiunto inoltre un rivestimento nella parte posteriore del velivolo per evitare un tailscrapes durante il decollo o l'atterraggio[6]. Il velivolo volò la prima volta il 19 febbraio 1988 mentre l'entrata in servizio avvenne il 19 febbraio 1988 con la Piedmont Airlines. La serie 737-400F era solamente un 737-400 allestito per il trasporto merci. Il 737-400 è ora sostituito dal 737-800

Boeing 737-500Modifica

La serie -500 fu sviluppata per sostituire i 737-200 ed incorpora tutti i miglioramenti della serie Classic e consente una autonomia maggiore e un costo minore rispetto alla serie -300. La fusoliera è stata allungata di 47 cm rispetto alla serie -200. Il 737-500 utilizza due motori CFM56-3 che aumentano del 25% l'efficienza del consumo di carburante rispetto ai P&W montati sulla serie -200[7].

Il 737-500 iniziò la propria carriera operativa nella Southwest Airlines con un ordine di 20 aeromobili[8] e volò per la prima volta il 30 giugno 1989[7]. Il prototipo per il processo di certificazione volò per ben 375 ore e il 28 febbraio 1990 la Southwest Airlines ha ricevuto la sua prima consegna. Il 737-500 fu largamente acquistato dalle compagnie aeree russe (come Nordavia, S7 Airlines, Sky Express, Rossiya Airlines e Yamai Airlines) per sostituire gli ormai vecchi aeroplani di progettazione e produzione sovietica o per espandere la propria flotta. L'Aerolineas Argentinas sta sostituendo i propri 737-200s con degli 737-500s usati. Il Boeing 737-500 è ora sostituito dalla serie -600 che però non ha riscosso l'attenzione internazionale con solo 69 aerei consegnati. Il ritiro di tutti i modelli della serie 737 Classic ha accelerato notevolmente il processo di pensionamento delle serie -300 e -500 con un aumento del 40% nel 2012. Un paio di 737-300 sono in programma per la conversione in aerei cargo[9].

Dati tecniciModifica

Specifiche tecniche[10][11][12][13]
Dati 737-300 737-400 737-500
Codice ICAO B733 B734 B735
Codice IATA 733 734 735
Equipaggio in cabina di pilotaggio 2 piloti
Capacità massima passeggeri 149 188 140
Lunghezza totale 33,40 m 36,40 m 31,01 m
Diametro cabina 3,54 m
Diametro fusoliera 3,76 m
Larghezza piano orizzontale 12,70 m
Apertura alare 28,88 m
Superficie alare 91,0
Freccia alare 25°
Altezza fusoliera 5,26 m
Altezza totale 11,15 m
Passo 12,45 m 14,27 m 11,07 m
Peso operativo a vuoto (OEW) 32 904 kg 33 643 kg 31 311 kg
Peso massimo senza carburante (MZFW) 49 714 kg 53 070 kg 46 493 kg
Peso massimo durante il rullaggio (MTW) 63 503 kg 68 266 kg 60 781 kg
Peso massimo al decollo (MTOW) 63 276 kg 68 039 kg 60 555 kg
Peso massimo all'atterraggio (MLW) 52 889 kg 56 245 kg 49 895 kg
Carico utile massimo 15 404 kg 19 427 kg 15 182 kg
Capacità cargo 22,4 31,1 16,8
Capacità massima carburante 23 827 L 23 168 L
Velocità di crociera 0,75 Mach (926,10 km/h)
Velocità massima 0,82 Mach (1 012,54 km/h)
Autonomia 2 255 nmi
4 175 km
2 060 nmi
3 815 km
2 375 nmi
4 400 km
Quota di tangenza 37 000 ft (11 275 m)
Motori (x2) CFM 56-3B-2 CFM 56-3C-1 CFM 56-3-B1
Spinta (x2) 91-98 kN 97-105 kN 84-89 kN

UtilizzatoriModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Utilizzatori del Boeing 737 Classic.

Al 30 giugno 2020, dei 1 988 esemplari prodotti, 840 sono operativi (42,25%). Il Boeing 737 Classic non è più in produzione, tutti i velivoli ordinati sono stati consegnati.[1]

CiviliModifica

Gli utilizzatori principali sono[14][15]:

MilitariModifica

Gli utilizzatori sono[14][15]:

NoteModifica

  1. ^ a b 737 Model Summary, su active.boeing.com. URL consultato il 30 aprile 2020.
  2. ^ Endres 2001, p. 126.
  3. ^ Endres 2001, p. 128.
  4. ^ Shaw, 1999,  pag. 10.
  5. ^ Shaw, 1999,  pag. 7.
  6. ^ Shaw, 1999,  pag. 13.
  7. ^ a b Shaw, 1999,  pag. 14.
  8. ^ Shaw, 1999,  pag. 40.
  9. ^ Compart, Andrew, Young at part, Aviation Week and Space Technology, 15 aprile 2013, pp. 44-46.
  10. ^ (EN) Boeing, 737 Airplane Characteristics for Airport Planning September 2013 (PDF), su boeing.com.
  11. ^ (EN) Boeing, Boeing 737 Classic Characteristics (PDF), su boeing.com.
  12. ^ (EN) FAA, 737 TYPE CERTIFICATE DATA SHEET (PDF), su rgl.faa.gov.
  13. ^ (EN) Aircrafts codes, su avcodes.co.uk.
  14. ^ a b (EN) Boeing 737 Classic Production List, su www.planespotters.net. URL consultato il 30 aprile 2020.
  15. ^ a b (EN) Boeing 737 Classic Operators, su www.planespotters.net. URL consultato il 30 aprile 2020.

BibliografiaModifica

  • (EN) Günter Endres, The Illustrated Directory of Modern Commercial Aircraft, Osceola, Wisconsin, MBI Publishing Company, 2001, ISBN 0-7603-1125-0.
  • Sharpe, Michael and Shaw, Robbie. Boeing 737-100 and 200. Osceola, Wisconsin: MBI Publishing Company, 2001. ISBN 0-7603-0991-4.
  • Shaw, Robbie, Boeing 737-300 to 800, Osceola, Wisconsin, MBI Publishing Company, 1999, ISBN 0-7603-0699-0.
  • Shaw, Robbie. Boeing Jetliners. London, England: Osprey, 1995. ISBN 1-85532-528-4.

PeriodiciModifica

  • (EN) Small Family Boeing, in Flight International, Sutton, Surrey - UK, Reed Business Information Ltd., 7 febbraio 1990, pp. 55-62. URL consultato il 13 febbraio 2013.

Voci correlateModifica

Aerei comparabili per ruolo, configurazione ed epoca

Altro

Principali incidenti

Sviluppo correlato

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica