Bol'šaja Muksalma

Bol'šaja Muksalma
Большая Муксалма
Russia Muksalma Island Sergeev Skit.jpg
Il monastero di Sergeev sull'isola Bol'šaja Muksalma
Geografia fisica
LocalizzazioneMar Bianco
Coordinate65°02′10″N 35°57′34″E / 65.036111°N 35.959444°E65.036111; 35.959444
ArcipelagoIsole Soloveckie
Superficie17 km²
Altitudine massima40 m s.l.m.
Geografia politica
Stato  Russia
Circondario federaleNordoccidentale
Oblast'Arcangelo
Cartografia
Mappa di localizzazione: Russia europea
Bol'šaja Muksalma
Bol'šaja Muksalma
voci di isole presenti su Wikipedia

Bol'šaja Muksalma (russo: Большая Муксалма, Bol'šaja Muksalma) è una delle isole Soloveckie, un arcipelago russo del Mar Bianco. Amministrativamente appartiene all'Oblast' di Arcangelo nel Distretto Federale Nordoccidentale della Russia.

GeografiaModifica

L'isola è situata all'imboccatura della baia dell'Onega; si trova a est di Bol'šoj Solovkij ed è separata da quest'ultima da due stretti, il Severnyj Železnye Vorota (Северный Железные Ворота) e lo Južnyj Železnye Vorota (Южный Железные Ворота), (tradotti letteralmente "porta di ferro settentrionale e meridionale"). Lo stretto meridionale è sbarrato da una diga che è stata costruita dai monaci del monastero di Solovki tra il 1865 e il 1871 e collega ora le due isole. La diga è di diverse centinaia di metri di lunghezza e ha 6,5 m di larghezza.

Bol'šaja Muksalma ha una superficie è di 17 km² e un'altezza massima di 40 m[1]. L'isola ha varie zone paludose e piccoli laghi.

A sud-est dell'isola si trova la piccola isola Malaja Muksalma (Малая Муксалма), che ha una superficie di 0,57 km².

StoriaModifica

Sono state trovate sull'isola tracce di insediamenti umani risalenti al I millennio a.C.[2].

Il monastero in legno di Sergeev, o di San Sergio, del secolo XIX, si trova nella parte sud-ovet dell'isola. Agli inizi del 1900 fu costruito un edificio in pietra e serviva da masseria ai monaci di Solovkij[3], poiché era proibito tenere femmine di animali nei pressi del monastero[2]. Il monastero fu chiuso nel 1920 e servì in seguito da gulag femminile. Il campo di prigionia è stato chiuso nel 1939.

NoteModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica