Apri il menu principale
San Bononio di Lucedio

Abate

 
MorteLucedio, 30 agosto 1026
Venerato daChiesa cattolica
Ricorrenza30 agosto

Bononio (Bologna, ... – Lucedio, 30 agosto 1026) è stato un abate italiano. Il suo culto come santo fu approvato da papa Giovanni XIX.

Indice

BiografiaModifica

Nacque a Bologna attorno alla metà del X secolo e abbracciò la vita religiosa nel monastero benedettino di Santo Stefano. In seguito, si ritirò a vita eremitica in Egitto.[1]

Dopo la sconfitta dei cristiani da parte degli arabi a Stilo, si adoperò per assistere i suoi correligionari fatti prigionieri e per far liberare quelli che erano stati presi dai mercanti di schiavi: tra essi Pietro, futuro vescovo di Vercelli.[2]

Durante un viaggio al Sinai, Bononio fu raggiunto dalla notizia che Pietro lo aveva nominato abate di Lucedio. Resse il monastero per circa trent'anni.[2]

CultoModifica

Il suo culto fu confermato da papa Giovanni XIX e Arderico, vescovo di Vercelli, fece erigere e consacrò un altare sulla sua tomba.[2]

Il suo elogio si legge nel Martirologio romano al 30 agosto.

NoteModifica

  1. ^ Ercole Crovella, BSS, vol. III (1963), col. 348.
  2. ^ a b c Ercole Crovella, BSS, vol. III (1963), col. 349.

BibliografiaModifica

  • Filippo Caraffa e Giuseppe Morelli (curr.), Bibliotheca Sanctorum (BSS), 12 voll., Istituto Giovanni XXIII nella Pontificia Università Lateranense, Roma 1961-1969.

Collegamenti esterniModifica