Borgo Tossignano

comune italiano
Borgo Tossignano
comune
Borgo Tossignano – Stemma Borgo Tossignano – Bandiera
Borgo Tossignano – Veduta
Borgo e Tossignano
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Emilia-Romagna-Stemma.svg Emilia-Romagna
Città metropolitanaCittà metropolitana di Bologna - Stemma.svg Bologna
Amministrazione
SindacoMauro Ghini (PD) dal 27-5-2019
Territorio
Coordinate44°17′N 11°35′E / 44.283333°N 11.583333°E44.283333; 11.583333 (Borgo Tossignano)Coordinate: 44°17′N 11°35′E / 44.283333°N 11.583333°E44.283333; 11.583333 (Borgo Tossignano)
Altitudine102 m s.l.m.
Superficie29,27 km²
Abitanti3 273[1] (31-12-2019)
Densità111,82 ab./km²
FrazioniTossignano, Codrignano
Comuni confinantiCasalfiumanese, Casola Valsenio (RA), Fontanelice, Imola, Riolo Terme (RA)
Altre informazioni
Cod. postale40021
Prefisso0542
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT037007
Cod. catastaleB044
TargaBO
Cl. sismicazona 2 (sismicità media)[2]
Cl. climaticazona E, 2 302 GG[3]
Nome abitantiborghigiani, tossignanesi
Patronosan Bartolomeo Apostolo
Giorno festivo24 agosto
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Borgo Tossignano
Borgo Tossignano
Borgo Tossignano – Mappa
Posizione del comune di Borgo Tossignano nella città metropolitana di Bologna
Sito istituzionale

Borgo Tossignano (Borg Tusgnàn in romagnolo) è un comune italiano di 3 273 abitanti della città metropolitana di Bologna in Emilia-Romagna. Fa parte del Nuovo Circondario Imolese.

StoriaModifica

Medioevo ed Età ModernaModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Tossignano.

XX secoloModifica

 
Il ponte Bailey a Rineggio, nei pressi di Borgo Tossignano. Collocato sul Santerno durante l'ultima guerra, fu spostato nel 1952. Oggi necessita di restauri.

L'ultimo conflitto mondiale vide la zona teatro di tragici eventi. Nel settembre del 1944 Tossignano fu presidiata per dodici giorni da forze partigiane che scacciarono i tedeschi. Quando l'avanzata alleata nel tardo autunno si arrestò, la gente dovette fuggire e Borgo fu dichiarata terra di nessuno. Poi, all'inizio del 1945, una formazione di partigiani della 36ª Brigata Garibaldi, inquadrati nel nuovo esercito italiano, entrò a Borgo e lo tenne fino all'offensiva dell'aprile 1945, quando il paese fu liberato dalle truppe dell'VIII Armata britannica, sotto il cui comando operava il gruppo di combattimento "Folgore", e la popolazione poté tornare e dedicarsi alla ricostruzione dell'abitato.
Nel 1957 la sede comunale è stata trasferita a Borgo da Tossignano, che è diventato frazione.

StemmaModifica

Lo stemma comunale odierno riprende il disegno riprodotto nel gonfalone del comune di Tossignano. Il suo utilizzo è stato autorizzato dal prefetto di Bologna con decreto del 1961.
Al centro è l'aquila nera su sfondo azzurro. Il volatile stringe nel becco un ramo d'ulivo; sopra la testa è collocata una corona d'oro a più punte.

Monumenti e luoghi d'interesseModifica

Il MiBACT recensisce 8 beni architettonici tutelati nel comune[4], ai quali si aggiungono quelli senza tutele.

Architetture religioseModifica

  • Santuario di Riviera: luogo di culto intitolato alla Madonna della Visitazione, in stile tardo-romanico, risalente al sec. XIV.[5] Il complesso chiesa, campanile e convento, costruito completamente in sassi, è il più antico di tutta la Valle del Santerno. Il monastero, inoltre, è l'unica struttura conventuale rimasta nella zona.
  • Santuario della Madonna del Buon Consiglio: chiesetta di forma rettangolare con navata unica. Edificata alla metà del XVIII secolo, vi fu venerata un'immagine della Vergine, che nel 1780 fu trasferita nella chiesa parrocchiale. Il santuario fu interamente ricostruito nel XX secolo.
  • Chiesa parrocchiale di San Girolamo, campanile e canonica
  • Chiesa di San Michele Arcangelo, a Tossignano
  • Chiesa di Sant'Andrea
  • Chiesa di San Geminiano, a Codrignano

Architetture civili e militariModifica

  • Resti della Rocca di Tossignano
  • Cisterna
  • Palazzo baronale
  • Edificio I.A.C.P. di via San Rocco, 6
  • Villa Santa Maria e parco
  • Ponte Bailey di Rineggio
  • Cimitero

Aree e monumenti naturaliModifica

SocietàModifica

Evoluzione demograficaModifica

Abitanti censiti[6]

Variazione della popolazioneModifica

Variazione della popolazione residente a Borgo Tossignano dal 2006 al 2018[7].

Data Abitanti Variazione Italiani Variazione Stranieri Variazione
1-1-2006 3 258 2 911 347 (10,7%)
1-1-2010 3 313 + 1,7% 2 953 + 1,4% 360 (10,9%) + 3,7%
1-1-2014 3 332 + 0,6% 2 910 - 1,5% 422 (12,7%) + 17,2%
1-1-2018 3 240 - 2,8% 2 890 - 0,7% 350 (10,8%) - 17,1%

Etnie e minoranze straniereModifica

Composizione della popolazione straniera a Borgo Tossignano al 1º gennaio 2018[8].

  1. Marocco, 135 - 38,57%
  2. Albania, 89 - 25,43%
  3. Romania, 54 - 15,43%
  4. Pakistan, 25 - 7,14%

ReligioneModifica

Nel comune di Borgo Tossignano sono presenti tre parrocchie facenti parte della diocesi di Imola: Borgo Tossignano (principale), Tossignano e Codrignano.

CulturaModifica

IstruzioneModifica

  • Biblioteca comunale "Mario Visani"

MuseiModifica

  • Museo della cultura materiale di Tossignano (costituito nel 1999);
  • Il Centro visite "I gessi e il fiume", detto anche Centro visite Palazzo Baronale, è un centro visite del Parco regionale della Vena del Gesso Romagnola fondato nel 1998 a Tossignano. Le sale espositive sono dedicate a "La valle del Santerno", "Cos'è il gesso", "Il gesso e l'uomo" e "Gli ambienti della Vena del gesso", ed è precursore del Museo geologico Palazzo Baronale ancora in corso di allestimento.[9][10] Con l'apertura del nuovo museo il centro visite troverà sede alla Casa del fiume di Borgo Tossignano[11].

Eventi e ricorrenzeModifica

a Borgo
  • «Sagra dei maccheroni» (nata nel 1901, si tiene il martedì grasso)
  • Lom a Mèrz (28 o 29 febbraio)
  • «Festa del Risveglio» (ultimo fine settimana di marzo)
  • «Sagra di San Bartolomeo», ripresa nel 1987[12] (Festa del patrono, 24 agosto)
  • «Festa della Vergine del Buon Consiglio», dal 1757 (terzo fine settimana di ottobre)
a Tossignano
 Lo stesso argomento in dettaglio: Tossignano § Eventi e ricorrenze.
a Codrignano
  • «Festa del garganello» (prima fine settimana di settembre)
  • «Festa dla béra» (ultimo fine settimana di aprile)

AmministrazioneModifica

Sindaci precedentiModifica

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
1964 16 marzo 1974 Aldo Morara Partito Comunista Italiano Sindaco Dimissionario nel 1974.
16 marzo 1974 27 settembre 1978 Remo Ferdori Indipendente
(Giunta PCI-PSI)
Sindaco Confermato nel 1975.
Dimissionario nel 1978.
27 settembre 1978 14 aprile 1988 Franco Lorenzi Partito Comunista Italiano Sindaco
15 aprile 1988 17 gennaio 1992 Aldo Morara Partito Comunista Italiano Sindaco Secondo mandato.
Rieletto il 15 giugno 1990.
18 gennaio 1992 23 aprile 1995 Benito Monti PSI (Pentapartito) Sindaco
24 aprile 1995 13 giugno 2004 Costanzo Versari Indipendente[13]
lista civica[14]
Sindaco Confermato il 14 giugno 1999.
14 giugno 2004 25 maggio 2014 Stefania Dazzani lista civica[15] Sindaco Confermata l'8 giugno 2009.

NoteModifica

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2019.
  2. ^ Classificazione sismica (XLS), su protezionecivile.gov.it.
  3. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1º marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 1º gennaio 2017).
  4. ^ Geolocalizzazione del Patrimonio culturale dell'Emilia-Romagna > Ricerca beni architettonici > Borgo Tossignano, Segretariato Regionale per l'Emilia-Romagna del MiBACT. URL consultato il 12 febbraio 2021.
  5. ^ Secondo Corrado Ricci, direttore generale di Monumenti e Belle Arti d'Italia, la data di inizio della costruzione andrebbe arretrata al XIII secolo.
  6. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28 dicembre 2012.
  7. ^ Dati Istat al 1 gennaio 2018, su demo.istat.it.
  8. ^ Dati Istat al 1 gennaio 2018, su stra-dati.istat.it.
  9. ^ Museo geologico Palazzo Baronale, Parco regionale della Vena del Gesso Romagnola. URL consultato il 13 febbraio 2021.
  10. ^ Centro Visite "I Gessi e il Fiume" - Borgo Tossignano, IBC Regione Emilia-Romagna. URL consultato il 13 febbraio 2021.
  11. ^ Entro un anno il Museo geologico dedicato al gesso a Tossignano, SabatoSera.it, 17 giugno 2020. URL consultato il 13 febbraio 2021.
  12. ^ Le prime notizie di una "Fiera di San Bartolomeo" risalgono al 1468, quindi a molto tempo prima. Era usanza fare il mercato dei bovini a metà dell'estate. Gli animali venivano poi impiegati nei lavori agricoli previsti per l'autunno.
  13. ^ Primo mandato: appoggiato dal PDS.
  14. ^ Secondo mandato: appoggiata dall'Ulivo.
  15. ^ Appoggiata dal Partito Democratico.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN237025729
  Portale Romagna: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Romagna