Apri il menu principale

Bosco ex Parmigiano

frazione del comune italiano di Gerre de' Caprioli
Bosco ex Parmigiano
frazione
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
ProvinciaProvincia di Cremona-Stemma.png Cremona
ComuneGerre de' Caprioli-Stemma.png Gerre de' Caprioli
Territorio
Coordinate45°06′30″N 10°02′13″E / 45.108333°N 10.036944°E45.108333; 10.036944 (Bosco ex Parmigiano)Coordinate: 45°06′30″N 10°02′13″E / 45.108333°N 10.036944°E45.108333; 10.036944 (Bosco ex Parmigiano)
Altitudine37 m s.l.m.
Superficie8,13 km²
Abitanti1 275 (2008)
Densità156,83 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale26040
Prefisso0372
Fuso orarioUTC+1
Patronosan Gioacchino
Giorno festivo26 luglio
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Bosco ex Parmigiano
Bosco ex Parmigiano

Bosco ex Parmigiano (Bòsch in dialetto cremonese) è l'unica frazione di Gerre de' Caprioli in provincia di Cremona. Gli abitanti hanno superato le 1000 anime dopo un adeguamento del piano regolatore che ha permesso un ampliamento dei terreni edificabili con la costruzione di diverse abitazioni nel nuovo secolo.

Geografia fisicaModifica

Alla fine di via Landi si giunge all'imbocco tra il cavo Morbasco che si getta nel fiume Po; da qui parte il Parco del Po e del Morbasco; parco locale di interesse sovracomunale (PIL) istituito nel 1999. Il parco è dotato di attracco fluviale e d'estate è meta di numerose crociere domenicali sul fiume Po che toccano il territorio del piacentino e del parmense. All'interno del parco è presente una grande spiaggia fluviale detta spiaggione della Luna, meta di turismo. Il parco è uno degli esempi di bosco planiziale, bosco di pianura che un tempo costeggiava tutte le sponde del fiume Po.

TerritorioModifica

È sito sulla sponda sinistra del fiume Po, si trova a 37 metri sul livello del mare. Il paese, anche se è frazione, ospita la sede comunale perché la maggior parte degli abitanti di Gerre de' Caprioli abita proprio nella frazione che si è sviluppata intorno al nucleo della chiesa di San Gioacchino (XIX secolo).

Il paese dista 6 km da Cremona a cui è collegato mediante la vecchia strada dell'argine (via Bosco) e la nuova tangenzialina.

È fornito dai principali servizi tra cui uno sportello della banca, un panificio, un negozio di generi alimentari, due bar, un ristorante e un dispensario farmaceutico.

StoriaModifica

L'etimologia del nome sembrerebbe risalire ad una caratteristica geografica, cioè la vegetazione che in passato si trovava rigogliosa lungo la riva del Po. La seconda parte di questo toponimo, invece, richiama l'antica denominazione del ducato di Parma e Piacenza che fino al 1815 ebbe possedimenti sulla riva sinistra del Po: il paese si trovava infatti originariamente sulla riva destra, ma cambiò sponda nel Rinascimento in seguito ad una catastrofica alluvione, fermi restanti i confini politici. Fu Napoleone nel 1805, in conseguenza dell'annessione del Parmense alla Francia, a modernizzare i confini adeguandoli alle mutate situazioni orografiche. Quando gli austriaci tornarono in possesso di Gere de' Caprioli nel 1814, gli aggregarono Bosco.[1]

Monumenti e luoghi d'interesseModifica

La chiesa di San Gioacchino è stata costruita nel 1826; ha una sola navata; la facciata è ornata da un rosone e da una trifora. Il campanile ha l'impianto di una piccola torre quadrata.

Nei pressi del fiume Po, è presente un piazzale, noto come ex piarda Guidotti, da dove un tempo si estraeva la ghiaia dal fiume. Ora lo stabile è stato sistemato ed è stato adibito a centro di ricerca e documentazione, nonché a sala polivalente.

Nel 2007 è stato costruito anche un cimitero sovracomunale con il comune di Cremona.

Tradizioni e folcloreModifica

Il santo patrono della frazione è San Gioacchino, la cui ricorrenza si festeggia il 26 luglio anche se la sagra del paese ricorre la terza domenica di ottobre.

Tra la settimana del 25 aprile 1ºmaggio si svolge la tradizionale Festa dei oòf cott, giunta nel 2014 alla 32ª edizione; lo scopo è raccogliere fondi per associazioni di volontariato. Come dice il nome, durante questa festa si servono piatti a base di uova cotte e non può mancare la classica torta fritta con i salumi.

FontiModifica

"Comune di Gerre de' Caprioli -Il bilancio di un mandato 2004/2009"

NoteModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Lombardia: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Lombardia