Apri il menu principale
Bosisio Parini
comune
Bosisio Parini – Stemma Bosisio Parini – Bandiera
Bosisio Parini – Veduta
Lago di Pusiano, Bosisio Parini
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
ProvinciaProvincia di Lecco-Stemma.png Lecco
Amministrazione
SindacoAndrea Colombo (lista civica) dal 27/05/2019
Territorio
Coordinate45°48′N 9°17′E / 45.8°N 9.283333°E45.8; 9.283333 (Bosisio Parini)Coordinate: 45°48′N 9°17′E / 45.8°N 9.283333°E45.8; 9.283333 (Bosisio Parini)
Altitudine270 m s.l.m.
Superficie5,82 km²
Abitanti3 412[2] (30-4-2017)
Densità586,25 ab./km²
FrazioniGarbagnate Rota[1]
Comuni confinantiAnnone di Brianza, Cesana Brianza, Eupilio (CO), Molteno, Rogeno
Altre informazioni
Cod. postale23842
Prefisso031
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT097009
Cod. catastaleB081
TargaLC
Cl. sismicazona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitantibosisiesi
Patronosant'Anna
Giorno festivo26 luglio
SoprannomeBusis
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Bosisio Parini
Bosisio Parini
Bosisio Parini – Mappa
Posizione del comune di Bosisio Parini nella provincia di Lecco
Sito istituzionale

Bosisio Parini (Busìs in dialetto brianzolo[3] e semplicemente Bosisio fino al 1929) è un comune italiano di 3.412 abitanti della provincia di Lecco, in Lombardia. È posto sulle rive del lago di Pusiano.

Il paese è raggiungibile da Milano e da Sondrio dalla Strada statale 36 del Lago di Como e dello Spluga. È raggiungibile facilmente anche dalla vicina Como.

Bosisio Parini fa inoltre parte del Parco della Valle del Lambro. Il Comune è composto dal capoluogo Bosisio e dalla frazione Garbagnate Rota.

A Bosisio, presso il polo scolastico, sono presenti la Biblioteca comunale, il centro studi "Giuseppe Parini", l'Istituto Comprensivo e la palestra comunale.

Nel territorio del Comune di Bosisio Parini, al confine con i comuni di Molteno e di Rogeno, sorge l'istituto La Nostra Famiglia.

StoriaModifica

Il comune si chiamava Bosisio ed ha modificato il proprio nome in Bosisio Parini per onorare la memoria del suo celebre compaesano Giuseppe Parini.

Monumenti e luoghi d'interesseModifica

Il percorso parinianoModifica

Il progetto turistico ha predisposto l'Itinerario pariniano, un percorso che segnala i luoghi legati alla figura del poeta Giuseppe Parini: la Chiesa antica, la fonte battesimale, le lapidi, la piazza e la casa natale.[4]

Lago di PusianoModifica

Bosisio si trova sulle sponde del Lago di Pusiano. È presente una lunga passeggiata, con annesso parco, che permette di ammirare il lago e i suoi panorami. Al Molo è inoltre presente un battello che permette di visitare il lago e l'isola dei Cipressi.

Monumento ai CadutiModifica

Opera dello scultore meratese Giuseppe Mozzanica (1955).

VilleModifica

  • Villa Bordone
  • Villa Appiani

AmministrazioneModifica

Bosisio fu in provincia di Milano, fino al 1786, quando fu spostato sperimentalmente in provincia di Como fino al 1791 e definitivamente dal 1802. Passò sotto la provincia di Lecco dopo la sua istituzione.

Il Comune fa parte del Parco Valle Lambro

Dal 2009 al 2019 è stato Sindaco Giuseppe Borgonovo (Progetto Bosisio). Dal 27 Maggio 2019 è Sindaco Andrea Colombo (Progettiamo Bosisio Insieme)

SocietàModifica

Evoluzione demograficaModifica

Abitanti censiti[5]

 

Etnie e minoranze straniereModifica

Principali gruppi di stranieri al 2015[6]

Infrastrutture e trasportiModifica

Fra il 1928 e il 1955 la località era servita dalla fermata Cesana-Bosisio, posta lungo la Tranvia Como-Erba-Lecco[7].

Il Paese è raggiungibile dall Strada Statale 36 - uscita Bosisio.

Dal molo Precampel è possibile mediante il traghetto comunale visitare e navigare il Lago di Pusiano

Galleria d'immaginiModifica

NoteModifica

  1. ^ Comune di Bosisio Parini - Statuto.
  2. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 30 aprile 2017.
  3. ^ Carla Marcato, Bosìsio Parini, in Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani, Torino, UTET, 1990, p. 94.
  4. ^ Prolocobosisio.it.
  5. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  6. ^ [1] – Statistiche demografiche
  7. ^ Francesco Ogliari, Como nella scienza e nei trasporti, TIBB, Edizione speciale fuori commercio, Milano, novembre 1987.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica


Controllo di autoritàVIAF (EN142971763 · WorldCat Identities (EN142971763
  Portale Lombardia: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Lombardia