Apri il menu principale
Bradley McDougald
Bradley McDougald 2018.JPG
McDougald nel 2018
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 185 cm
Peso 95 kg
Football americano American football pictogram.svg
Ruolo Safety
Squadra Seattle Seahawks
Carriera
Giovanili
2009-2012Kansas Jayhawks
Squadre di club
2013 Kansas City Chiefs
2013-2016 Tampa Bay Buccaneers
2017- Seattle Seahawks
Statistiche
Partite 83
Partite da titolare 61
Tackle 381
Sack 0,0
Intercetti 8
Fumble forzati 3
Statistiche aggiornate al 24 gennaio 2019

Bradley McDougald (Dublin, 15 novembre 1990) è un giocatore di football americano statunitense che milita nel ruolo di safety per i Seattle Seahawks della National Football League (NFL).

Indice

CarrieraModifica

Kansas City ChiefsModifica

Dopo non essere stato scelto nel Draft NFL 2013, McDougald firmò con i Kansas City Chiefs.[1] Il 5 novembre 2013 fu svincolato.[2]

Tampa Bay BuccaneersModifica

McDougald firmò con i Tampa Bay Buccaneers il 7 novembre 2013.[3] Nella sua prima stagione in Florida giocò principalmente negli special team e come riserva di Mark Barron. Dopo la cessione di quest'ultimo ai St. Louis Rams nel 2014, i suoi minuti in campo aumentarono, fino a diventare stabilmente titolare nel 2015. Il 5 aprile 2016 firmò un rinnovo contrattuale di un anno con i Buccaneers.[4] Nel 2016 disputò per la prima volta tutte le gare come titolare, terminando con i nuovi primati personali con 91 tackle e 10 passaggi deviati, oltre a 2 intercetti.

Seattle SeahawksModifica

Il 22 maggio 2017, McDougald firmò un contratto annuale con i Seattle Seahawks per fungere da riserva della safety All-Pro Earl Thomas.[5] Quando questi si infortunò, fu nominato titolare per la gara del nono turno contro i Washington Redskins. Da quel momento rimase partente per il resto della stagione, chiudendo con 75 tackle e 4 passaggi deviati.

Il 12 marzo 2018, McDougald firmò un rinnovo triennale del valore di 13,95 milioni di dollari con i Seahawks.[6] Divenuto stabilmente titolare dopo il ritiro di Kam Chancellor, nel primo turno mise a segno due intercetti su Case Keenum dei Denver Broncos. Tornò a farne registrare uno nel dodicesimo turno ai danni di Cam Newton dei Carolina Panthers, risultando decisivo nella vittoria di Seattle.[7]

NoteModifica

  1. ^ Ferrin, Reid, Chiefs Agree to Terms with 13 Rookie Free Agents, su Chiefs.com, 1º maggio 2013. URL consultato il 5 novembre 2017 (archiviato dall'url originale il 7 novembre 2017).
  2. ^ Ferrin, Reid, Chiefs Activate Commings from IR, Waive McDougald, su Chiefs.com, 5 novembre 2013. URL consultato il 5 novembre 2017 (archiviato dall'url originale il 7 novembre 2017).
  3. ^ Bucs place Jeff Demps on IR, claim Bradley McDougald off waivers, NBCSports.com.
  4. ^ Smith, Scott, McDougald, DePaola Sign Tenders, su Buccaneers.com, 5 aprile 2016. URL consultato il 5 novembre 2017 (archiviato dall'url originale il 7 novembre 2017).
  5. ^ Gantt, Darin, Bradley McDougald chooses a one-year deal with Seahawks, su ProFootballTalk.NBCSports.com, 22 marzo 2017.
  6. ^ (EN) Jared Dubin, Bradley McDougald chooses a one-year deal with Seahawks, su CBS, 12 marzo 2017.
  7. ^ (EN) NFL Week 12: What we learned from Sunday's games (NFL.com), 27 novembre 2018. URL consultato il 25 novembre 2018.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica