Apri il menu principale

BiografiaModifica

Lustig nasce a Osijek da una famiglia ebrea. Durante la seconda guerra mondiale, Lustig fu deportato insieme alla sua famiglia ad Auschwitz e poi a Bergen-Belsen: molti suoi parenti, tra cui suo padre, perirono nei campi di sterminio[1]. Quando Lustig fu liberato dalla prigionia, era arrivato a pesare poco meno di 30 chilogrammi[2], dichiarando di essere sopravvissuto grazie all'aiuto di un soldato tedesco che aveva conosciuto suo padre.

CarrieraModifica

Lustig iniziò la sua carriera cinematografica nel 1955 come assistente alla regia presso la Jadran Film a Zagabria.

Trasferitosi negli Stati Uniti nel 1988 per dedicarsi attivamente alla produzione, Lustig vince per ben due volte il premio Oscar per il miglior film grazie a Schindler's List di Steven Spielberg e a Il gladiatore di Ridley Scott.

A proposito del suo primo Oscar, il 22 luglio 2015, Lusting si recò a Gerusalamme da Yad Vashem[3] e alla presenza di Liat Benhabib direttrice del Visual Center e del direttore del Memoriale Avner Shalev, consegnò uno dei due Oscar ricevuti nella sua carriera, il più significativo per Yad Vashem, l'Oscar per il film Schindler's List[4]. Branco Lustig nell'occasione dichiarò: «Sono molto onorato, sento che questo è il luogo più opportuno per l'Oscar»[5].

FilmografiaModifica

NoteModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN87127720 · ISNI (EN0000 0001 1451 0173 · LCCN (ENno97015819 · GND (DE106199113X