Breiðablik Kópavogur (calcio femminile)

Breiðablik UBK
Calcio Football pictogram.svg
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali Verde e Bianco2.svg Verde, bianco
Dati societari
Città Kópavogur
Nazione Islanda Islanda
Confederazione UEFA
Federazione Flag of Iceland.svg KSÍ
Fondazione 1950
Presidente Islanda Ólafur Hrafn Ólafsson
Allenatore Islanda Þorsteinn Halldórsson
Stadio Kópavogsvöllur
(3 500 posti)
Sito web www.breidablik.is
Palmarès
Titoli nazionali 18 campionati islandesi
Trofei nazionali 12 Bikar kvenna
Dati aggiornati al 26 novembre 2020
Si invita a seguire il modello di voce

Il Breiðablik Kópavogur, meglio noto come Breiðablik, Breidablik o con l'acronimo UBK, è la squadra di calcio femminile della polisportiva islandese Breiðablik, avente sede nella città di Kópavogur. È la squadra di calcio femminile islandese più vincente, avendo trionfato 17 volte nella Úrvalsdeild kvenna, massima serie nazionale, e 9 volte nella Bikar kvenna, la coppa nazionale.

StoriaModifica

La squadra di calcio femminile della polisportiva Breiðablik ha partecipato a tutte le edizioni della massima serie del campionato islandese di calcio femminile, ad eccezione della stagione 1988 in cui ha disputato la seconda serie. Ha vinto il campionato per 16 volte, dominando la scena nella prima metà degli anni ottanta e per gli interi anni novanta[1]. Grazie alla vittoria del campionato 2000 ebbe la possibilità di partecipare alla prima edizione della UEFA Women's Cup, ma, a causa della mancanza dei fondi necessari, dovette rinunciare, venendo sostituito dal KR Reykjavík. Al contrario, grazie alla vittoria del campionato 2001, partecipò alla UEFA Women's Cup 2002-2003, senza però superare la fase a gironi: vittoria sul FC Codru Chişinău e sconfitta dal Fortuna Hjørring e dal Babrujčanka. La vittoria del campionato 2005 consentì al Breiðablik di partecipare alla UEFA Women's Cup 2006-2007: dopo aver superato sia la prima sia la seconda fase a gironi, arrivò ai quarti di finale, dove fu eliminato dall'Arsenal, squadra che poi conquistò il trofeo[2]. Grazie al secondo posto conquistato nel campionato 2009 e all'ottavo posto dell'Islanda nel ranking UEFA, il Breiðablik poté partecipare alla UEFA Women's Champions League 2010-2011: dopo aver superato la fase a gironi come migliore seconda, fu eliminata nei sedicesimi di finale dalle francesi del Juvisy.

CronistoriaModifica

Cronistoria del Breiðablik
Vince la Coppa d'Islanda. (1º titolo)
Vince la Coppa d'Islanda. (2º titolo)
Vince la Coppa d'Islanda. (3º titolo)
Finale di Coppa d'Islanda.
Finale di Coppa d'Islanda.
Vince la Coppa d'Islanda. (4º titolo)
Vince la Coppa d'Islanda. (5º titolo)
Vince la Coppa d'Islanda. (6º titolo)
Vince la Coppa d'Islanda. (7º titolo)
Finale di Coppa d'Islanda.
Vince la Coppa d'Islanda. (8º titolo)
Finale di Coppa d'Islanda.
Fase a gironi della UEFA Women's Cup 2002-2003.
Vince la Coppa d'Islanda. (9º titolo)
Finale di Coppa d'Islanda.
Quarti di finale della UEFA Women's Cup 2006-2007.
Finale di Coppa d'Islanda.
Sedicesimi di finale della UEFA Women's Champions League 2010-2011.
Vince la Coppa d'Islanda. (10º titolo)
Vince la Coppa d'Islanda. (11º titolo)
Sedicesimi di finale della UEFA Women's Champions League 2016-2017.
Vince la Coppa d'Islanda. (12º titolo)
Ottavi di finale della UEFA Women's Champions League 2019-2020.
Vince la Coppa d'Islanda. (13º titolo)

CalciatriciModifica

  Le singole voci sono elencate nella Categoria:Calciatrici del Breiðablik.

PalmarèsModifica

1977, 1979, 1980, 1981, 1982, 1983, 1990, 1991, 1992, 1994, 1995, 1996, 2000, 2005, 2001, 2015, 2018, 2020
1981, 1982, 1983, 1994, 1996, 1997, 1998, 2000, 2005, 2013, 2016, 2018, 2021

OrganicoModifica

Rosa 2022Modifica

Rosa, ruoli e numeri di maglia come da siti UEFA[3] e Federcalcio islandese[4], aggiornati al 3 luglio 2022.

N. Ruolo Giocatore
1   P Sonný Lára Þráinsdóttir
4   C Bergþóra Sól Ásmundsdóttir
5   D Hafrún Rakel Halldórsdóttir
7   A Írena Héðinsdóttir
8   D Heiðdís Lillýardóttir
9   C Taylor Ziemer
12   P Telma Ívarsdóttir
13   D Ásta Eir Árnadóttir
14   C Karen Sigurgeirsdóttir
15   A Vigdís Lilja Kristjánsdóttir
N. Ruolo Giocatore
16   A Tiffany McCarty
17   C Karitas Tómasdóttir
18   D Kristín Dís Árnadóttir
19   A Birta Georgsdóttir
20   C Áslaug Munda Gunnlaugsdóttir
21   C Hildur Antonsdóttir
23   C Vigdis Edda Friðriksdóttir
24   D Hildur Thóra Hákonardóttir
27   C Selma Sól Magnúsdóttir
55   P Birna Kristjánsdóttir

Rosa 2020Modifica

Rosa, ruoli e numeri di maglia come da sito KSI[5], aggiornati al 28 settembre 2020.

N. Ruolo Giocatore
1   P Sonný Lára Þráinsdóttir
3   D Ragna Björg Einarsdóttir
4   C Bergþóra Sól Ásmundsdóttir
5   D Hafrún Rakel Halldórsdóttir
6   A Þórhildur Þórhallsdóttir
7   A Agla María Albertsdóttir
8   D Heiðdís Lillýardóttir
9   C Karólína Lea Vilhjálmsdóttir
10   A Berglind Björg Þorvaldsdóttir
14   A Guðrún Gyða Haralz
15   A Vigdís Lilja Kristjánsdóttir
16   C Alexandra Jóhannsdóttir
N. Ruolo Giocatore
17   A Sveindís Jane Jónsdóttir
18   D Kristín Dís Árnadóttir
19   A Esther Rós Arnarsdóttir
20   C Áslaug Munda Gunnlaugsdóttir
21   C Hildur Antonsdóttir
22   A Rakel Hönnudóttir
23   C Vigdís Edda Friðriksdóttir
24   D Hildur Þóra Hákonardóttir
26   P Íris Dögg Gunnarsdóttir
27   C Selma Sól Magnúsdóttir
29   C Andrea Rán Snæfeld Hauksdóttir

Rosa 2019Modifica

Rosa, ruoli e numeri di maglia come da sito UEFA[6] e KSI[7], aggiornati all'11 agosto 2019.

N. Ruolo Giocatore
1   P Sonný Lára Þráinsdóttir
2   D Sóley María Steinarsdóttir
4   C Bergþóra Sól Ásmundsdóttir
6   C Isabella Eva Aradóttir
7   A Agla María Albertsdóttir
8   D Heiðdís Lillýardóttir
9   C Karólína Lea Vilhjálmsdóttir
10   A Berglind Björg Þorvaldsdóttir
11   D Fjolla Shala
13   D Ásta Eir Árnadóttir
14   C Berglind Baldursdóttir
N. Ruolo Giocatore
15   A Sólveig Jóhannesdóttir Larsen
16   C Alexandra Jóhannsdóttir
18   D Kristín Dís Árnadóttir
19   A Esther Rós Arnarsdóttir
20   C Áslaug Munda Gunnlaugsdóttir
21   C Hildur Antonsdóttir
22   A Þórhildur Þórhallsdóttir
24   D Hildur Þóra Hákonardóttir
26   P Ásta Vigdís Guðlaugsdóttir
27   C Selma Sól Magnúsdóttir
29   C Andrea Rán Snæfeld Hauksdóttir

NoteModifica

  1. ^ (EN) Albo d'oro Úrvalsdeild kvenna, su rsssf.com. URL consultato il 30 giugno 2016.
  2. ^ Successo storico per l’Arsenal, su it.uefa.com. URL consultato il 2 luglio 2016.
  3. ^ Breidablik, su UEFA.com. URL consultato il 3 settembre 2021.
  4. ^ (IS) Breiðablik - Pepsi Max deild kvenna 2021, su KSI.is. URL consultato il 3 settembre 2021.
  5. ^ (IS) Breiðablik - Pepsi Max deild kvenna 2020, su KSI.is. URL consultato il 28 settembre 2020.
  6. ^ Breidablik, su UEFA.com. URL consultato l'11 agosto 2019.
  7. ^ (IS) Breiðablik - Pepsi Max deild kvenna 2019, su KSI.is. URL consultato l'11 agosto 2019.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio