Apri il menu principale
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Breme (disambigua).
Breme
comune
Breme – Stemma
Breme – Veduta
Scorcio dell'Abbazia
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
ProvinciaProvincia di Pavia-Stemma.png Pavia
Amministrazione
SindacoFrancesco Berzero (lista civica) dal 16/05/2011
Territorio
Coordinate45°08′N 8°38′E / 45.133333°N 8.633333°E45.133333; 8.633333 (Breme)Coordinate: 45°08′N 8°38′E / 45.133333°N 8.633333°E45.133333; 8.633333 (Breme)
Altitudine101 m s.l.m.
Superficie18,81 km²
Abitanti748[1] (31-12-2018)
Densità39,77 ab./km²
Comuni confinantiCandia Lomellina, Frassineto Po (AL), Sartirana Lomellina, Valle Lomellina, Valmacca (AL)
Altre informazioni
Cod. postale27020
Prefisso0384
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT018022
Cod. catastaleB142
TargaPV
Cl. sismicazona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitantibremesi
PatronoSan Barnaba
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Breme
Breme
Breme – Mappa
Posizione del comune di Breme nella provincia di Pavia
Sito istituzionale

Breme (Brèmi in dialetto lomellino[2]) è un comune italiano di 748 abitanti della provincia di Pavia in Lombardia, posto nella bassa Lomellina, alla confluenza tra il fiume Po ed il Sesia.

StoriaModifica

È sede dell'antica Abbazia di San Pietro di Breme[3], che acquisì grande importanza nel 929, quando vi si trasferirono i monaci dell'Abbazia della Novalesa, distrutta dai Saraceni nel 906. Nel 1542 i monaci benedettini si trasferirono nell’Eremo di Sant'Alberto di Butrio e al loro posto si insediarono i monaci olivetani la presenti, in conseguenza fu soppresso il titolo di abate e i beni dell’abbazia furono uniti a quelli del Monastero di San Bartolomeo in Strada di Pavia. Nel 1784 il Re di Sardegna Vittorio Emanuele I di Savoia decretò la soppressione dell’abbazia e l’incameramento dei suoi beni da parte dello stato. Sotto l'occupazione napoleonica venne infine abbattuta la chiesa abbaziale, già diroccata e pericolante.

Dal punto di vista civile, Breme è noto fin dal X secolo, quando apparteneva al Comitato (contea) di Lomello. Nel 1164 è citato tra i centri della Lomellina posti sotto il dominio di Pavia; nell'elenco delle terre pavesi del 1250 appare come Bremide. Sotto i Visconti è sede di podesteria; i Visconti lo infeudano dapprima agli Adorno, e nel 1439 a Pietro Visconti, lontano congiunto del duca di Milano. Breme resta signoria dei suoi discendenti fino al XVIII secolo, quando il feudo è acquistato dagli Arborio di Gattinara, già signori di Sartirana Lomellina, che sono nominati Marchesi di Breme. Breme, posto al confine tra il ducato di Milano e il Monferrato, fu un'importante piazzaforte di forma pentagonale: nel 1638, presa dai Francesi, fu riconquistata dagli Spagnoli dopo un lungo e sanguinoso assedio. Nel 1707 entrò a far parte con la Lomellina dei domini dei Savoia.

SocietàModifica

Evoluzione demograficaModifica

In cento anni si è assistito ad un forte spopolamento che ha portato i residenti ad un terzo di quelli presenti nel 1911.

Abitanti censiti[4]

 

Monumenti e luoghi d'interesseModifica

  • Abbazia di S. Pietro del X secolo (anno 929 d.C.), con rimaneggiamenti successivi. L'edificio attuale risale al XVI secolo. Il piano inferiore è stato trasformato in un piccolo museo. Di questo edificio, la cripta è l'unica parte rimasta dell'antica abbazia risalente al decimo secolo; presenta varie colonne che dividono le tre piccole navate. Altri ambienti visitabili sono il refettorio monastico, la cucina e la ghiacciaia. Alcuni ambienti del chiostro sono oggi utilizzati come spazi per uffici e associazioni.
  • Chiesa parrocchiale di S. Maria Assunta (secc. IX – XV), con battistero (secc. VIII - X). Di stile romanico, la facciata è stata nel tempo rimaneggiata. L'antico battistero si trova immediatamente dietro alla chiesa è oggi è stato trasferomato nella Cappella di San Barnaba, patrono del paese.
  • Obelisco di S. Carlo Borromeo (sec. XVII), che ricorda la visita del cardinale all'abbazia di Breme.
  • Monumento ai Caduti
  • Chiesa di S. Sebastiano (sec. XVII)
  • Chiesa di S. Maria di Pollicino (sec. X). È un piccolo oratorio situato fuori dal paese, a nord, verso Candia Lomellina. È di proprietà privata.

NoteModifica

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2018.
  2. ^ AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani, Milano, GARZANTI, 1996, p. 98.
  3. ^ L'abbazia di San Pietro - Comune di Breme
  4. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

BibliografiaModifica

  • Breme, terra di Lomellina. Storia, eventi, arte, natura. Pieghevole comunale

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN240126370 · GND (DE7572684-1 · BNF (FRcb15529015b (data) · WorldCat Identities (EN240126370
  Portale Lombardia: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Lombardia