Apri il menu principale
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando Francesco Monti detto "Brescianino delle Battaglie", vedi Francesco Monti.
Brescianino, Madonna col Bambino tra i santi Giovanni Battista e Girolamo, Museo di arte sacra della Val d'Arbia, Buonconvento

Andrea Piccinelli, detto Andrea del Brescianino (1486 circa – Firenze, 1525 circa), è stato un pittore italiano.

Indice

BiografiaModifica

Il soprannome di "Brescianino" gli derivò dal luogo di nascita del padre, di professione ballerino. Assieme al padre e al fratello Raffaello, anch'egli pittore documentato principalmente a Siena nel 1505, venne influenzato dai maestri fiorentini della sua epoca, in particolare Fra Bartolomeo e Andrea del Sarto, elaborati alla luce della conoscenza di Raffaello e Beccafumi. Si ignora l'anno della morte così come quello della nascita. ultimo documento noto lo segnala attivo a Firenze, dove è possibile che sia morto durante la peste del 1527.

Sia in Italia che all'estero si possono trovare molte sue opere, ad esempio a Villa Borghese e alla National Gallery di Londra, ma anche nei Musei di Palazzo Farnese a Piacenza, nel Museo Diocesano di Piacenza, in quello d'Arte Sacra della Valdarbia (Buonconvento) e nella Collezione Chigi Saracini di Siena.

OpereModifica

NoteModifica

  1. ^ a b c d e Attribuito dalla fondazione Federico Zeri.
  2. ^ Gloria Fossi, Siena segreta. La collezione Chigi Saracini e i musei nascosti, p. 29 [1].

BibliografiaModifica

  • (EN) Michael Bryan, Dictionary of Painters and Engravers, Biographical and Critical (Volume I: A-K), a cura di Robert Edmund Graves e Walter Armstrong, Original de Fogg Library, numérisé par Googlebooks d'Oxford University le 18 mai 2007, York St. #4, Covent Garden, Londres, George Bell and Sons, 1886, p. 154.
  • Elisabetta Nardinocchi (a cura di), Guida al Museo Horne, Firenze, Polistampa, 2011. ISBN 978-88-596-0969-8.
  • Archivio della Fondazione Federico Zeri

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN95759948 · LCCN (ENnr91029402 · GND (DE122050975 · ULAN (EN500012935 · CERL cnp00567706 · WorldCat Identities (ENnr91-029402