Brigitta di Svezia

principessa di Svezia
Brigitta di Svezia
Princess Birgitta.jpg
Principessa di Svezia
Stemma
In carica 17 gennaio 1937 (di nascita) -
Principessa consorte di Hohenzollern-Sigmaringen
In carica 25 maggio 1961 (per matrimonio) - 2 marzo 2016 (decesso del marito)
Principessa vedova di Hohenzollern-Sigmaringen
In carica 2 marzo 2016 (vedovanza) -
Nome completo Birgitta Ingeborg Alice Bernadotte
Trattamento Sua Altezza Reale (dalla nascita)
Nascita Palazzo di Haga, Solna, 19 gennaio 1937 (83 anni)
Dinastia Bernadotte
Padre Gustavo Adolfo di Svezia
Madre Sibilla di Sassonia-Coburgo-Gotha
Consorte Principe Giovanni Giorgio di Hohenzollern-Sigmaringen
Figli Principe Carl Christian di Hohenzollern-Sigmaringen
Principessa Désirée di Hohenzollern-Sigmaringen
Principe Hubertus di Hohenzollern-Sigmaringen

Brigitta di Svezia (nome completo Birgitta Ingeborg Alice Bernadotte[1]; Stoccolma, 19 gennaio 1937) nata principessa di Svezia[1], divenne principessa di Hohenzollern-Sigmaringen per matrimonio.

Famiglia d'origineModifica

Suo padre era il principe ereditario Gustavo Adolfo di Svezia[1], figlio di re Gustavo VI Adolfo di Svezia e della principessa Margherita di Sassonia-Coburgo-Gotha; sua madre era la principessa Sibilla di Sassonia-Coburgo-Gotha[1], figlia di Carlo Edoardo di Sassonia-Coburgo-Gotha, duca di Albany e della principessa Vittoria Adelaide di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Glücksburg.
È sorella maggiore dell'attuale re di Svezia Carlo Gustavo XVI.

Suo padre Gustavo Adolfo rimase ucciso in un incidente aereo il 26 gennaio 1947 all'aeroporto di Kastrup, in Danimarca, mentre stava tornando a Stoccolma da una visita alla regina Giuliana dei Paesi Bassi.

MatrimonioModifica

 
La principessa Brigitta di Svezia con il marito nel giorno del loro matrimonio.

Brigitta sposò il principe Giovanni Giorgio di Hohenzollern-Sigmaringen (31 luglio 1932 – 2 marzo 2016), figlio del principe Federico Vittorio di Hohenzollern-Sigmaringen e della principessa Margherita Carola di Sassonia.
La coppa si sposò con rito civile il 25 maggio 1961[1] nella città di Stoccolma, e con rito religioso il 30 maggio[1] nella città tedesca di Sigmaringen.

Dal loro matrimonio nacquero tre figli:[1]

  • S.A.R. Carlo Cristiano, principe di Hohenzollern-Sigmaringen (nato il 5 aprile 1962)
  • S.A.R. Désirée Margherita, principessa di Hohenzollern-Sigmaringen (nata il 27 novembre 1963)
  • S.A.R. Umberto Gustavo Adolfo, principe di Hohenzollern-Sigmaringen (nato il 10 giugno del 1966)

La principessa Brigitta e il principe Giovanni Giorgio si sono separati nel 1990, pur rimanendo legalmente sposati. Brigitta vive nell'Isola di Maiorca, mentre il marito (deceduto nel 2016), viveva a Monaco di Baviera, dove presiedeva un museo.

Albero genealogicoModifica

Brigitta di Svezia Padre:
Gustavo Adolfo di Svezia
Nonno paterno:
Gustavo VI Adolfo di Svezia
Bisnonno paterno:
Gustavo V di Svezia
Trisnonno paterno:
Oscar II di Svezia
Trisnonna paterna:
Sofia di Nassau
Bisnonna paterna:
Vittoria di Baden
Trisnonno paterno:
Federico I di Baden
Trisnonna paterna:
Luisa di Prussia
Nonna paterna:
Margherita di Sassonia-Coburgo-Gotha
Bisnonno paterno:
Arturo di Sassonia-Coburgo-Gotha
Trisnonno paterno:
Alberto di Sassonia-Coburgo-Gotha
Trisnonna paterna:
Vittoria del Regno Unito
Bisnonna paterna:
Luisa Margherita di Prussia
Trisnonno paterno:
Federico Carlo di Prussia
Trisnonna paterna:
Maria Anna di Anhalt
Madre:
Sibilla di Sassonia-Coburgo-Gotha
Nonno materno:
Carlo Edoardo di Sassonia-Coburgo-Gotha
Bisnonno materno:
Leopoldo di Sassonia-Coburgo-Gotha
Trisnonno materno:
Alberto di Sassonia-Coburgo-Gotha
Trisnonna materna:
Vittoria del Regno Unito
Bisnonna materna:
Elena di Waldeck e Pyrmont
Trisnonno materno:
Giorgio Vittorio di Waldeck e Pyrmont
Trisnonna materna:
Elena di Nassau
Nonna materna:
Vittoria Adelaide di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Glücksburg
Bisnonno materno:
Federico Ferdinando di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Glücksburg
Trisnonno materno:
Federico di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Glücksburg
Trisnonna materna:
Adelaide di Schaumburg-Lippe
Bisnonna materna:
Carolina Matilde di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Augustenburg
Trisnonno materno:
Federico VIII di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Augustenburg
Trisnonna materna:
Adelaide di Hohenlohe-Langenburg

OnorificenzeModifica

Famiglia reale svedese
Casato di Bernadotte

Carlo XIV (1763-1844)
Oscar I (1799-1859)
Carlo XV (1826-1872)
Figli
Oscar II (1829-1907)
Gustavo V (1858-1950)
Gustavo VI Adolfo (1882-1973)
Figli
Carlo XVI Gustavo (1946)
Nipoti

Onorificenze svedesiModifica

  Membro e Commendatore degli Ordini di S. M. (Reale Ordine dei Serafini, LoKavKMO)
— 22 marzo 1952[2][3][4][5]
  Dama di I Classe dell'Ordine famigliare reale di re Gustavo VI Adolfo
— [6]
  Dama dell'Ordine famigliare reale di re Carlo XVI Gustavo
— 1973[7][8]
  I Medaglia commemorativa del Giubileo di re Carlo XVI Gustavo (CXVIG:sJmt)
— 30 aprile 1996
  Medaglia commemorativa delle nozze della Principessa della Corona Victoria e il Principe Daniel (VD:sBMM)
— 19 giugno 2010
  II Medaglia commemorativa del Giubileo di re Carlo XVI Gustavo (CXVIG:sJmtII)
— 15 settembre 2013[9][10]
  III Medaglia commemorativa del Giubileo di re Carlo XVI Gustavo (CXVIG:sJmtIII)
— 30 aprile 2016[11]

Onorificenze straniereModifica

  Dama di Gran Croce dell'Ordine del Leone d'Oro della Casa di Nassau (Paesi Bassi)
— [12]
  Gran Croce dell'Ordine al Merito della Repubblica Federale di Germania (Germania)
— [13]

NoteModifica

  1. ^ a b c d e f g Darryl Lundy, Genealogia della principessa Brigitta di Svezia, thePeerage.com, 10 maggio 2003. URL consultato il 13 giugno 2010.
  2. ^ Noblesse et Royautés Archiviato il 21 settembre 2013 in Internet Archive., King's sisters attending Victoria's wedding, 19/06/2010, Group photo Archiviato il 10 dicembre 2012 in Archive.is.
  3. ^ Immagine
  4. ^ Immagine
  5. ^ Immagine
  6. ^ Immagine
  7. ^ Immagine
  8. ^ Immagine
  9. ^ Giubileo di rubino di Carlo XVI Gustavo
  10. ^ Immagine
  11. ^ Daily Mail
  12. ^ Immagini
  13. ^ Immagini

Altri progettiModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN255648356 · ISNI (EN0000 0003 7798 6659 · LCCN (ENno2004035441 · WorldCat Identities (ENno2004-035441