Apri il menu principale
Brioni
Logo
StatoItalia Italia
Fondazione1945
Fondata daNazareno Fonticoli e Gaetano Savini
Sede principaleRoma
GruppoKering
Persone chiave
  • Fabrizio Malverdi (Amministratore Delegato)
  • Jean Francois Palus (Direttore Manageriale Kering)
Settoremoda
ProdottiAbbigliamento, oggetti per la casa, accessori, occhiali, profumi
Sito web

Brioni è un'azienda italiana di abbigliamento maschile di proprietà della holding francese Kering. Fondata a Roma nel 1945, è conosciuta per i suoi abiti Bespoke (un abito su misura tagliato ed imbastito a mano), le collezioni sartoriali ready-to-wear ed i prodotti in pelle.

Nel corso della sua storia Brioni ha introdotto concetti innovativi come la prima sfilata uomo, il trunk show e il Prêt-Couture - o ready-to-wear Haute Couture - ed è stata un punto di riferimento per il mondo dell'intrattenimento, delle istituzioni e del business.

Indice

StoriaModifica

1945-2011Modifica

Brioni è stata fondata a Roma nel 1945 come casa di sartoria dal sarto Nazareno Fonticoli e dall'imprenditore Gaetano Savini, che insieme aprirono il loro primo negozio in Via Barberini 79, chiamando il marchio Brioni, dal nome delle isole istriane di Brioni, di fronte a Pola, famose fin dall'antichità per la loro bellezza.[1]

 
Vecchio logo Brioni usato dal 1986 al 2016

Sin dal principio, Brioni ha suscitato l'interesse di personalità di alto profilo del mondo del cinema, capi di stato e leader del mondo del business[2].

Nel 1952 Brioni ha ospitato la prima sfilata maschile della storia, all'interno della Sala Bianca di Palazzo Pitti di Firenze[3]. Gli abiti introducevano nuove silhouette, colori brillanti e tessuti innovativi, segnando un importante capitolo nella storia dell'azienda. Qualche anno più tardi, Brioni ha inventato il trunk show, un evento che presentava le collezioni direttamente nei negozi e permetteva ai clienti di personalizzare i capi attraverso il servizio Bespoke (un abito su misura tagliato ed imbastito a mano).

Nel 1959 Brioni ha aperto una sede produttiva in Abruzzo a Penne, città natale di Nazareno Fonticoli. Chiamata Brioni Roman Style, ha introdotto il concetto di Prêt-Couture, o ready-to-wear Haute Couture, dando l'avvio alla crescita internazionale del marchio.

Ne 1985, l'azienda ha inaugurato una scuola di sartoria a Penne, che ha l'obiettivo di trasmettere il metodo sartoriale Brioni alle nuove generazioni di sarti[4].

Nel 2007 e 2011 il Luxury Institute di New York ha nominato Brioni come il più prestigioso marchio di abbigliamento di lusso in America[5].

2012-oggiModifica

 
Una boutique Brioni al Wynn Las Vegas, Las Vegas Strip, Las Vegas, Nevada, 2009.

Nel 2012, con l'acquisizione del gruppo francese Kering, l'azienda è entrata in una nuova fase della sua storia[6]. Sotto la guida dell'Amministratore Delegato Gianluca Flore e del Direttore Creativo Justin O'Shea, Brioni disegna e produce collezioni sartoriali ready-to-wear, accessori in pelle, scarpe, occhiali, fragranze, e capi Bespoke.

I prodotti Brioni sono distribuiti in tutto il mondo attraverso boutique di proprietà e una rete di rivenditori selezionati[7].

Il 4 ottobre 2016 O'Shea lascia il posto di direttore creativo del marchio.[8]

Nel marzo del 2017 Fabrizio Malverdi sostituisce Gianluca Flore come Amministratore Delegato del brand.

Pochi mesi dopo, nel Luglio 2017 il ruolo di direttore creativo viene affidato a Nina-Marie Nitsche, storica collaboratrice di Martin Margiela. Nitsche lascia però l'incarico meno di un anno dopo, nel giugno del 2018.

NoteModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  • Brioni spa, su SIUSA Sistema Informativo per le Soprintendenze Archivistiche
Controllo di autoritàVIAF (EN211813045 · LCCN (ENn96000199 · GND (DE4414139-7