Apri il menu principale
Il popolo dei Bructeri si trovava ad est della foce del fiume Reno attorno al 50, durante l'Impero di Claudio.

I Bructeri erano una tribù germanica che, tra il 100 a.C. e il 350 d.C., erano stanziati nella Germania nord-occidentale (Soester Börde), tra i fiumi Lippe e Ems a sud della foresta di Teutoburgo, oggi nella Renania Settentrionale-Vestfalia.

Si allearono coi Cherusci, i Marsi e i Catti, sotto il comando di Arminio, sconfiggendo nel 9 a.C. le legioni romane guidate da Publio Quintilio Varo nella battaglia di Teutoburgo. Sei anni dopo, uno dei generali comandati da Germanico, Lucio Stertinio, sconfisse i bructeri e devastò le loro terre. Nel 69/70 d.C. parteciparono alla rivolta dei Batavi, ispirata dalla bructer Velleda, poi catturata dai Romani.

Alla fine, i Bructeri furono assorbiti dai Franchi.

BibliografiaModifica