Bruno Berra

calciatore italiano
Bruno Berra
BrunoBerra.jpg
Nazionalità Italia Italia
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Difensore
Ritirato 1948
Carriera
Squadre di club1
1933-1934 600px Nero con stella Bianca.svg Minerva Milano ? (?)
1934-1935 Entella ? (?)
1936-1937 Vigevano ? (?)
1937-1941 Milan 53 (0)
1941-1947 Napoli 117 (0)
1944-1945 Pro Italia ? (1)[1]
1947-1948 Nocerina 33 (0)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Bruno Berra (Milano, 27 gennaio 1914Gallarate, 23 novembre 1992[2]) è stato un calciatore italiano, di ruolo terzino.

CarrieraModifica

Primi anni e MilanModifica

Dopo aver mosso i primi passi nel Minerva di Milano[3], nell'Entella[4] nel Fanfulla di Lodi e nel Vigevano, collezionò 149 presenze in Serie A tra il 1937 e il 1947 con le maglie di Milan, dove nella stagione 1940-1941 si piazzò al 3º posto in Serie A; debuttò in massima Serie nel derby di Milano del 20 febbraio 1938, vinto dalla sua squadra contro l'Ambrosiana per 1-0, gara in cui sostituì il capitano della squadra Bonizzoni[5].

Napoli ed ultimi anniModifica

Passò quindi al Napoli, con la cui maglia debuttò nella sconfitta in trasferta del 26 ottobre 1941 nella capitale contro la Roma (che in quell'anno avrebbe vinto lo scudetto) per 5-1[6]; con gli azzurri, che durante la sua militanza dovettero affrontare periodi di poco prestigio, si tolse la soddisfazione di arrivare nel campionato 1945-1946 al 1º posto nel Campionato misto A e B del Centro-sud, che consentì alla squadra la promozione in Serie A ed il 5º nel Girone Finale di Divisione Nazionale[7]. Nel 1945 aveva militato nella Pro Italia di Taranto, nel Torneo misto pugliese (che vide la sua squadra ritirarsi prima del termine della competizione)[8][9]. Nella stagione 1946-1947, che vedrà i partenopei arrivare all'8º posto in Serie A[10], proprio contro il Milan fu protagonista di una vittoria casalinga degli azzurri per 1-0, il 28 aprile 1946, una gara di cui il Corriere dello Sport scrisse che "l'anziano, cocciuto Berra" era riuscito tanto bene nel compito di controllare Puricelli (che al 38° del secondo tempo sarebbe stato espulso) da ridurre a due o tre le occasioni offerte all'avversario per segnare, risultando così il migliore della sua squadra[11]. Chiuse la carriera nel 1948 tra le file della Nocerina, in Serie B. Nella stagione 1956-57 lo troviamo allenatore dell'Abbiategrasso FBC in promozione Lombardia.

PalmarèsModifica

ClubModifica

Competizioni nazionaliModifica

Vigevano: 1936-1937

NoteModifica

  1. ^ il Torneo Misto pugliese è ritenuto "non ufficiale" dalla FIGC; quindi il dato è riportato più per dovere di cronaca.
  2. ^ Bruno BERRA magliarossonera.it
  3. ^ Le deliberazioni della Presidenza e delle Federazioni del C.O.N.I., Il Littoriale, 5 settembre 1934, pag.5
  4. ^ Le liste di trasferimento offrono una tangibile dimostrazione della crescita del movimento calcistico italiano, Il Littoriale, 8-9 agosto 1936, pp.6-7-8
  5. ^ la Stampa, 21 febbraio 1938, pagina 4
  6. ^ Carratelli, p.76.
  7. ^ Carratelli, p.82.
  8. ^ Statistiche su Miky e Genny.it, su xoomer.virgilio.it. URL consultato il 30 aprile 2014 (archiviato dall'url originale il 6 novembre 2016).
  9. ^ 1908-1998 90 Bari (Gianni Antonucci, 1998) pp. 279-288; Bari, Uniongrafica Corcelli, 1998
  10. ^ Carratelli, p.84.
  11. ^ Corriere dello sport, 29 aprile 1946, pagina 1 Archiviato il 5 ottobre 2013 in Internet Archive. emeroteca.coni.it

BibliografiaModifica

Collegamenti esterniModifica