Apri il menu principale

Bruno Zarrillo

giocatore di hockey su ghiaccio canadese
Bruno Zarrillo
Nazionalità Canada Canada
Italia Italia (dal 1990)
Altezza 180 cm
Peso 81 kg
Hockey su ghiaccio Ice hockey pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex ala sinistra)
Tiro Destro
Ritirato 2004 - giocatore
Carriera
Periodo Squadra PG G A Pt
Giovanili
1986-1988 River East Royal Knights 77 119 158 277
Squadre di club0
1988-1989 Latemar ? 23 27 50
1989-1996 Bolzano 257 272 341 613
1996-2001 Kölner Haie 278 123 167 290
1997 Berna 2 3 0 3
2001-2002 Nürnberg Ice Tigers 54 17 20 37
2002-2003 Langenthal 7 3 7 10
2002-2003 Sierre 8 2 4 6
2002-2003 Bolzano 4 1 0 1
2003-2004 Milano Vipers 35 12 25 37
Nazionale
1990-2001 Italia Italia 138 70 53 123
Allenatore
2004-2005 Bolzano Head Coach
2006-2007 Winnipeg Saints Head Coach
Dirigente
2004 Bolzano Direttore sportivo
2011-2017 Prince Albert Raiders Scout
2018- Prince Albert Raiders Scout
0 Dati relativi al campionato e ai playoff.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 27 dicembre 2018

Bruno Zarrillo (Winnipeg, 5 settembre 1966) è un ex hockeista su ghiaccio, dirigente sportivo e allenatore di hockey su ghiaccio canadese naturalizzato italiano. Il suo soprannome era The Blackhawk.

Indice

CarrieraModifica

GiocatoreModifica

Dopo le giovanili in Canada, si trasferisce ancora giovanissimo in Italia. La sua prima squadra in Italia è il Latemar HC, nella serie B della stagione 1988-89.

L'anno successivo arriva all'Hockey Club Bolzano, con cui vince lo scudetto e veste per la prima volta la maglia della nazionale italiana, con cui totalizzerà 138 presenze, partecipando a:

Nelle sette stagioni a Bolzano vince un altro scudetto (1994-95), un'Alpenliga (1993) e un Torneo 6 nazioni (1994).

Nel 1996 trasferisce in Germania, nella Deutsche Eishockey-Liga (DEL) coi Kölner Haie. Al termine di quella stagione gioca anche i play-off con l'SC Bern nel campionato svizzero, contribuendo alla vittoria finale.

Fino al 2001-02 gioca in Germania (col Colonia, ad eccezione dell'ultima stagione a Norimberga).

Nel 2002-03 torna in Svizzera, questa volta in seconda serie, metà stagione con l'SC Langenthal, metà con l'HC Sierre. Al termine della stagione tornerà al Bolzano per i play-off, ma i biancorossi furono eliminati in semifinale.

Per la sua ultima stagione sui pattini, il 2003-04, tornò nel campionato italiano, con l'HCJ Milano Vipers, con cui vince il suo terzo titolo italiano personale.

AllenatoreModifica

La sua prima avventura da allenatore è a Bolzano, dov'era direttore sportivo: sostituirà Riccardo Fuhrer, dimissionario, a metà della stagione 2004-05.

PalmarèsModifica

Bolzano: 1989-1990, 1994-1995 e 1995-1996
Milano Vipers: 2003-2004
Berna: 1996-1997

Collegamenti esterniModifica