Buddy Rich

batterista statunitense
Bernard "Buddy" Rich
Buddy Rich.jpg
Buddy Rich nel 1947
NazionalitàStati Uniti Stati Uniti
(Brooklyn, New York)
GenereJazz
Periodo di attività musicale1919 – 1987
Strumentobatteria
percussioni
Album pubblicati16
Studio11
Live1
Raccolte4
Sito ufficiale

Bernard "Buddy" Rich (New York, 30 settembre 1917Los Angeles, 2 aprile 1987) è stato un batterista statunitense.

Buddy Rich è stato fonte di ispirazione per generazioni di batteristi tra i quali Billy Cobham, Neil Peart, Dave Weckl, Dennis Chambers, Steve Smith, Virgil Donati, Vinnie Colaiuta, Steve Gadd, John Bonham, Ian Paice, Keith Moon, Jojo Mayer e Carl Palmer. Gene Krupa definì Rich "Il più grande batterista che abbia mai preso fiato"[1].

BiografiaModifica

Nato a Brooklyn da Bess Skolnik e Robert Rich, entrambi ebrei americani, è destinato a vivere nell'ambiente dello spettacolo, infatti all'età di due anni è già sul palco per suonare l'inno americano nello spettacolo che i suoi genitori portavano in giro per gli States. All'età di 4 anni si esibisce come ballerino di tip tap e batterista. All'età di 6 anni è già in piena attività come solista in uno spettacolo (Traps the Drum Wonder). A 11 anni è leader di una propria orchestra. La sua carriera nel jazz inizia nel 1936 con Art Shapiro e solo dopo un anno inizia a raccogliere i primi successi nell'orchestra di Hot Lips Page. Nell'orchestra di Joe Marsala si creò la fama di band driver, infatti tra il 1938 e il 1945 suonò con tutte le più famose orchestre di swing dell'epoca, tra cui Bunny Berigan, Harry James, Artie Shaw, Tommy Dorsey e Count Basie. Sempre negli anni quaranta assieme a Kenny Clarke, Art Blakey e Max Roach è fra i creatori del nuovo stile destinato a cambiare il Jazz, cioè il Be-Bop. Nel 1945 organizza la sua prima Big Band ma alterna ancora presenze nelle orchestre con Harry James, Charlie Ventura, Tommy Dorsey, Les Brown e Joséphine Baker.

Le sue fonti di ispirazione furono Chick Webb e Gene Krupa, che lo aiutò ai suoi esordi (Buddy Rich vinse una edizione dello "Slingerland Contest", gara fra batteristi organizzata dallo stesso Krupa assieme alla fabbrica di batterie Slingerland) e del quale fu sempre grande amico.

 
La Big band di Buddy Rich negli anni quaranta

DiscografiaModifica

 
Buddy Rich a New York nel 1946
  • 1952 – Swinging Count
  • 1953 – Buddy Rich Swinging
  • 1953 – Swingin' Buddy Rich
  • 1955 – Buddy and Sweets
  • 1955 – Hampton-Tatum-Rich Trio
  • 1955 – Sing and Swing with Buddy Rich
  • 1955 – Wailing Buddy Rich
  • 1956 – Buddy Rich Sings Johnny Mercer
  • 1956 – This One's for Basie
  • 1957 – Buddy Rich Just Sings
  • 1957 – Just Sings
  • 1958 – Buddy Rich in Miami
  • 1959 – Buddy Rich
  • 1959 – Rich Versus Roach
  • 1959 – Richcraft
  • 1959 – Voice Is Rich
  • 1960 – Driver [LP]
  • 1961 – Blues Caravan
  • 1961 – Playmates
  • 1966 – Swingin' New Band
  • 1966 – Swingin' New Big Band
  • 1967 – Big Band Shout
  • 1967 – Big Swing Face
  • 1967 – New One!
  • 1968 – Mercy, Mercy
  • 1968 – Rich Ala Rahka
  • 1969 – Buddy & Soul
  • 1969 – Super Rich
  • 1970 – Keep the Customer Satisfied
  • 1971 – Buddy Rich in London
  • 1971 – Different Drummer
  • 1971 – Time Being
  • 1971 – Very Live at Buddy's Place
  • 1972 – Stick It
  • 1973 – Roar of '74
  • 1974 – Last Blues Album, Vol. 1
  • 1974 – Transition
  • 1975 – Big Band Machine [Groove Merchant]
  • 1976 – Speak No Evil
  • 1977 – Best Band I Ever Had
  • 1977 – Buddy Rich Plays and Plays and Plays
  • 1977 – Class of '78
  • 1977 – Europe '77
  • 1977 – Lionel Hampton Presents Buddy Rich
  • 1977 – Sound of Jazz
  • 1978 – Mr. Drums
  • 1978 – Zoot Sims: Air Mail Special
  • 1980 – Live at Ronnie Scott's
  • 1981 – Buddy Rich Band
  • 1984 – Tuff Dude
  • 1985 – Mr. Drums: Live on King Street, San Francisco
  • 1986 – Last Known Taped Live Performance at Grendale Lair, Philadelphia PA.: December 8, 1986
  • 1987 – Compact Jazz: Buddy Rich
  • 1990 – Groove Merchant
  • 1991 – Rags to Riches
  • 1992 – Swingin' New Big Band/Keep the Customer Satisfied
  • 2000 – Buddy Rich at the Hollywood Palladium
  • 2001 – Best Band I Ever Had [Super Audio CD]
  • 2002 – Poor Little Rich Bud
  • 2002 – Rich Versus Roach [Japan Bonus Tracks]
  • 2003 – Buddy's Cherokee: The Lionel Hampton Sessions
  • 2003 – Live Concert: Buddy's Place
  • 2004 – No Funny Hats
  • 2006 – Rich in London

NoteModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN114610506 · ISNI (EN0000 0001 1455 4723 · SBN IT\ICCU\LO1V\171761 · Europeana agent/base/64136 · LCCN (ENn81149138 · GND (DE118600249 · BNF (FRcb138989874 (data) · BNE (ESXX854432 (data) · NLA (EN36515039 · WorldCat Identities (ENlccn-n81149138