Apri il menu principale

Bugatti Tipo 29 e Tipo 30

autovettura del 1922 prodotta dalla Bugatti
Bugatti Type 29 e Type 30
Bugatti Typ-30.jpg
Bugatti Type 30
Descrizione generale
Costruttore Francia  Bugatti
Produzione dal 1922 al 1926
Sostituita da Bugatti Tipo 35, 37 e 39
Esemplari prodotti circa 600[senza fonte]
Altre caratteristiche
Dimensioni e massa
Passo 2550 mm
Massa circa 825 kg
Altro
Note dati della Tipo 30

La Bugatti Tipo 29 fu un'automobile da competizione realizzata dalla ditta francese Bugatti nel 1922 in soli 7 esemplari; da essa derivò il modello stradale Tipo 30.

Il contestoModifica

Dopo la presentazione, avvenuta nel 1921, della Type 28, si trattò della prima 8 cilindri venduta in serie dalla casa automobilistica francese, fu presentata nel 1922 ed era dotata di un motore ad 8 cilindri in linea da 1991 cm³ in grado di erogare 50 CV a 3800 giri/min. Tale motore era dotato di distribuzione ad un asse a camme in testa e a tre valvole per cilindro. Anche la Type 30 era equipaggiata con i freni idraulici sulle quattro ruote, ma tale soluzione si rivelò ben presto ancora poco affidabile, pertanto fu abbandonata a favore di una soluzione più convenzionale.

La Type 30 divenne famosa per il suo impiego nelle corse: la versione da gara montava lo stesso motore di quella stradale, ma portato a 100 CV di potenza massima. L'esordio agonistico avvenne il 15 luglio 1922 al Gran Premio di Francia: tre delle quattro Type 30 schierate si classificarono rispettivamente seconda, terza e quinta dopo una gara epica[1]. Al successivo Gran Premio d'Italia, sul circuito di Monza, la Type 30 pilotata da De Vizcaya si classificò al terzo posto[2]. Meno fortunata alla 500 miglia di Indianapolis del 1923, dove il miglior risultato fu un nono posto raggiunto da De Cystria.

La Type 30 fu prodotta fino al 1926.

NoteModifica

  1. ^ Risultati del GP di Francia 1922, su teamdan.com. URL consultato il 26 dicembre 2009 (archiviato dall'url originale il 4 maggio 2009).
  2. ^ Risultati del GP d'Italia 1922, su teamdan.com. URL consultato il 26 dicembre 2009 (archiviato dall'url originale il 4 maggio 2009).

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Automobili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di automobili