Busento
Fiume crati cosenza.jpg
Il fiume a Cosenza
StatoItalia Italia
RegioniCalabria Calabria
Lunghezza36 km
Portata media3 m³/s
Altitudine sorgenteca, 1 120 m s.l.m.
NasceMonte Serratore, Domanico
SfociaCrati a Cosenza

Il Busento è un fiume calabrese che nasce sul Monte Serratore, a Domanico, è un affluente del Crati.

LetteraturaModifica

La morte di AlaricoModifica

 
Morte di Alarico I, seppellito nel letto del fiume Busento

Re Alarico I, dopo il sacco di Roma, scese in Italia meridionale; quindi morì, per ignote ragioni, nel 410 d. C. a Cosenza, e qui, secondo l'usanza visigota, fu sepolto insieme all'immenso tesoro sottratto a Roma proprio nel letto del Busento, che per l'occasione fu deviato dal suo corso tramite un complesso lavoro di ingegneria idraulica e sfruttando il lavoro di centinaia di schiavi, i quali, dopo aver ricondotto il fiume nel suo letto naturale, furono trucidati dallo stesso esercito di Alarico per preservare la segretezza del luogo della sepoltura.

 
Il Busento a Cosenza

La leggenda di Alarico e della sua sepoltura nel Busento ha ispirato la poesia di August Graf von Platen Das Grab im Busento con una rappresentazione romantica della morte e della sepoltura di Alarico. La poesia è stata tradotta in italiano da Giosuè Carducci con il titolo La tomba del Busento.

Altri progettiModifica

Esiste una versione in musica della poesia La tomba del Busento inserita nella raccolta di leggende italiane del gruppo musicale folk Murmur Mori. https://murmurmori.bandcamp.com/track/la-tomba-nel-busento