Apri il menu principale

César Aparecido Rodrigues

allenatore di calcio e ex calciatore brasiliano
César
Cesar Aparecido Rodrigues.jpg
Nazionalità Brasile Brasile
Altezza 181 cm
Peso 71 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex difensore, centrocampista)
Squadra non conosciuta Samagor (Giov. Reg.)
Ritirato 2010 - giocatore
Carriera
Giovanili
1992-1994 Juventus-SP
Squadre di club1
1994-1998 Juventus-SP 78 (21)
1998 São Caetano 0 (0)
1998 União Barbarense 32 (7)
1998-2001 São Caetano 31 (8)
2001-2006 Lazio 86 (13)
2006 Inter 8 (1)
2006-2007 Corinthians 13 (1)
2007 Livorno 9 (1)
2007-2008 Inter 17 (1)
2008-2009 Bologna 6 (0)
2009-2010 Pescina VG 16 (3)
Nazionale
2001 Brasile Brasile 2 (0)
Carriera da allenatore
2011-2012LazioGiov. Prov.
2012-2013LazioAllievi Reg.B.
2013-2014FrosinoneAllievi Naz.
2018-non conosciuta SamagorGiov. Reg.
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 17 settembre 2013

César Aparecido Rodrigues, meglio noto solo come César (San Paolo, 24 ottobre 1974), è un allenatore di calcio, ex calciatore, giocatore di beach soccer e giocatore di calcio a 8 brasiliano, di ruolo difensore o centrocampista, attuale tecnico della categoria Giovanissimi Regionali della Samagor.

Indice

Caratteristiche tecnicheModifica

GiocatoreModifica

Ricopriva il ruolo di difensore e centrocampista di fascia sinistra.

CarrieraModifica

GiocatoreModifica

ClubModifica

In Brasile e la detenzione in carcereModifica

Cresciuto nelle giovanili del Clube Atlético Juventus, con questa società raggiunge nel 1994 la promozione nel Campionato Paulista, la massima categoria calcistica dello stato di Sao Paulo. Il presidente della squadra aveva deciso così di regalare 100.000 dollari ai giocatori, ma alla consegna il dirigente incaricato era stato rapinato dell'ingente somma da due uomini armati. César, appena diciannovenne, trovato complice dei rapinatori, confessa e viene condannato a 5 anni e 4 mesi di carcere.[1]

Nel 1998 riprende l'attività calcistica con l'União Barbarense, al quale viene ceduto in prestito dal São Caetano. Con la formazione bianconera vince il campionato Paulista Serie A-2, ottenendo così la promozione nel Campionato Paulista. La stagione successiva ritorna al São Caetano, diventando poi anche capitano della squadra, con cui arriva sorprendentemente a disputare nel 2000 la finale per il titolo nazionale, persa contro il Vasco da Gama.

L'arrivo in Italia: Lazio e InterModifica

Arriva in Italia nell'estate del 2001, destinazione Lazio. Il club biancoceleste se lo aggiudica per una cifra di circa 5 milioni di dollari[1] e gli fa firmare un contratto di cinque anni. Dopo un inizio incerto è l'arrivo di Roberto Mancini alla guida del club a consacrare in Italia il brasiliano. Il 27 agosto 2003 realizza il primo gol in Champions League contro il Benfica (0-1) ma pochi giorni dopo si infortuna in campionato nella gara casalinga contro il Lecce (4-1), il suo rientro avviene nel gennaio 2004 proprio nella gara di ritorno contro il Lecce nel quale Cesar realizza i gol del decisivo 0-1. Nonostante le poche presenze stagionali per via dell'infortunio sono ben 6 le reti del terzino biancoceleste di cui 3 in una sola partita (5-2 al Siena). Nel 2004 la Coppa Italia è il primo trofeo vinto in Italia. Realizza il 6 gennaio 2005 uno dei tre gol con cui i biancocelesti battono la Roma nel sentitissimo derby capitolino, uno dei momenti più positivi per i laziali in una stagione complicata. L'annata successiva diventa il capitano della Lazio, ma al termine del calciomercato di gennaio 2006 passa all'Inter dove nel frattempo Mancini era diventato l'allenatore. In nerazzurro trova poco spazio, venendo utilizzato con regolarità solo in alcune partite di Coppa Italia. Con i nerazzurri colleziona anche una presenza in Champions League e vince uno Scudetto ed una Coppa Italia.

Al Corinthians e il ritorno in Italia: di nuovo Inter e le esperienze in provinciaModifica

Nell'estate 2006 passa al Corinthians con la formula del prestito e nel gennaio del 2007, durante la finestra invernale del calciomercato, torna a giocare in Serie A, stavolta al Livorno, ancora in prestito. A fine campionato torna a disposizione dell'Inter, con Mancini che gli dà fiducia anche in campionato, visto anche che non è stato inserito nelle liste UEFA per la Champions League.[2] Con la squadra nerazzurra vince il suo secondo scudetto. Nel luglio 2008 scade il contratto con la squadra nerazzurra e rimane svincolato. A novembre dello stesso anno, passa al Bologna.[3] Esordisce con la nuova maglia 5 giorni dopo in Bologna-Palermo (1-1). Conclude il campionato con 6 presenze. Nell'ottobre 2009 firma un contratto con il Pescina VG, società abruzzese di Lega Pro Prima Divisione.[4]

NazionaleModifica

Le prestazioni offerte con la maglia del sorprendente São Caetano valgono a César la convocazione della Nazionale brasiliana, con la quale debutta il 28 marzo 2001 nella partita di qualificazione al Mondiale nippo-coreano persa in Ecuador per 1-0.

AllenatoreModifica

Una volta smesso con il calcio giocato, César intraprende la carriera di allenatore, e il 12 agosto 2011 diventa il tecnico della squadra Giovanissimi Provinciali Fascia B della Lazio, venendo promosso alla guida degli Allievi Elite Fascia B la stagione successiva.

Il 17 settembre 2013, Cèsar viene ingaggiato dal Frosinone per la panchina degli Allievi nazionali.

Nel marzo 2018, l'ex calciatore brasiliano viene ingaggiato dalla società pontina della Samagor come tecnico della categoria Giovanissimi Regionali.

StatisticheModifica

GiocatoreModifica

Presenze e reti nei clubModifica

Statistiche aggiornate al 25 gennaio 2010.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
1998   União Barbarense A2 32 7 - - - - - - - - - 32 7
1998-2001   São Caetano A 31 8 - - - - - - - - - 31 8
2001-2002   Lazio A 15 0 CI 3 1 UCL 3 0 - - - 21 1
2002-2003 A 26 3 CI 1 0 CU 9 1 - - - 36 4
2003-2004 A 14 6 CI 5 1 UCL 1 1 - - - 20 8
2004-2005 A 20 3 CI 2 0 CU 4 1 SI 1 0 27 4
2005-2006 A 11 1 CI 0 0 CI 4 0 - - - 15 1
Totale Lazio 86 13 11 2 21 3 1 0 119 18
gen.-giu. 2006   Inter A 8 1 CI 3 0 UCL 2 0 - - - 13 1
2006-gen. 2007   Corinthians A 13 1 - - - CSU 3 0 - - - 16 1
gen.-giu. 2007   Livorno A 9 1 - - - - - - - - - 9 1
2007-2008   Inter A 17 1 CI 6 1 - - - - - - 23 2
Totale Inter 25 2 9 1 2 0 36 3
2008-2009   Bologna A 6 0 CI 1 0 - - - - - - 7 0
20092010   Pescina VG PD 16 3 CI 0 0 - - - - - - 16 3
Totale 218+ 35+ 21 3 26 3 1 0 266+ 41+

Cronologia presenze e reti in NazionaleModifica

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Brasile
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
28-3-2001 Quito Ecuador   1 – 0   Brasile Qual. Mondiali 2002 -
25-4-2001 San Paolo Brasile   1 – 1   Perù Qual. Mondiali 2002 -
Totale Presenze 2 Reti 0

PalmarèsModifica

GiocatoreModifica

ClubModifica

União Barbarense: 1998
São Caetano: 2000
Lazio: 2003-2004
Inter: 2005-2006
Inter: 2005-2006, 2007-2008

NoteModifica

  1. ^ a b Arturo Rafael Bandini, La scheda di Cesar, il nuovo brasiliano della Lazio, www.tuttomercatoweb.com, 17 luglio 2001. URL consultato il 18 novembre 2008.
  2. ^ Inter: Balotelli fuori dalla lista Champions Archiviato il 1º ottobre 2008 in Internet Archive. quotidiano.net
  3. ^ César è del Bologna [collegamento interrotto], in bolognafc.it, 18 novembre 2008. URL consultato il 18 novembre 2008.
  4. ^ Cesar: Ex Lazio e Inter va al Pescina Archiviato il 5 ottobre 2009 in Internet Archive. www.calciomercato.com

Collegamenti esterniModifica