Apri il menu principale

Club Deportivo Tenerife

società calcistica spagnola
(Reindirizzamento da CD Tenerife)
Club Deportivo Tenerife
Calcio Football pictogram.svg
Club Deportivo Tenerife.png
El Tete, Chicharreros, Blanquiazules, Azulillos, Insulares
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Trasferta
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Terza divisa
Colori sociali 600px White St Andrew's cross on Blue HEX-1E3C94 and Gold HEX-DFAF37 border.svg Bianco, blu
Inno Inno
Los Huaracheros
Dati societari
Città Banderastacruztfe.png Santa Cruz de Tenerife
Nazione Spagna Spagna
Confederazione UEFA
Federazione Flag of Spain.svg RFEF
Campionato Segunda División
Fondazione 1912
Rifondazione1922
Presidente Spagna Miguel Concepción
Allenatore Spagna José Luis Oltra
Stadio Heliodoro Rodríguez López
(22.948 posti)
Sito web www.clubdeportivotenerife.es
Palmarès
Si invita a seguire il modello di voce

Il Club Deportivo Tenerife, o più semplicemente Tenerife, è una società calcistica spagnola con sede nella città di Santa Cruz de Tenerife, nelle Isole Canarie. Milita nella Segunda División, la seconda divisione del campionato spagnolo di calcio.

Dal 1925 disputa le partite casalinghe allo Stadio Heliodoro Rodríguez López. Al 2018-2019 conta 13 stagioni in Primera División, 42 in Segunda División, 8 in Segunda División B, 3 in Tercera División e 40 nelle divisioni regionali. Tra i risultati di rilievo del club canario spiccano due quinti posti, ottenuti nel 1992-1993 e nel 1995-1996, una semifinale di Coppa del Re, raggiunta nel 1993-1994 contro il Celta Vigo, e una semifinale di Coppa UEFA, raggiunta nel 1996-1997 e persa contro lo Schalke 04. A livello di trofei non ufficiali vanta la vittoria di un Trofeo Joan Gamper, ottenuto nel 1993 battendo per 3-1 il Barcellona. Vive un'accesa rivalità con l'altra principale squadra delle Canarie, il Las Palmas.

StoriaModifica

La data di fondazione del club è oggetto di controversia. Ufficialmente la dirigenza e la federcalcio spagnola concordano sull'8 agosto 1922 come data di fondazione, ma vi sono storici che la fanno risalire al 1912, data effettivamente più probabile.

Secondo la versione più credibile, il 21 novembre 1912 la società si formò a partire dal Club Nivaria, un sodalizio che a sua volta si era formato in seguito alla fusione fra Club Añaza e Club Inglés. Il nome di origine era quello di Tenerife Sporting Club, con presidente Juan Yanes Rodríguez. Ciò che accadde nel 1922 non fu altro che l'insediamento di una nuova dirigenza, capeggiata da Mario García Cames. Ciononostante, la data accettata come ufficiale della fondazione del club è l'8 agosto 1922. Vista l'incertezza si arrivò addirittura a celebrare il 50º anniversario sia nel 1962 sia nel 1972.

La Liga fu inaugurata nel 1928, ma la squadra militò nelle divisioni regionali, fino ad ascendere Segunda División nel 1953. La massima divisione fu raggiunta per la prima volta nel 1961, poi ci fu un'immediata retrocessione e per i successivi 27 anni la squadra giocò per lo più in seconda serie, eccezion fatta per tre stagioni in Tercera División e sei (di cui cinque di fila) in Segunda División B, la neonata terza divisione (istituita nel 1978).

Nel 1985, quando il Tenerife retrocesse per la seconda volta nella storia in Tercera, Javier Pérez divenne presidente del club. Ottanuta un'immediata risalita in seconda serie, due anni dopo la compagine canaria tornò in massima divisione dopo aver vinto i play-off contro il Betis (4-1 tra andata e ritorno).

Nel 1991 arrivò sulla panchina del Tenerife l'argentino Jorge Valdano, sotto la cui gestione il Tenerife sottrasse per due stagioni di fila il titolo spagnolo al Real Madrid (squadra in cui aveva militato Valdano come calciatore), sconfitto all'ultima giornata dai canarini per due volte, sempre a beneficio del Barcellona, laureatosi campione di Spagna. Nella stagione 1991-92 il Tenerife fu decisivo per l'assegnazione del titolo perché, battendo il Real Madrid per 3-2 in casa all'ultima giornata di campionato, evitò la propria retrocessione e aiutò il Barcellona a vincere il campionato per un punto. Anche l'anno dopo il Real Madrid affrontò il Tenerife all'ultima giornata in condizioni di vantaggio, avendo un punto di margine sul Barcellona, ma uscì sconfitto dallo stadio canario per 2-1, con titolo consegnato al Barcellona. Con il successo del 20 giugno 1993 il Tenerife suggellò un'annata memorabile, chiusa al quinto posto, miglior piazzamento di sempre nella Liga.

Nel 1993-1994 il Tenerife partecipò dunque alla Coppa UEFA, dove fu eliminato dalla Juventus agli ottavi di finale (2-4 il risultato complessivo), e arrivò in semifinale di Coppa del Re.

Nel 1995-1996, sotto la guida del tedesco Jupp Heynckes, la squadra si piazzò nuovamente quinta e raggiunse i quarti di finale di Coppa del Re. Nella Coppa UEFA 1996-1997 raggiunse la semifinale dopo aver eliminato Maccabi Tel Aviv, Lazio, Feyenoord e Brøndby, prima di cadere contro i futuri vincitori del torneo, i tedeschi dello Schalke 04.

Il declino di risultati che seguì portò il Tenerife in Segunda al termine della Liga 1998-1999 (penultimo posto in classifica), ma nel 2000-2001 l'allenatore Rafael Benítez centrò la promozione in massima serie, per poi lasciare la panchina canaria per sedersi su quella del Valencia. Il nuovo tecnico Pepe Mel non partì bene e dopo la pesante sconfitta in casa (0-6) contro il Barcellona lasciò il posto a Javier Clemente, che non fu in grado di evitare una nuova retrocessione. Oberato da 40 milioni di debiti, il Tenerife andò incontro a vari passaggi di proprietà.

Bisognò attendere il 2009 per rivedere la squadra in massima serie. Nel 2009-2010 la squadra lottò per la salvezza, ma capitolò all'ultima giornata, sconfitta dal Valencia, giunto terzo. Nel 2010-2011 vi fu una nuova retrocessione, la seconda consecutiva, che riportò il Tenerife in terza serie dopo 24 anni. Nel 2012-2013, però, la compagine canaria tornò in Segunda vincendo i play-off contro L'Hospitalet (3-2 il risultato complessivo).

StadioModifica

 
Elche - Tenerife nel 2008-2009

Il primo stadio in cui giocò il Tenerife era il Campo de Miraflores tra il 1913 e il 1925. L'Heliodoro Rodríguez López ha una capacità di 22.948 posti e la sua inaugurazione avvenne il 25 luglio 1925. All'inizio si trattava di un campo in terra battezzato Stadium. Nel 1949 si realizzarono le prime importanti modifiche per mano dell'allora presidente Heliodoro Rodríguez che rinnovò quasi completamente lo stadio. Una volta conclusi i lavori esso assunse il nome attuale. Nel 1952 il terreno dell'Heliodoro Rodríguez López, che fino ad allora era in terra, cambiò in erba, esordendo nel suo nuovo look il 31 agosto dello stesso anno in un match contro l'Atlético Madrid, finito con il risultato di 1-1.

In questo stadio, nella stagione 1996-1997, il Tenerife realizza per ben due volte la miglior goleada della storia nella Liga nella partita Tenerife-Compostela (6-0) e in Tenerife-Sporting Gijón (6-0). La squadra si allena nella Ciudad Deportiva de Geneto. I tifosi del Tenerife sono gemellati con quelli del Barcellona e vivono una accesa rivalità con quelli di Real Madrid, Real Valladolid e Las Palmas.

Cronistoria per tappeModifica

Date importanti del Club Deportivo Tenerife
  • 1912: Il 21 novembre viene fondato il Tenerife Sporting Club.[1]
  • 1915: Primo viaggio alla Penisola, gioca contro il Siviglia e il Cadice, vincendo entrambi gli incontri.
  • 1922: Si instaura una nuova dirigenza e si cambia il nome del club all'attuale.
  • 1925: Inaugurazione dell'attuale stadio Heliodoro Rodríguez López sotto il nome di Stadium.
  • 1932: Battendo il Real Victoria per 4-2 vince il suo quarto e ultimo Campionato delle Canarie[2].
  • 1950: Sulla scia della neonata UD Las Palmas, anche a Tenerife si pensa a un progetto simile chiamato Unión Deportiva Tenerife che non vedrà mai la luce, nello stesso anno perde lo spareggio per la promozione in Tercera División.
  • 1953: Il 31 maggio, dopo molti anni trascorsi in categorie regionali, viene promosso in Segunda División.
  • 1961: La squadra viene promossa in Primera División guidata da Heriberto Herrera, retrocedendo però alla fine della stagione.
  • 1968: La squadra retrocede in Tercera División e cambia nome in Tenerife Atlético Club per tre stagioni.
  • 1986: Il 20 giugno Javier Pérez diventa presidente con la squadra relegata in Segunda División B e con un forte debito di 320 milioni di pesetas.
  • 1987: La squadra viene promossa in Segunda guidata da Martín Marrero. Durante quella stagione ottenne il record di 21 partite consecutive senza subire sconfitte.
  • 1989: Il club viene promosso in Primera dopo 27 anni di assenza dalla massima categoria, in un match da dentro o fuori contro il Betis. Alla guida della squadra il tecnico Benito Joanet.
  • 1991: Il club dopo aver terminato l'accordo di sponsorizzazione con l'Adidas, inizia il suo sodalizio con la Puma che è tuttora il fornitore ufficiale della squadra.
  • 1992: Il 25 novembre il club diventa Sociedad Anónima Deportiva (SAD).
  • 1993: La squadra conquista il miglior piazzamento di sempre guidata da Jorge Valdano, finendo la stagione al 5º posto.
  • 1993: Il club gioca il primo incontro internazionale della sua storia contro i francesi dell'Auxerre, in Coppa UEFA, vincendolo.
  • 1994: La squadra arriva fino alla semifinale di Coppa del Re, dopo aver eliminato negli ottavi il Valencia e nei quarti il Real Madrid, viene battuto dal Celta Vigo.
  • 1996: Guidata da Jupp Heynckes, la squadra eguaglia il 5º posto ottenuto nel 1993.
  • 1996: Il 29 ottobre il club conquista una delle vittorie più memorabili contro la Lazio per 5-3, riuscendo così ad accedere agli ottavi di finale della Coppa UEFA (aveva perso l'andata 1-0). Riuscirà poi a eliminare il Feyenoord e il Brondby IF e a raggiungere le semifinali in cui verrà eliminato dallo Schalke 04 ma solo ai supplementari del match di ritorno, disputato in terra di Germania.
  • 1999: La squadra retrocede in Segunda División dopo 10 stagioni nella massima categoria.
  • 2001: Il 17 giugno, dopo due anni in Segunda, conquista una nuova promozione guidata da Rafa Benítez.
  • 2002: Nuova retrocessione in Segunda, colpito da un grave deficit economico ereditato anni addietro. Alla fine dell'anno Javier Pérez perde la presidenza, in seguito ad elezioni vinte da Víctor Pérez de Ascanio e Francisco Cabrera.
  • 2005: Si calcola che il club è afflitto da un debito di circa 42 milioni di euro.
  • 2005: Il budget del club arriva a 12.060.722 euro.
  • 2006: Il presidente Víctor Pérez Ascanio presenta le dimissioni. Un gruppo dei principali industriali dell'isola, riunitisi in seguito al richiamo del politico Paulino Rivero, fonda la Tenerife Inversiones y Proyectos Deportivos S.A. la quale dona il 50% dei suoi benefici al club. L'impresario Miguel Concepción diviene presidente. A partire da quel momento il club subisce modifiche nella sua struttura interna recuperando il prestigio istituzionale all'interno della LFP.
  • 2006: La società arriva a quota 8.000 soci.
  • 20082009: Dopo sette anni in Segunda División e svariati tentativi di promozione, la squadra canaria riconquista la massima categoria calcistica spagnola, * 20092010: Dopo una sola stagione la squadra retrocede in Segunda División.
  • 20102011: Dopo una sola stagione la squadra retrocede nuovamente stavolta in Segunda División B.
  • 20122013: 1° in Segunda División B.Promossa in Segunda Division

PalmarèsModifica

 
Tenerife - Real Sociedad nel novembre del 2008.

Competizioni nazionaliModifica

1960-1961 (gruppo II)
1986-1987, 2012-2013
1970-1971

Competizioni regionaliModifica

1914, 1915, 1916, 1932, 1940, 1941, 1942, 1943

Tornei amichevoliModifica

1993
1973, 1974, 1976, 1981, 1982, 1984, 1986, 1989, 1991, 1992, 1993, 1994, 1995, 1996, 1997, 1998, 1999, 2003, 2004, 2007, 2008, 2010

Altri piazzamentiModifica

Semifinalista: 1993-1994
Semifinalista: 1996-1997
Secondo posto: 1957-1958 (gruppo II), 2008-2009
Terzo posto: 2000-2001
Secondo posto: 1982-1983 (gruppo I), 2011-2012 (gruppo I)
Terzo posto: 1979-1980 (gruppo I), 1988-1989

Trofei vinti dai giocatoriModifica

Juan Antonio Pizzi (1995-96)

Evoluzione della divisaModifica

1912-1916
1916-1933
1933-1963
1963-1982
1982-1995
1995-2009
2009-oggi

Statistiche e recordModifica

Statistiche nelle competizioni UEFAModifica

Tabella aggiornata alla fine della stagione 2017-2018.

Competizione Partecipazioni G V N P RF RS
Coppa UEFA/UEFA Europa League 2 16 8 3 5 26 23

Rosa 2019-2020Modifica

Rosa aggiornata al 18 settembre 2019

N. Ruolo Giocatore
1   P Adrián Ortolá
2   D Luis Pérez
3   D Álex Muñoz
4   D Iker Undabarrena
5   D Alberto Jiménez
6   C Luis Milla
7   C José Naranjo
8   C Borja Lasso
9   A Dani Gómez
10   C Suso Santana  
11   A Álex Bermejo
12   C Nahuel
N. Ruolo Giocatore
13   P Ángel Galván
14   D Carlos Ruiz
15   D Mauro dos Santos
16   D Aitor Sanz
17   D Róbert Mazáň
18   D Isma López
19   C Samuel Shashoua
20   A Ramón Miérez
21   D Shaq Moore
22   A Filip Malbašić
23   D Nikola Šipčić
25   P Dani Hernández

Rosa 2018-2019Modifica

Rosa aggiornata al 31 gennaio 2019

N. Ruolo Giocatore
2   D Luis Pérez
3   D Héctor Hernández
4   D Samuel Camille
5   D Alberto Jiménez
6   C Luis Milla
7   D Isma López
8   C Borja Lasso
9   C Filip Malbašić
10   C Suso
11   C Tyronne
12   C Uroš Račić
13   P Ángel Galván
N. Ruolo Giocatore
14   D Carlos Ruiz
15   D Mauro dos Santos
16   D Aitor Sanz
18   C Paco Montañés
19   A Fernando Coniglio
20   C Iker Undabarrena
21   D Jorge Sáenz
22   C Nano
23   D Raúl Cámara
24   C José Naranjo
25   P Dani Hernández

Rosa 2017-2018Modifica

Rosa aggiornata al 2 settembre 2017

N. Ruolo Giocatore
1   P Carlos Abad
2   D Luis Pérez
3   D Iñaki Sáenz
4   D Samuel Camille
5   D Alberto Jiménez
6   C Vitolo
7   C Juan Villar
8   C Bryan Acosta
9   C Filip Malbašić
10   C Suso
11   C Tyronne
12   A Samuele Longo
N. Ruolo Giocatore
14   D Carlos Ruiz
16   D Aitor Sanz
17   C Juan Carlos
18   A Víctor Casadesús
19   D Lucas Aveldaño
20   C Francisco Montañés
21   D Jorge Sáenz
22   C Luis Milla
23   D Raúl Cámara
25   P Dani Hernández
37   C Álex Mula

Rosa 2016-2017Modifica

Rosa aggiornata al 2 febbraio 2017

N. Ruolo Giocatore
1   P Ismael Falcón
2   C Edu Oriol
4   D Samuel Camille
5   D Alberto Jiménez
6   C Vitolo
7   C Omar Perdomo
8   C Rachid Aït-Atmane
9   A Anthony Lozano
10   C Suso
11   C Iñaki Sáenz
12   A Samuele Longo
14   D Carlos Ruiz
N. Ruolo Giocatore
16   D Aitor Sanz
17   C Aarón Ñíguez
18   D Haythem Jouini
20   C Gaku Shibasaki
21   D Jorge Sáenz
22   C Tyronne
23   D Raúl Cámara
25   P Dani Hernández
26   C Cristo González
31   C Amath Ndiaye
  C Francisco Montañés

Rosa 2015-2016Modifica

N. Ruolo Giocatore
3   D Germán Sánchez
4   D Cristian García
5   D Alberto Jiménez
6   C Vitolo
7   A Pedro Martín
8   C Ricardo León
9   A Anthony Lozano
10   C Suso
11   C Tomás Martínez
13   P Roberto
14   D Carlos Ruiz
N. Ruolo Giocatore
15   D Jon Aurtenetxe
16   D Aitor Sanz
18   D Saúl García
19   C Jairo Izquierdo
20   C Thierry Moutinho
21   D Jorge Sáenz
22   C Nano
23   D Raúl Cámara
25   P Dani Hernández
26   C Cristo González
38   C Omar Perdomo

Rosa 2014-2015Modifica

Rosa 2013-2014Modifica

Rosa 2008-2009Modifica

Giocatori famosiModifica

  Le singole voci sono elencate nella Categoria:Calciatori del C.D. Tenerife

AllenatoriModifica

  Le singole voci sono elencate nella Categoria:Allenatori del C.D. Tenerife

PresidentiModifica

Club Deportivo Tenerife BModifica

Il Tenerife B è la squadra delle riserve del Tenerife, è stata fondata nel 1967 con il nome di Unión Deportiva Salud, nel 1995 cambia il nome in Tenerife B. Attualmente milita nella Tercera División campionato che ha già disputato 26 volte, ha partecipato anche a 3 campionati di Segunda División B e a 16 di Preferente. Gioca le partite interne nello stadio Centro Insular de Atletismo de Tenerife di 4.000 posti, l'allenatore è Quique Medina.

NoteModifica

  1. ^ Storia del CD Tenerife, in clubdeportivotenerife.es (archiviato dall'url originale il 2 luglio 2010).
  2. ^ Albo d'oro su rsssf.com, in rsssf.com.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio