Apri il menu principale
CONCACAF Champions League
SportFootball pictogram.svg Calcio
TipoSquadre di club
FederazioneConcacaf.png CONCACAF
ContinenteNordamerica, Centroamerica e Caraibi (con l'inclusione di Guyana, Guyana francese e Suriname)
TitoloCONCACAF Club Champion (Campione dei Club della CONCACAF)
Cadenzaannuale
Aperturafebbraio
Chiusuramaggio
Partecipanti16 squadre
Formulaeliminazione diretta
Sito Internetconcacaf.com
Storia
Fondazione1962
Numero edizioni52
DetentoreMonterrey
Record vittorieAmérica (7)
Ultima edizioneCONCACAF Champions League 2019
Prossima edizioneCONCACAF Champions League 2020

La CONCACAF Champions League (in spagnolo CONCACAF Liga Campeones), nota in lingua italiana come Coppa dei Campioni CONCACAF, è la maggiore competizione calcistica per squadre di club del Nordamerica. Posta sotto l'egida della CONCACAF, è l'equivalente della Champions League europea. La squadra vincitrice del torneo può fregiarsi del titolo di Campeón de Clubes de la CONCACAF (Campione dei Club della CONCACAF).[1]

Dal 2005 la vincitrice della coppa si qualifica alla Coppa del mondo per club FIFA.

Il campione in carica è il Monterrey. Il torneo è storicamente dominato dalle squadre messicane, che si sono aggiudicate in totale 34 delle 53 edizioni.

StoriaModifica

 
Il logo della competizione usato fino al 2008

La competizione, precedentemente denominata CONCACAF Champions' Cup, ha visto spesso modificarsi la propria formula di svolgimento. Nel corso della sua storia si è spesso scelto di privilegiare l'equilibrio geografico fra le varie organizzazioni locali che formano la CONCACAF: NAFU per il Nord America, UNCAF per l'America centrale e CFU per i Caraibi. Infatti dalla prima edizione del 1962 al 1995 le due squadre finaliste venivano individuate tramite due percorsi differenti, uno per il centro-nord America e uno per i Caraibi.[2]

L'ultimo formato della Champions' Cup prevedeva la partecipazione di otto squadre: due messicane, due statunitensi, tre rappresentanti dell'America Centrale (la vincitrice, la finalista e la terza classificata della Copa Interclubes UNCAF) e una rappresentante degli stati caraibici (la vincitrice del Campionato per club CFU). Le compagini si affrontavano in quarti di finale, semifinali e finale, turni disputati con sfide di andata e ritorno.

A partire dall'edizione 2005 la vincitrice si qualifica alla Coppa del mondo per club FIFA.[2]

A partire dalla stagione 2008-2009 sono stati introdotti diversi cambiamenti: la competizione non si svolge più nell'anno solare, ma da agosto a maggio dell'anno successivo, sull'esempio del torneo dell'UEFA la denominazione è stata modificata in CONCACAF Champions League, allargando il numero delle partecipanti a 24 e introducendo al tempo stesso una prima fase a gironi.[1]

Nel 2017 la CONCACAF ha optato per una parziale marcia indietro: visto lo scarso interesse del pubblico e la mancanza di equilibrio in molti incontri della fase a gironi, dal 2018 la Champions League torna a disputarsi lungo l'arco dell'anno solare e verrà ridotta a 16 squadre, che si affronteranno in incontri andata e ritorno ad eliminazione diretta.[3] Per non ridurre i club partecipanti alle competizioni internazionali, è stato contestualmente creato un nuovo torneo, la CONCACAF League.[4]

Formula del torneoModifica

 
Il logo della competizione usato dal 2009 al 2018

La nuova formula del torneo ha esordito nell'edizione 2018. Partecipano 16 squadre, sorteggiate in un tabellone di tipo tennistico; ciascun turno (ottavi di finale, quarti, semifinali e finale) si svolge con incontri di andata e ritorno ad eliminazione diretta. In caso di parità nel risultato aggregato, il passaggio del turno è deciso applicando la regola dei gol fuori casa, la quale però non vale ai tempi supplementari.

A partire del 2020 i posti disponibili sono così ripartiti: quattro squadre dal Messico, quattro dagli Stati Uniti, una dal Canada, la vincitrice del Campionato per club CFU e sei squadre dalla CONCACAF League. Ad ogni modo deve essere presente nel paese almeno uno stadio che rispetti i parametri della confederazione, altrimenti i posti vengono redistribuiti ad altri paesi della stessa area geografica.[3]

Albo d'oroModifica

Anno Finale
Vincitore Punteggio Finalista perdente
1962
Dettagli
  Guadalajara 1-0 / 5-2   Comunicaciones
1963
Dettagli
  RC Haïtien Non disputata[5]
1967
Dettagli
  Alianza 1-2 / 3-0   Jong Colombia
1968
Dettagli
  Toluca Non disputata[5]
1969
Dettagli
  Cruz Azul 0-0 / 1-0   Comunicaciones
1970
Dettagli
  Cruz Azul Non disputata[5]
1971
Dettagli
  Cruz Azul 5-1[6]   Alajuelense
1972
Dettagli
  Olimpia 1-0 / 0-0   Robinhood
1973
Dettagli
  Transvaal Non disputata[5]
1974
Dettagli
  CSD Municipal 2-1 / 2-1   Transvaal
1975
Dettagli
  Atlético Español 2-0 / 1-1   Transvaal
1976
Dettagli
  Águila 6-1 / 2-1   Robinhood
1977
Dettagli
  América 1-0 / 1-1   Robinhood
1978
Dettagli
  U. de Guadalajara
  Defence Force
  Comunicaciones
Non disputata[7]
1979
Dettagli
  FAS 1-0 / 8-0   Jong Colombia
1980
Dettagli
  Pumas UNAM [8]   Universidad
1981
Dettagli
  Transvaal 1-0 / 1-1   Atlético Marte
1982
Dettagli
  Pumas UNAM 0-0 / 3-2   Robinhood
1983
Dettagli
  Atlante 1-1 / 5-0   Robinhood
1984
Dettagli
  Violette Non disputata[5]
1985
Dettagli
  Defence Force 2-0 / 0-1   Olimpia
1986
Dettagli
  Alajuelense 4-1 / 1-1   Transvaal
1987
Dettagli
  América 1-1 / 2-0   Defence Force
1988
Dettagli
  Olimpia 2-0 / 2-0   Defence Force
1989
Dettagli
  Pumas UNAM 1-1 / 3-1   Pinar del Río
1990
Dettagli
  América 2-2 / 6-0   Pinar del Río
1991
Dettagli
  Puebla 3-1 / 1-1   Police
1992
Dettagli
  América 1-0   Alajuelense
1993
Dettagli
  Saprissa [8]   León
1994
Dettagli
  Cartaginés 3-2   Atlante
1995
Dettagli
  Saprissa [8]   CSD Municipal
1996
Dettagli
  Cruz Azul [8]   Necaxa
1997
Dettagli
  Cruz Azul 5-3   L.A. Galaxy
1998
Dettagli
  D.C. United 1-0   Toluca
1999
Dettagli
  Necaxa 2-1   Alajuelense
2000
Dettagli
  L.A. Galaxy 3-2   Olimpia
2002
Dettagli
  Pachuca 1-0   Morelia
2003
Dettagli
  Toluca 3-3 / 2-1   Morelia
2004
Dettagli
  Alajuelense 1-1 / 4-1   Saprissa
2005
Dettagli
  Saprissa 2-0 / 1-2   Pumas UNAM
2006
Dettagli
  América 0-0 / 2-1   Toluca
2007
Dettagli
  Pachuca 2-2 / 0-0
(7-6 dcr)
  Guadalajara
2008
Dettagli
  Pachuca 1-1 / 2-1   Saprissa
2008-2009
Dettagli
  Atlante 2-0 / 0-0   Cruz Azul
2009-2010
Dettagli
  Pachuca 1-2 / 1-0   Cruz Azul
2010-2011
Dettagli
  Monterrey 2-2 / 1-0   Real Salt Lake
2011-2012
Dettagli
  Monterrey 2-0 / 1-2   Santos Laguna
2012-2013
Dettagli
  Monterrey 0-0 / 4-2   Santos Laguna
2013-2014
Dettagli
  Cruz Azul 0-0 / 1-1   Toluca
2014-2015
Dettagli
  América 1-1 / 4-2   Montréal Impact
2015-2016
Dettagli
  América 2-0 / 2-1   Tigres UANL
2016-2017
Dettagli
  Pachuca 1-1 / 1-0   Tigres UANL
2018
Dettagli
  Guadalajara 2-1 / 1-2
(4-2 dcr)
  Toronto
2019
Dettagli
  Monterrey 1-0 / 1-1   Tigres UANL

Vittorie per squadraModifica

 
La coppa messa in palio dal 1962 al 2008.
Squadra Vittorie Anno
  América 7 1977, 1987, 1990, 1992, 2006, 2014-2015, 2015-2016
  Cruz Azul 6 1969, 1970, 1971, 1996, 1997, 2013-2014
  Pachuca 5 2002, 2007, 2008, 2009-2010, 2016-2017
  Monterrey 4 2010-2011, 2011-2012, 2012-2013, 2019
  Pumas UNAM 3 1980, 1982, 1989
  Saprissa 3 1993, 1995, 2005
  Transvaal 2 1973, 1981
  Defence Force 2 1978, 1985
  Olimpia 2 1972, 1988
  Necaxa 2 1975[9], 1999
  Toluca 2 1968, 2003
  Alajuelense 2 1986, 2004
  Atlante 2 1983, 2008-2009
  Guadalajara 2 1962, 2018
  RC Haïtien 1 1963
  Alianza 1 1967
  CSD Municipal 1 1974
  Águila 1 1976
  U. de Guadalajara 1 1978
  Comunicaciones 1 1978
  FAS 1 1979
  Violette 1 1984
  Puebla 1 1991
  Cartaginés 1 1994
  D.C. United 1 1998
  L.A. Galaxy 1 2000

Vittorie per nazioneModifica

Nazione Vittorie Club vincitori
  Messico 35 América (7), Cruz Azul (6), Pachuca (5), Monterrey (4), Pumas UNAM (3), Necaxa (2), Toluca (2), Atlante (2), Chivas de Guadalajara (2), U de Guadalajara (1), Puebla (1)
  Costa Rica 6 Saprissa (3), Alajuelense (2), Cartagines (1)
  El Salvador 3 Alianza (1), Aguila (1), FAS (1)
  Guatemala 2 Municipal (1), Comunicaciones (1)
  Suriname 2 Transvaal (2)
  Haiti 2 RC Haïtien (1), Violette (1)
  Trinidad e Tobago 2 Defence Force (2)
  Honduras 2 Olimpia (2)
  Stati Uniti 2 D.C. United (1), Los Angeles Galaxy (1)

NoteModifica

  1. ^ a b (EN) CONCACAF Champions League 2014/15 Regulations (PDF), CONCACAF, p. 3. URL consultato il 3 maggio 2015 (archiviato dall'url originale il 24 settembre 2015).
  2. ^ a b (EN) CCL: The history of the CONCACAF Champions Cup, soundersfc.com, 28 marzo 2013. URL consultato l'8 giugno 2015.
  3. ^ a b (EN) CONCACAF expands club competition field, implements new Champions League format, concacaf.com, 23 gennaio 2017. URL consultato il 27 maggio 2017.
  4. ^ (EN) Details revealed for newly launched Scotiabank CONCACAF League, concacaf.com, 8 maggio 2017. URL consultato il 27 maggio 2017.
  5. ^ a b c d e Vittoria assegnata a tavolino per squalifica o mancata presentazione degli avversari
  6. ^ Il trofeo doveva essere assegnato al termine di un girone finale, ma visto l'arrivo di due squadre pari punti al primo posto si decise per uno spareggio in gara unica, una sorta di finale
  7. ^ A causa di problemi amministrativi e disaccordi sulle date, non fu disputata la fase finale del torneo ma vennero nominati campioni tutti e tre i vincitori delle tre aree geografiche
  8. ^ a b c d Trofeo assegnato al termine di un girone all'italiana, non con una finale in partita secca
  9. ^ Vinto con il nome di Atlético Español

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Calcio