Caiman yacare

rettile
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Caimano jacarè
Yacare caiman (Caiman yacare) 2.jpg
Caiman yacare
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Ramo Bilateria
Superphylum Deuterostomia
Phylum Chordata
Classe Reptilia
Sottoclasse Diapsida
Infraclasse Archosauromorpha
(clade) Archosauria
Superordine Crocodylomorpha
Ordine Crocodylia
Famiglia Alligatoridae
Genere Caiman
Specie C. yacare
Nomenclatura binomiale
Caiman yacare
Daudin, 1802
Areale

Caiman yacare Distribution.png

Il caimano jacarè (Caiman yacare, Daudin, 1802) è un rettile membro della famiglia Alligatoridae; endemico delle zone tropicali e subtropicali del Sudamerica, è diffuso in Paraguay, Brasile, Bolivia e Argentina.

DescrizioneModifica

I caimani jacarè adulti possono arrivare a 3 m di lunghezza. La colorazione è quasi sempre nera, con macchie chiare ben visibili a livello dei fianchi, della coda e della mandibola. Le zampe sono corte e robuste; le dita delle zampe posteriori sono unite da una membrana che facilita il nuoto, anche se la maggior parte della forza necessaria per il nuoto proviene dalla coda, che rappresenta il 30% della lunghezza del corpo.

BiologiaModifica

Il caimano jacarè si ciba di crostacei, molluschi, pesci, rettili e piccoli mammiferi. Inoltre, il caimano jacarè è il principale predatore naturale dei piraña.

L'epoca riproduttiva inizia all'inizio dell'estate, quando i maschi marcano il territorio e combattono per espellere gli esemplari più deboli. Le femmine percorrono il territorio dei maschi e si accoppiano molte volte per garantire la fecondazione delle uova. Il nido viene costruito con i materiali che la femmina trova nella zona, sempre vicino all'acqua, ove deposita dalle 20 alle 40 uova. Il nido ha una forma conica che raggiunge 1,5 m di diametro e 60 cm di altezza. La femmina si prende cura del nido durante i due mesi di incubazione; il calore necessario per lo sviluppo degli embrioni proviene dal Sole e dalla decomposizione della materia organica che compone nido.

ConservazioneModifica

Gli esemplari più giovani presentano un elevato tasso di mortalità naturale, rappresentato essenzialmente dalla predazione: i predatori principali sono i rapaci, su tutti il caracara, il gavilàn nero e la cicogna jabirù. Tuttavia, le cause fondamentali della notevole riduzione del numero dei caimani jacarè sono la caccia, per l'industria del pellame, la cattura per il traffico di animali da compagnia e, in misura minore, la sua utilizzazione a scopo alimentare da parte delle popolazioni locali, che consumano occasionalmente anche le uova. Infine, si rileva una riduzione dell'habitat naturale.

NoteModifica

  1. ^ (EN) Crocodile Specialist Group, Caiman yacare, su IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2020.2, IUCN, 2020.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàLCCN (ENsh2005002673