Calcio ai Giochi della XVIII Olimpiade

Il torneo di calcio della XVIII Olimpiade fu il tredicesimo torneo olimpico di calcio maschile ed il quarto ad essere disputato dalle nazionali olimpiche. Si tenne dall'11 al 23 ottobre 1964 a Tokyo con il supporto di altre quattro città (Yokohama, Saitama, Osaka e Kyoto).

13º torneo olimpico di calcio
Tokyo 1964
Informazioni generali
Sport Calcio
EdizioneGiochi della XVIII Olimpiade
Paese ospitanteBandiera del Giappone Giappone
CittàTokyo
Periododal 11 ottobre
al 23 ottobre 1964
Nazionali 16 (14 effettive)
Incontri disputati29
Gol segnati123 (4,24 per partita)
Classifica finale
Medaglia d'oro VincitoreBandiera dell'Ungheria Ungheria (2º titolo)
Medaglia d'argento SecondoBandiera della Cecoslovacchia Cecoslovacchia
Medaglia di bronzo TerzoBandiera della Squadra Unificata Tedesca Squadra Unificata Tedesca
Cronologia della competizione
Roma 1960 Città del Messico 1968

Originariamente avrebbero dovuto presentarsi 16 squadre, ma vi furono due defezioni prima dell'inizio del torneo sicché il torneo si disputò tra 14 squadre. Essendo i ritiri delle due squadre giunti troppo tardi per rimpiazzarle, due gironi su quattro videro alla partenza tre squadre e quindi si risolsero in tre incontri invece di sei.

Vincitrice del torneo olimpico fu l'Ungheria, che si impose in finale sulla Cecoslovacchia.

Come per le edizioni precedenti, potevano essere impiegati solo calciatori dilettanti, ma la regola introdotta nell'edizione precedente cambiò leggermente: non potevano essere convocati i calciatori che avevano disputato almeno una partita del campionato mondiale di Cile 1962 (qualificazioni incluse). Questa regola non si applicava alle nazionali africane ed asiatiche.

Squadre partecipanti

modifica
  Lo stesso argomento in dettaglio: Calcio ai Giochi della XVIII Olimpiade - Qualificazioni.

L'Italia decise di ritirarsi (decisione a cui concordarono sia CONI che FIGC)[1][2] dopo una segnalazione anonima (attribuita a una non precisata società calcistica italiana[3], le cui intenzioni furono ascritte alla volontà di non cedere i propri giocatori durante il campionato[3]) con cui si denunciava lo status professionistico dei calciatori italiani al torneo[3]. La FIFA tentò una mediazione con il CIO[3] alla luce del fatto che le federazioni calcistiche dell'Est europeo erano use inviare ai Giochi olimpici le loro rappresentative maggiori, avendo i loro sportivi di ogni livello lo status dilettantistico[3] e che già era stata adottata in passato, per evitare squilibri con gli Stati dove il calcio era professionistico, la regola di permettere la partecipazione ai Giochi olimpici solo a quei calciatori che non avessero mai preso parte alla fase finale del campionato mondiale[3]. Il CIO tuttavia ribadì l'incompatibilità tra professionismo e partecipazione olimpica[3] e fu deciso quindi di non prendere parte al torneo di calcio[2].

La Corea del Nord invece boicottò i Giochi olimpici per protesta contro la decisione del CIO di squalificare alcuni suoi atleti che avevano partecipato l'anno precedente a una manifestazione sportiva in Indonesia da questi non autorizzata[4][1].

Nota bene: nella tabella sottostante si tengono conto solo delle partecipazioni e dei piazzamenti ottenuti dalle nazionali olimpiche.

Squadre Confederazione Data di qualificazione certa Motivo della partecipazione Ultima apparizione Miglior risultato
  Giappone AFC 26 giugno 1959 Rappresentativa nazionale del paese organizzatore Melbourne 1956 Turno di qualificazione (Melbourne 1956)
  Jugoslavia UEFA 10 settembre 1960 Campione in carica Roma 1960 Oro (Roma 1960)
  Argentina CONMEBOL - 1ª classificata nel gruppo unico di qualificazione Roma 1960 Primo turno (Roma 1960)
  Brasile CONMEBOL - 2º classificato nel gruppo unico di qualificazione Roma 1960 Quarti di finale (Helsinki 1952)
  Cecoslovacchia UEFA - Vincitrice del gruppo 5 di qualificazione Esordiente -
  Corea del Sud AFC - Vincitrice del gruppo 1 di qualificazione Esordiente -
  Ghana CAF - Vincitore del gruppo 2 di qualificazione Esordiente -
  Iran AFC - Vincitore del gruppo 3 di qualificazione Esordiente -
  Marocco CAF - Vincitore del gruppo 3 di qualificazione Esordiente -
  Messico CONCACAF - 1º classificato nel gruppo unico della seconda fase di qualificazione Esordiente -
  Rep. Araba Unita CAF - Vincitrice del gruppo 1 di qualificazione Roma 1960 Ottavi di finale (Helsinki 1952)
  Romania UEFA - Vincitrice del gruppo 1 di qualificazione Helsinki 1952 Turno di qualificazione (Helsinki 1952)
  Squadra Unificata Tedesca UEFA - Vincitrice del gruppo 3 di qualificazione Esordiente[5] -[5]
  Ungheria UEFA - Vincitrice del gruppo 2 di qualificazione Roma 1960 Oro (Helsinki 1952)
Città Stadio Capacità
Tokyo National Stadium 60.000
Tokyo Stadio Principe Chichibu 27.188
Tokyo Komazawa Stadium 22.892
Yokohama Mitsuzawa Stadium 15.046
Saitama Ōmiya Park Soccer Stadium 15.500
Kyoto Nishikyogoku Athletic Stadium 20.242
Osaka Nagai Stadium 23.000

Formula

modifica

Le squadre furono ripartite in quattro gironi da quattro squadre ciascuna che si sarebbero affrontate con la formula del girone all'italiana[6]. Dopo le defezioni di Corea del Nord e Italia due gironi rimasero a tre squadre, comunque fu fatto salvo il principio che alla fase a eliminazione avrebbero acceduto le prime due di ogni girone.

Queste si sarebbero affrontate nei quarti di finale; fu prevista, per l'ultima volta nella storia del torneo olimpico di calcio, la finale di consolazione per il quinto posto, cui accedettero le quattro quartifinaliste perdenti[6]. Le quattro quartifinaliste vincenti si sarebbero affrontate in semifinale, e le vincenti le due semifinali si sarebbero contese la medaglia d'oro, mentre le due perdenti quella di bronzo.

Gli orari degli incontri sono tratti dal rapporto ufficiale dei giochi della XVIII Olimpiade a cura del comitato organizzatore[6].

Risultati

modifica

Fase a gironi

modifica

Girone A

modifica
Squadra P.ti G V N P GF GS DR
  Squadra Unificata Tedesca 5 3 2 1 0 7 1 +6
  Romania 5 3 2 1 0 5 2 +3
  Messico 1 3 0 1 2 2 6 -4
  Iran 1 3 0 1 2 1 6 -5
Yokohama
11 ottobre 1964, ore 14 (UTC+9)
Squadra Unificata Tedesca  4 – 0
referto
  IranMitsuzawa Stadium
Arbitro:   De Queiroz

Saitama
11 ottobre 1964, ore 14 (UTC+9)
Messico  1 – 3
referto
  RomaniaŌmiya Park Soccer Stadium
Arbitro:   Yokoyama

Tokyo
13 ottobre 1964, ore 14 (UTC+9)
Squadra Unificata Tedesca  1 – 1
referto
  RomaniaKomazawa Stadium
Arbitro:   Korelus

Tokyo
13 ottobre 1964, ore 14 (UTC+9)
Iran  1 – 1
referto
  MessicoStadio Principe Chichibu
Arbitro:   Wontumi

Yokohama
15 ottobre 1964, ore 14 (UTC+9)
Squadra Unificata Tedesca  2 – 0
referto
  MessicoMitsuzawa Stadium
Arbitro:   De Silva

Saitama
15 ottobre 1964, ore 14 (UTC+9)
Iran  0 – 1
referto
  RomaniaŌmiya Park Soccer Stadium
Arbitro:   Comesaña

Girone B

modifica
Squadra P.ti G V N P GF GS DR
  Ungheria 4 2 2 0 0 12 5 +7
  Jugoslavia 2 2 1 0 1 8 7 +1
  Marocco 0 2 0 0 2 1 9 -8
  Corea del Nord - - - - - - - -
Tokyo
11 ottobre 1964, ore 14:01 (UTC+9)
Ungheria  6 – 0
referto
  MaroccoNational Stadium
Arbitro:   Kim Duk-Chun

Yokohama
13 ottobre 1964, ore 14 (UTC+9)
Marocco  1 – 3
referto
  JugoslaviaMitsuzawa Stadium
Arbitro:   Imam

Tokyo
15 ottobre 1964, ore 14 (UTC+9)
Ungheria  6 – 5
referto
  JugoslaviaKomazawa Stadium
Arbitro:   Fukushima

Girone C

modifica
Squadra P.ti G V N P GF GS DR
  Cecoslovacchia 6 3 3 0 0 12 2 +10
  Rep. Araba Unita 3 3 1 1 1 12 6 +6
  Brasile 3 3 1 1 1 5 2 +3
  Corea del Sud 0 3 0 0 3 1 20 -19
Saitama
12 ottobre 1964, ore 13:55 (UTC+9)
Cecoslovacchia  6 – 1
referto
  Corea del SudŌmiya Park Soccer Stadium
Arbitro:   Valenzuela

Tokyo
12 ottobre 1964, ore 14 (UTC+9)
Brasile  1 – 1
referto
  Rep. Araba UnitaKomazawa Stadium
Arbitro:   Glöckner

Tokyo
14 ottobre 1964, ore 13:58 (UTC+9)
Cecoslovacchia  5 – 1
referto
  Rep. Araba UnitaStadio Principe Chichibu
Arbitro:   Zsolt

Yokohama
14 ottobre 1964, ore 14 (UTC+9)
Brasile  4 – 0
referto
  Corea del SudMitsuzawa Stadium
Arbitro:   Boukkili

Saitama
16 ottobre 1964, ore 13:55 (UTC+9)
Brasile  0 – 1
referto
  CecoslovacchiaŌmiya Park Soccer Stadium
Arbitro:   Tehrani

Tokyo
16 ottobre 1964, ore 13:59 (UTC+9)
Corea del Sud  0 – 10
referto
  Rep. Araba UnitaStadio Principe Chichibu
Arbitro:   Glöckner

Girone D

modifica
Squadra P.ti G V N P GF GS DR
  Ghana 3 2 1 1 0 4 3 +1
  Giappone 2 2 1 0 1 5 5 0
  Argentina 1 2 0 1 1 3 4 -1
  Italia - - - - - - - -
Yokohama
12 ottobre 1964, ore 14 (UTC+9)
Argentina  1 – 1
referto
  GhanaMitsuzawa Stadium
Arbitro:   Ashkenazi

Tokyo
14 ottobre 1964, ore 14 (UTC+9)
Argentina  2 – 3
referto
  GiapponeKomazawa Stadium
Arbitro:   Škorić

Tokyo
16 ottobre 1964, ore 14 (UTC+9)
Ghana  3 – 2
referto
  GiapponeKomazawa Stadium
Arbitro:   Nitescu

Fase a eliminazione diretta

modifica
Quarti di finale Semifinali Finale
18 ottobre, Tokyo
 1A.   Squadra Unificata Tedesca   1
20 ottobre, Tokyo
 2B.   Jugoslavia   0  
    Squadra Unificata Tedesca   1
18 ottobre, Tokyo
      Cecoslovacchia   2  
 1C.   Cecoslovacchia   4
23 ottobre, Tokyo
 2D.   Giappone   0  
    Ungheria   2
18 ottobre, Yokohama
      Cecoslovacchia   1
 1B.   Ungheria   1
20 ottobre, Tokyo
 2A.   Romania   0  
    Ungheria   6 Finale 3º posto
18 ottobre, Saitama
      Rep. Araba Unita   1  
 1D.   Ghana   1     Rep. Araba Unita   1
 2C.   Rep. Araba Unita   5       Squadra Unificata Tedesca   3
23 ottobre, Tokyo

Quarti di finale

modifica
Tokyo
18 ottobre 1964, ore 13:59 (UTC+9)
Squadra Unificata Tedesca  1 – 0
referto
  JugoslaviaStadio Principe Chichibu
Arbitro:   De Silva

Yokohama
18 ottobre 1964, ore 14 (UTC+9)
Ungheria  2 – 0
referto
  RomaniaMitsuzawa Stadium
Arbitro:   Ashkenazi

Tokyo
18 ottobre 1964, ore 14 (UTC+9)
Cecoslovacchia  4 – 0
referto
  GiapponeKomazawa Stadium
Arbitro:   De Queiroz

Saitama
18 ottobre 1964, ore 14 (UTC+9)
Ghana  1 – 5
referto
  Rep. Araba UnitaŌmiya Park Soccer Stadium
Arbitro:   Glöckner

Semifinali

modifica
Tokyo
20 ottobre 1964, ore 14 (UTC+9)
Cecoslovacchia  2 – 1
referto
  Squadra Unificata TedescaKomazawa Stadium
Arbitro:   Ashkenazi

Tokyo
20 ottobre 1964, ore 13:59 (UTC+9)
Ungheria  6 – 0
referto
  Rep. Araba UnitaStadio Principe Chichibu
Arbitro:   Comesaña

Semifinali di consolazione

modifica
Osaka
20 ottobre 1964, ore 14 (UTC+9)
Giappone  1 – 6
referto
  JugoslaviaStadio Nagai
Arbitro:   Imam

Kyoto
20 ottobre 1964, ore 14 (UTC+9)
Romania  4 – 2
referto
  GhanaNishikyogoku Athletic Stadium
Arbitro:   De Silva

Finale per il 5º posto

modifica
Osaka
22 ottobre 1964, ore 14 (UTC+9)
Jugoslavia  0 – 3
referto
  RomaniaStadio Nagai
Arbitro:   Zsolt

Finale per il 3º posto

modifica
Tokyo
23 ottobre 1964, ore 11:57 (UTC+9)
Squadra Unificata Tedesca  3 – 1
referto
  Rep. Araba UnitaNational Stadium
Arbitro:   Yokoyama

Finale per il 1º posto

modifica
Tokyo
23 ottobre 1964, ore 14:27 (UTC+9)
Cecoslovacchia  1 – 2
referto
  UngheriaNational Stadium
Arbitro:   Ashkenazi

 
2º posto

 
Cecoslovacchia
 
Campione olimpico di calcio maschile

 
Ungheria
2º titolo
 
3º posto

 
Squadra Unificata Tedesca
Pos Squadra Formazione
   
Ungheria
Ferenc Bene, Tibor Csernai, Antal Dunai, János Farkas, József Gelei, Kálmán Ihász, Benő Káposzta, Sándor Katona, Imre Komora, György Nagy, István Nagy, Ferenc Nógrádi, Dezső Novák, Árpád Orbán, Pál Orosz, Károly Palotai, Antal Szentmihályi, Gusztáv Szepesi, Zoltán Varga.
All.   Lajos Baróti.
   
Cecoslovacchia
Jan Brumovský, Ľudovít Cvetler, Ján Geleta, František Knebort, Karel Knesl, Karel Lichtnégl, Vojtech Masný, Štefan Matlák, Ivan Mráz, Karel Nepomucký, Zdeněk Pičman, František Schmucker, Anton Švajlen, Anton Urban, František Valošek, Josef Vojta, Vladimír Weiss.
All.   Rudolf Vytlačil.
   
Squadra Unificata Tedesca
Gerd Backhaus, Wolfgang Barthels, Bernd Bauchspieß, Dieter Engelhardt, Otto Fräßdorf, Henning Frenzel, Manfred Geisler, Jürgen Heinsch, Gerhard Körner, Klaus Lisiewicz, Jürgen Nöldner, Herbert Pankau, Peter Rock, Klaus-Dieter Seehaus, Hermann Stöcker, Werner Unger, Klaus Urbanczyk, Eberhard Vogel, Manfred Walter, Horst Weigang.
All.   Károly Sós.

Classifica marcatori

modifica

12 reti

8 reti

6 reti

5 reti

4 reti

3 reti

2 reti

1 rete

Autoreti

  1. ^ a b (EN) Olympic Football Tournament Tokyo 1964, su fifa.com, FIFA. URL consultato il 25 ottobre 2015 (archiviato dall'url originale il 25 ottobre 2015).
  2. ^ a b Mario Bianchini, Partite dall'Italia le denunce anonime?, in Stampa Sera, 17 settembre 1964, p. 13. URL consultato il 25 ottobre 2015.
  3. ^ a b c d e f g Mayer ripete: «Se non sono dilettanti non potranno andare alle Olimpiadi», in La Stampa, 9 settembre 1964, p. 8. URL consultato il 25 ottobre 2015.
  4. ^ Gli atleti nord-coreani lasciano Tokio a due giorni dall'inizio delle Olimpiadi, in La Stampa, 9 ottobre 1964, p. 8. URL consultato il 25 ottobre 2015.
  5. ^ a b A Melbourne 1956 la Squadra Unificata Tedesca non andò oltre il Turno di qualificazione, tuttavia in quel caso la nazionale era composta da soli calciatori tedesco occidentali.
  6. ^ a b c Olympics 1964.

Bibliografia

modifica
  • (EN) CIO, Football Tournament (PDF), in The Games of the XVIII Olympiad Tokyo 1964, Vol. II, 1964, pp. 329 e segg. URL consultato il 25 ottobre 2015 (archiviato dall'url originale il 29 luglio 2017).

Altri progetti

modifica

Collegamenti esterni

modifica