Apri il menu principale

Caleb (Buffy l'ammazzavampiri)

personaggio immaginario della serie Buffy l'ammazzavampiri
Caleb
Caleb Buffy the Vampire Slayer.jpg
Caleb
UniversoBuffyverse
Soprannome
  • Il Secondo
  • Il reverendo misogino
1ª app. inRagazze sporche
Ultima app. inLa prescelta
Interpretato daNathan Fillion
Voce italianaAngelo Maggi
Specieumano
Sessomaschile
Professioneprete al servizio del Primo
Poteri
  • condizione fisica sovrumana
  • invulnerabilità
  • Caleb è un personaggio della serie televisiva Buffy l'ammazzavampiri, impersonato da Nathan Fillion, che compare nella settima stagione.

    Indice

    CaratteristicheModifica

    Si presenta come un arrogante e misogino ex-pastore protestante alleato con il Primo. Prima di diventare un servo dell'entità era un assassino responsabile delle morti almeno di due ragazze (una showgirl a Nashville e una ragazza chiamata Betty), che aveva tratto in inganno con i suoi sermoni e con il fascino dell'abito talare. È un essere fortemente sadico: gradisce infatti rivivere gli omicidi commessi chiedendo al Primo di assumere la forma delle ragazze che ha ucciso, di modo da poterle "uccidere" ancora.

    Il suo compito principale è quello di distruggere la linea delle Cacciatrici uccidendo tutte le Potenziali, una per una: è lui infatti che organizza gli attacchi dei Portatori ed è altresì responsabile dell'installazione della bomba che ha distrutto la sede del Consiglio degli Osservatori a Londra, causando le morti di Quentin Travers e di tutti gli Osservatori ed operatori del Consiglio presenti. Caleb ha un ruolo basilare nel piano del Primo: è infatti una minaccia fisica, contrariamente alla non-corporeità dell'entità stessa, ed è dotato di quella personalità e intelligenza che non lo rende un semplice esecutore di ordini superiori, come invece lo sono i Portatori e i Turok-Han.

    Caleb, il Primo e DioModifica

    La sua visione della teologia è abbastanza oscura, principalmente circa Dio e Satana: Caleb sfodera citazioni quasi-bibliche, spesso anche alludendo al fatto che egli creda che il Primo sia Dio. La sua abitudine di citare più spesso il Vecchio Testamento rispetto al Nuovo è probabilmente dovuta ad una maggior possibilità di reinterpretare quel testo biblico, soprattutto per argomentare la propria visione della donna: questa è un essere diabolico, proprio come Eva, la prima femmina biblica che ha dato ad Adamo, il primo uomo generato, il frutto proibito.

    «Caleb al Primo: Beh, è una storia semplice, interrompimi se la conosci. Ho scoperto, e ne sono convinto, che non ci sia niente di così brutto che non possa essere migliorato con una storia. E questa ha un lieto fine. C'era una volta una donna; era sporca, come tutte le donne, perché la costola di Adamo era sporca, come lo stesso Adamo, perché lui era umano. Ma questa donna era piena di oscurità, di disperazione, e perché? Perché non sapeva, non poteva vedere. Non conosceva la Buona Novella, la Gloria in arrivo. Cioè tu. Perché il regno, la potenza e la gloria ti appartengono, ora e per sempre. Quando ti mostrerai si metteranno in fila, perché hanno seguito lei. E ora devono solo fare un altro passo avanti e li ucciderò tutti. Visto? Ti avevo detto che c'era il lieto fine.»

    Quando il Primo, nelle sembianze di Buffy, gli chiede se pensa che lui sia Dio, egli gli risponde dicendo che crede che esso sia oltre tale definizione.

    «Caleb: "Bevete questo, perché è il mio sangue". Mi è sempre piaciuta la storia dell'Ultima cena, il divenire corpo e sangue di Cristo da un intenso vino rosso. Mi ricordo che da ragazzo mi sono spesso chiesto cosa sarebbe successo se un apostolo avesse ordinato del bianco. Un sottile e legnoso Chardonnay o un Pinot grigio. L'avrebbe trasformato in linfa invece che in sangue? Non ho mai avuto il coraggio di dirlo. Forse è per questo che non sono mai rimasto a lungo nella stessa parrocchia. Cercavo solo risposte, cercavo solo il Signore nei posti dannatamente sbagliati. Tu mi hai mostrato la luce.
    Primo: Tu credi che io sia Dio?
    Caleb: Certamente no. Sono oltre a concetti come questo.»

    Biografia del personaggioModifica

    La sua prima apparizione avviene nella settima stagione: apparentemente soccorre una ragazza (Shannon, una Potenziale inseguita dai Portatori) accompagnandola in auto a Sunnydale dove entrambi si stanno dirigendo. Successivamente pugnala la ragazza e prima di gettarla dall'auto le dice di recapitare un messaggio a Buffy: lui ha qualcosa che le appartiene.

    Nell'episodio Ragazze sporche Buffy scopre il rifugio di Caleb, un vigneto, seguendo alcuni Portatori e decide di recarsi lì con tutte le Potenziali e la Scooby Gang, ma ciò si rivela una trappola. La possibilità di fondersi con il Primo dona a Caleb una resistenza straordinaria e grazie ad essa uccide facilmente le Potenziali Dianne (spezzandole il collo) e Molly, batte Buffy, Faith e Spike, rompe un braccio a Rona ed infine acceca Xander forzando il proprio pollice in un occhio del ragazzo.

    Malgrado il suo arrivo porti terrore a Sunnydale e riesca a più riprese a sconfiggere Buffy e il suo esercito di Potenziali, Caleb alla fine è ucciso: Buffy (pur con l'aiuto iniziale di Angel) lo taglia in due con una falce mistica.

    «Willow: Allora, hai scoperto qualcosa sulla falce?
    Buffy: Affetta, taglia a dadini e fa anche julienne di prete.
    Giles: Caleb?
    Buffy: L'ho tagliato in due.»

    Poteri e abilitàModifica

    Come braccio destro del Primo, Caleb è l'unico essere umano capace di "fondersi" con lui: questo processo, che deve essere periodicamente ripetuto, gli dona una forza ed una resistenza incredibili: egli si dimostra in grado di affrontare e sconfiggere Buffy, Faith, Spike e tutte le Potenziali Cacciatrici contemporaneamente e senza riportare alcun danno; riesce inoltre a cavare un occhio a Xander semplicemente premendogli contro col pollice. Caleb sembra essere inamovibile ed è inoltre invulnerabile a qualsivoglia tipo di arma, eccezion fatta per la Falce della Prima Cacciatrice, che è in grado di ferirlo ed ucciderlo.

    È un esperto di arti marziali. Nel combattimento corpo a corpo utilizza molte leve arti aricolari.

    Quando è fuso col primo Caleb presenta gli occhi, le lacrime e il sangue completamente neri.

    CuriositàModifica

    • Nathan Fillion è uno dei tre attori che sono apparsi nel film di Joss Whedon Firefly dopo aver impersonato dei villain nelle altre opere di Whedon: Gina Torres e Adam Baldwin, che ebbero rispettivamente la parte di Jasmine e Marcus Hamilton in Angel. Summer Glau, coprotagonista in Firefly, ha impersonato una ballerina in Angel nella quarta stagione.
    • Caleb era chiamato dagli sceneggiatori "Il Secondo", spiritoso riferimento al suo capo, il Primo.

    Collegamenti esterniModifica

      Portale Fantasy: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di fantasy