Apri il menu principale

Calgary Flames

squadra di hockey su ghiaccio canadese
Calgary Flames
Hockey su ghiaccio Ice hockey pictogram.svg
Calgary Flames logo.png
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Trasferta
Colori sociali Rosso, Oro, Nero, Bianco
Dati societari
Città Calgary
Paese Canada Canada
Conference Western
Division Pacific
Fondazione 1972
Esordio 1980
Denominazione Atlanta Flames
1972-1980
Calgary Flames
1980-oggi
Proprietario Calgary Flames LP
Allenatore Canada Bill Peters
Impianto di gioco Scotiabank Saddledome
(19.289 posti)
Palmarès
Stanley CupPresidents' TrophyPresidents' Trophy
Stanley Cup 1
Presidents' Trophy 2
Titoli di Conference 3
Titoli di Division 5
Si invita a seguire lo schema del Progetto Hockey su ghiaccio

I Calgary Flames sono una squadra di hockey su ghiaccio professionista, situati nella città di Calgary, nella provincia canadese dell'Alberta. Dalla loro nascita nel 1972 fino al 1980 giocarono ad Atlanta come Atlanta Flames. Dopo la riallocazione a Calgary, la squadra ha raggiunto i più alti livelli della NHL, disputando tre finali dei playoff e vincendo la Stanley Cup nel 1989. Fanno Parte della Northwest Division, sottodivisione della Western Conference. I Flames sono la Terza società professionista di hockey su ghiaccio a rappresentare Calgary, le precedenti due sono: Calgary Tigers (1921–26), Calgary Cowboys (1975–77).

StoriaModifica

Dopo essersi stabiliti a Calgary, i Flames giocano le loro prime tre stagioni al Stampede Corral prima di trasferirsi all'odierno stadio, l'Olympic Saddledome (ora Pengrowth Saddledome), nella stagione 1983-84. Nell'1988-89 i Flames diventano la prima franchigia della città di Calgary, dopo i Tigers nel 1923-24, a competere per l'assegnazione della Stanley Cup, vincendo la Coppa. Calgary è una delle due città che ospitano una squadra dell'NHL, nello Stato di Alberta, l'altra sono gli Edmonton Oilers. A causa della vicinanza delle due città, la partita tra queste due franchigie è davvero sentita, ed è anche conosciuta come la "Battaglia di Alberta".

Modifica

Il logo primario è una "C infuocata", introdotta nel 1980 quando la squadra si trasferì a Calgary. Il disegno del logo è si è sempre mantenuto identico fino ad oggi, anche se il logo cambia di colore dalla maglia di casa a quella usata in trasferta. Dal 1980 fino al 2000, il logo "casalingo" era rosso su uno sfondo bianco, invece quello sulle maglie usate in trasferta era bianco su sfondo rosso. Nel 2003, l'NHL scambiò i colori delle maglie di tutte le squadre, (nell'hockey su ghiaccio la squadra che gioca in casa usa sempre la maglia bianca), facendo quindi usare alle squadre che giocavano in casa la maglia "colorata". Il logo divento quindi nero su sfondo rosso sulla maglia di casa, con la maglia da trasferta con logo rosso su sfondo bianco. Il logo originale una "A incendiata", logo degli Atlanta Flames è stato ripreso, e viene tutt'oggi usato come patch per identificare i due alternate captains.

MascotteModifica

Harvey il Segugio è la mascotte dei Flames. Fu creato nel 1983 per essere utilizzato sia dai Flames che dai Calgary Stampeders della Canadian Football League. Harvey fu la prima mascotte della NHL. È famoso per un episodio nel gennaio del 2003 in cui gli venne strappata la lingua dall'allenatore degli Edmonton Oilers Craig MacTavish mentre molestava la loro panchina.[1] La vicenda fece notizia in tutto il Nord America e suscitò molta ironia, come all'All-Star Game 2003 dove molte mascotte delle altre squadre si presentarono con le lingue di fuori.[2]

Record stagione per stagioneModifica

Questo è un elenco parziale delle ultime dieci stagioni dei Flames.

Note: PG = partite giocate, V = vittorie, S = sconfitte, OTL = sconfitte overtime, Pts = punti, GF = gol fatti, GS = gol subiti

Stagione PG V S OTL Pts GF GS Posizione finale Playoff
2009–10 82 40 32 10 90 204 210 3°, Northwest Division Non qualificati
2010–11 82 41 29 12 94 250 237 2°, Northwest Division Non qualificati
2011–12 82 37 29 16 90 202 226 2°, Northwest Division Non qualificati
2012–13 48 19 25 4 42 128 160 4°, Northwest Division Non qualificati
2013–14 82 35 40 7 77 209 241 6°, Pacific Division Non qualificati
2014–15 82 45 30 7 97 241 216 3°, Pacific Division Sconfitti al Secondo Turno, 1–4 (Ducks)
2015–16 82 35 40 7 77 231 260 5°, Pacific Division Non qualificati
2016–17 82 45 33 4 94 226 221 4°, Pacific Division Sconfitti al Primo Turno, 0–4 (Ducks)
2017–18 82 37 35 10 84 218 248 5°, Pacific Division Non qualificati
2018–19 82 50 25 7 107 289 227 1°, Pacific Division Sconfitti al Primo Turno, 1–4 (Avalanche)

Membri ad honoremModifica

Numeri ritiratiModifica

 
Gli stendardi dei numeri ritirati al 2011
Numeri ritirati dei Calgary Flames
N. Giocatore Ruolo Anni Data del ritiro
9 Lanny McDonald AD 1981–1989 17 marzo 1990
12 Jarome Iginla AD 1996–2013 2 marzo 2019
30 Mike Vernon P 1982–1994
2000–2002
7 febbraio 2007

I Calgary Flames hanno ritirato tre numeri, e un quarto è stato ritirato in tutta la lega. I Flames ritirarono la n° 9 in onore di Lanny McDonald che giocò all'ala destra per i Flames dal 1981 al 1989, vincendo la Stanley Cup come co-capitano nel suo ultimo anno. Anche la n° 30 di Mike Vernon venne ritirata; fu portiere dei Flames per 14 anni, dal 1982 al 1994 e dal 2000 al 2002.[3] I Flames ritirarono la n° 12 di Jarome Iginla il 2 marzo 2019; giocò ala destra per i Flames dal 1996 al 2013 e fu anche capitano della squadra dal 2003 al 2013.[4] La NHL ritirò la n° 99 di Wayne Gretzky per tutte le sue squadre iscritte all'All-Star Game del 2000.[5] Sebbene non ufficialmente ritirata, i Flames non hanno rilasciato la n° 14 da quando Theoren Fleury lasciò la squadra nel 1999.[6]

Nel 2012 l'organizzazione dei Flames introdusse il programma "Forever a Flame" per onorare coloro che hanno giocato e rappresentato i Calgary Flames senza dover ritirare i loro numeri. Permette ai futuri Flames di indossare i numeri di alcuni degli ex giocatori più rispettati dei Flames. Il 27 febbraio 2012, il difensore Al MacInnis fu il primo a ottenere questo riconoscimento, con uno stendardo con la sua foto e il suo n° 2 sollevato sulle travi del Scotiabank Saddledome.[7] Joe Nieuwendyk venne considerato allo stesso modo il 7 marzo 2014, promosso come "Forever 25" sia per il numero sulla maglia che per il 25º anniversario del titolo del 1989.[8]

Leader della franchigiaModifica

Questi sono i primi dieci marcatori nella storia della franchigia.

 
Segnando 830 punti nella stagione regolare dei Flames, Theoren Fleury è il secondo miglior marcatore di tutti i tempi della franchigia.
  •  *  – attuale giocatore dei Flames

Nota: Ruo = Ruolo; PG = Partite giocate; G = Gol; A = Assist; Pti = Punti; P/P = Punti a partita

Punti
Giocatore Ruo PG G A Pti P/P
Jarome Iginla AD 1.219 525 570 1.095 0,90
Theoren Fleury AD 791 364 466 830 1,05
Al MacInnis D 803 213 609 822 1,02
Joe Nieuwendyk C 577 314 302 616 1,07
Gary Suter D 617 128 437 565 0,92
Kent Nilsson C 425 229 333 562 1,32
Guy Chouinard C 514 193 336 529 1,03
Gary Roberts AS 585 257 248 505 0,86
Eric Vail AS 539 206 246 452 0,84
Mark Giordano* D 833 129 323 452 0,54
Gol
Giocatore Ruo G
Jarome Iginla AD 525
Theoren Fleury AD 364
Joe Nieuwendyk C 314
Gary Roberts AS 257
Kent Nilsson C 229
Lanny McDonald AD 215
Al MacInnis D 213
Eric Vail AS 206
Guy Chouinard C 193
Hakan Loob AD 193
Assist
Giocatore Ruo A
Al MacInnis D 609
Jarome Iginla AD 570
Theoren Fleury AD 466
Gary Suter D 437
Guy Chouinard C 336
Paul Reinhart D 336
Kent Nilsson C 333
Mark Giordano* D 323
Joe Nieuwendyk C 302
Tom Lysiak C 276

NoteModifica

  1. ^ Tim Panaccio, Flames' mascot is left speechless Harvey the Hound got too close to Oilers coach Craig MacTavish, and got his tongue ripped out, su The Philadelphia Inquirer, 23 gennaio 2003. URL consultato l'11 dicembre 2011 (archiviato dall'url originale il 13 gennaio 2012).
  2. ^ Eric Francis, The uncivil war, in Calgary Sun, 21 settembre 2003.
  3. ^ Calgary Flames history, CBS Sportsline. URL consultato il 4 gennaio 2008 (archiviato dall'url originale il 7 aprile 2014).
  4. ^ Eric Francis, Flames give Jarome Iginla deserved, fitting retirement ceremony – Sportsnet.ca, su sportsnet.ca, 2 marzo 2019. URL consultato il 4 marzo 2019.
  5. ^ Perfect setting: Gretzky's number retired before All-Star Game, CNN Sports Illustrated. Associated Press, 6 febbraio 2000. URL consultato il 9 giugno 2014 (archiviato dall'url originale il 12 novembre 2013).
  6. ^ Calgary Flames All Time Sweater Roster, National Hockey League. URL consultato il 30 maggio 2015 (archiviato dall'url originale il 21 ottobre 2016).
  7. ^ Flames introduce 'Forever a Flame', Flames.com, 15 febbraio 2012. URL consultato il 7 marzo 2014 (archiviato dall'url originale il 21 ottobre 2016).
  8. ^ Vickers, Aaron, 'Forever a Flame,' Nieuwendyk to receive honor, Flames.com, 7 marzo 2014. URL consultato il 7 marzo 2014.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàLCCN (ENn89639368 · WorldCat Identities (ENn89-639368